Gli oli essenziali sono più popolari che mai, ma sono sicuri per i gatti?

Quando la mamma di Sue Klimas, Dinah, ha iniziato a vomitare, tossire e starnutire lo scorso maggio, la donna del Texas ha portato il suo compagno peloso al veterinario.

Attraverso esami del sangue, ultrasuoni e un eventuale intervento esplorativo per controllare il cancro, il veterinario di Dinah non era in grado di determinare la causa della sua mancanza di salute.

Essenziale oils can be harmful to cats
Il gatto di Sue Klimas, Dinah, si è ammalato dopo l’esposizione agli olii essenziali.Sue Klimas

“Passò dal peso di 9 libbre a 6 libbre, cominciò ad apparire magra e letargica e rifiuterebbe il cibo”, ha detto oggi Klimas, che vive a Lewisville, un sobborgo di Dallas. “Il veterinario e io eravamo incerti, non è stato fino all’inizio di dicembre che l’ho capito da solo.”

Klimas stava diffondendo oli di lavanda ed eucalipto nel suo bagno, dove Dinah dormiva spesso su un soffice tappetino da bagno che il gatto aveva preso in simpatia. Klimas stava anche usando un rimedio all’olio essenziale di lavanda per il dolore al polso e realizzò che a volte Dinah leccava i polsi e le mani del suo proprietario per attirare l’attenzione.

Non sapeva che questa pratica sempre più popolare rappresentava un problema. Michael San Filippo, specialista senior delle relazioni con i media per l’American Veterinary Medical Association, avverte che gli olii essenziali possono essere dannosi, e anche tossici, per tutti gli animali domestici.

“Consigliamo ai proprietari di animali domestici di essere prudenti nell’usarli in casa”, ha detto a OGGI. “Se lo fai, tienili fuori dalla portata e controlli attentamente i tuoi animali domestici per i segni di avvelenamento come sbavando, scalpitando il viso, difficoltà di respirazione, letargia, vomito o tremori muscolari”.

Klimas si liberò del suo diffusore di olio essenziale e vide il suo amato gatto tornare alla normalità. “È tornata a 8 chili e ha mantenuto il suo peso”, ha detto. “Non sto più diffondendo oli, e non ho intenzione di mai più”.

Essenziale oils can be harmful to cats
Il gatto di Annie Walther, Pedro, ha rifiutato di entrare nella sua camera da letto quando gli oli essenziali venivano diffusi.Annie Walther

Secondo l’American Society for the Prevention of Cruelty to Animals, i gatti sono particolarmente sensibili agli oli essenziali.

“Effetti come disturbi gastrointestinali, depressione del sistema nervoso centrale e persino danni al fegato potrebbero verificarsi se ingeriti in quantità significative.L’inalazione degli oli potrebbe portare ad una polmonite da aspirazione”, si legge sul sito web dell’organizzazione. “Esistono variazioni significative nella tossicità tra gli oli specifici, in base a ciò, non raccomanderemmo di usare oli essenziali nelle aree in cui i vostri animali domestici hanno accesso, a meno che gli animali non siano sorvegliati o l’uso dell’olio sia approvato dal vostro veterinario”.

Annie Walther di Washington, in Pennsylvania, ha recentemente appreso del pericolo dopo che il suo gatto di 7 anni, Pedro, ha iniziato a comportarsi in modo strano.

Essenziale oils can be harmful to cats
Annie Walther con il suo gatto, PedroAnnie Walther

“Ho avuto il mio diffusore di olio accanto al mio letto – normalmente ho diffuso lavanda e limone”, ha detto a OGGI. “Pedro ha notato il diffusore, ha annusato i fumi, ha starnutito e poi lo ha schiacciato, poi ha lasciato la stanza, ma non ci ho pensato.”

Giorni dopo, Walther notò che Pedro non la stava seguendo nella sua camera da letto prima di coricarsi e aveva smesso di dormire con lei durante la notte.

Walther fece qualche ricerca e imparò a conoscere il possibile danno associato agli oli essenziali. “Ho spostato il mio diffusore in bagno e mi assicuro che la porta sia chiusa quando la uso”, ha detto. “Pedro ora dorme di nuovo con me e non potrei essere più felice.”

Essenziale oils may be harmful to cats
Erica Jackson dice che il suo gatto, Kylo, ​​era estremamente malato dopo essere stato esposto all’olio dell’albero del tè.Erica Jackson

Per Erica Jackson, la sveglia è stata improvvisa e spaventosa.

Ad Arlington, in Texas, la donna ha adottato il suo gatto, Kylo, ​​in ottobre. Ha imparato che il gattino aveva la tigna e avrebbe dovuto essere visto da un veterinario per il trattamento. Dal momento che il veterinario di Jackson non era disponibile per curare Kylo per alcuni giorni, Jackson ha cercato online trattamenti di tigna olistica che lei e il suo ragazzo, Alex, avrebbero potuto provare nel frattempo.

“Questo era il mio primo gatto, e volevo fare tutto bene per lui”, ha detto Jackson OGGI. “Un sito web olistico che ho trovato ha detto che l’olio dell’albero del tè era ottimo per combattere i funghi … Ho applicato l’olio dell’albero del tè direttamente su ogni punto”.

Jackson dice che più tardi quella sera, Kylo ha cominciato a inciampare nella sua casa e recitare in modo strano, così lei e il suo fidanzato hanno portato il gattino all’ospedale per animali.

“Il veterinario ha chiesto quale fosse l’odore forte e gli ho detto che avevo messo l’olio dell’albero del tè su Kylo perché aveva la tigna”, ricorda Jackson. “L’intero tono della conversazione è cambiato, e ci ha detto che l’olio dell’albero del tè era altamente tossico per i gatti.” Sono completamente scoppiato in lacrime, hanno dovuto dargli più bagni, ed è venuto giù per aspettare di vedere se poteva sopravvivere. “

3 trucchi fai-da-te per rendere il tuo gatto domestico amichevole

Oct.13.201403:13

Il veterinario di Jackson ha curato Kylo sia per la tigna che per l’esposizione all’olio dell’albero del tè, e ha avvertito che l’olio dell’albero del tè può causare danni ai reni e al fegato e, eventualmente, insufficienza d’organo nei gatti.

Per fortuna, Kylo si è ripreso.

“Il mio veterinario mi ha detto in seguito di chiamare sempre se voglio utilizzare trattamenti olistici, dal momento che sono meglio informati sulla salute del mio animale”, ha detto Jackson. “Sono molto felice di dire che oggi, Kylo è così spunky e amichevole come può essere … lo chiamiamo il nostro ‘piccolo guerriero’ tutto il tempo.”

La linea di fondo per tutti i proprietari di animali domestici? Rimani vigile.

“Conosci i tuoi animali domestici meglio di chiunque altro”, ha detto San Filippo dell’AVMA. “Quindi se ti accorgi che si stanno comportando male o qualcosa sembra solo fuori – in ogni situazione – contatta immediatamente il tuo veterinario”.