Ospita una favolosa festa di degustazione di vini autunnali con questi suggerimenti, trucchi e giochi

L’autunno è un momento favoloso per riunire i tuoi amici e organizzare una festa per l’happy hour con degustazione di vini. Come esperto di vino e giudice, assaggio migliaia di bottiglie all’anno. Anche tu puoi assaggiare il vino come un professionista con i miei consigli e trucchi facili. Dall’umore con la musica ai giochi di vino per mantenere il tono divertente, imparerai, riderai e scoprirai cosa ti piace del vino per prendere decisioni d’acquisto più intelligenti. Iniziamo la festa …

Il segreto per ospitare un favoloso happy hour

Oct.24.201404:17

Raccogli i prodotti: vino, calici e cibo 

Imposta un tema per la notte. Chiedete a tutti di portare una bottiglia in una determinata fascia di prezzo ($ 15-20, ad esempio) o di lasciare che gli ospiti diano a voi (l’ospite) i soldi in modo da poter acquistare tutto il vino. Suggerimento: la maggior parte dei negozi di vino offrirà uno sconto su un astuccio (12 bottiglie), quindi assicurati di chiedere quando acquisti. 

Disporre le bottiglie per la visualizzazione in modo che gli ospiti possano scattare foto delle etichette o prendere appunti. Se desideri assaggiare i vini senza che gli ospiti sappiano cosa sono, copri le bottiglie con un foglio di stagno – le puoi svelare alla fine della notte. Suggerimento: dare una prova all’app DRYNC. Ti permette di scattare una foto dell’etichetta e comprare il vino.

Se non è possibile dare più bicchieri di occhiali a ciascun ospite per assaggiare i vini insieme, scaricare i secchi a mano per svuotare gli occhiali. Puoi usare secchi di sabbia, brocche o scodelle profonde. 

Lascia respirare il vino: la maggior parte del vino trae beneficio da una certa interazione con l’aria, compresi bianchi audaci e rossi giovani. Ecco perché aprite la bottiglia e lasciate “respirare”. Tirare il tappo, però, è meno efficace rispetto all’utilizzo di un decanter, che consente la piena espressione degli aromi e dei sapori del vino. Dolcetto: versare il vino da una scatola in un decanter per mostrare come anche i vini meno costosi abbiano un sapore migliore con la decantazione. Se non possiedi un decanter, usa una brocca o anche un vaso di fiori pulito! 

Non dimenticare il cibo. Formaggi e cracker sono la tariffa standard per le feste di degustazione di vini. Raccomando un piatto con tre o quattro tipi di formaggio. Ciò consentirà abbinamenti con una varietà di vini dal bianco al rosso e dal secco al dolce. Includere un formaggio fresco come la capra (chevre), un brie semi-morbido, un formaggio più duro come il Parmigiano-Reggiano e infine un formaggio blu. Aggiungi cracker, fette di pane, mandorle, uva e albicocche secche per il piatto perfetto. 

Amici wine tasting
Fonte dell’immagine / Oggi

Ora per la festa: giochi e consigli di degustazione

Gioca al gioco del vino: ti consiglio di organizzare i vini in vari contesti per imparare di più. Puoi anche goderti il ​​processo rendendolo un gioco. SUGGERIMENTO: nelle situazioni professionali di valutazione del vino, spesso degustiamo vini rossi prima dei vini bianchi. Non solo offre una rinfrescante fine alla degustazione, i bianchi di campionamento permettono a quei denti purpurei di ottenere un risciacquo prima di tornare a casa. 

Le parole del vino: descrivere il vino può essere difficile per le persone, ma è utile essere in grado di discutere di ciò che ti piace quando acquisti o ordini vino. Imparare a mettere le parole al vino può essere divertente con il mio gioco di parole di vino: usa le tue note di degustazione o le descrizioni sull’etichetta posteriore della bottiglia per creare bigliettini che possono essere abbinate a ciascun vino. 

Cosa c’è in un nome: uno dei modi per identificare il vino è il vitigno da cui è prodotto, come lo Chardonnay, il Cabernet Sauvignon o il Merlot. Un altro fattore importante nel gusto ultimo del vino è dove queste uve vengono piantate. Il vino viene dalla Spagna, dalla California o dalla Francia? Le stesse uve coltivate in luoghi diversi possono dare vini molto diversi a seconda del clima e del terreno. Questo gioco ti permette di indovinare da dove provengono i vini e perché possono avere un sapore unico. 

Suggerimento: non è necessario pulire il tuo palato tra un vino e l’altro, ma se ti sposti dai rossi ai bianchi o viceversa, potresti voler mordicchiare qualcosa prima. 

Dolcetto: i cracker sono il naturale detergente per il palato, ma nei giudizi professionali del vino, utilizziamo anche fette di roast beef raro e olive dolci.

Vini consigliati: 

2012 Whiplash Red Blend, California ($ 12)
Questa miscela morbida e ricca di rosso Syrah, Zinfandel, Petite Sirah e una miriade di altre uve è un facile bevitore. Sorseggia da solo all’inizio della serata o abbina una varietà di piatti sostanziosi. Potresti anche ricevere il colpo di frusta trasformando velocemente il tuo bicchiere, perché ne vorrai di più. 

2012 Bolla Valpolicella Ripasso, Italia ($ 16)
Originario della zona del Valpolicella Classico nel nord Italia, questo rosso unico è una combinazione di uve autoctone Corvina e Rondinella. Spesso soprannominato “baby Amarone”, il suo gusto singolare e il suo carattere derivano dal passo aggiuntivo della fermentazione con le pelli dell’Amarone. Aromi speziati e terrosi si abbinano a una finitura vibrante per rendere questo vino ideale per piatti dalla pasta al formaggio. È un piacere deliziosamente italiano. 

2013 Black Box Pinot Noir, California ($ 20 per 3 litri / quattro bottiglie)
Uno dei migliori vini in scatola, questo Pinot Noir si fonde in un tocco di Syrah per la sensazione e la struttura della bocca. È morbido e succoso con aromi di frutta a bacca rossa. Il vino rimane fresco anche per un massimo di quattro settimane. Black Box è una scelta piacevole e alla portata di tutti per le prossime festività natalizie.

2012 Hess Select Chardonnay, Monterey, California ($ 12)
La collezione Hess è una delle migliori aziende vinicole della Napa Valley, un luogo bellissimo che ospita vini di livello internazionale. Il loro livello Select di vini offre un valore straordinario con l’alta qualità. La brezza rinfrescante dell’oceano nella contea di Monterrey conferisce a questo Chardonnay la sua freschezza, mentre un bacio di invecchiamento in botti di rovere offre complessità. 

Laroche Chardonnay 2011, Bourgogne, Francia ($ 18)
Come fan di Chardonnay, adoro le versioni dalla patria della Borgogna (Bourgogne) in Francia. Sono una pura espressione dell’uva che mostra la mineralità e un suono vibrante di note fruttate. I sapori di frutta mi ricordano per esempio gli agrumi croccanti piuttosto che la pera matura. Questo vino non è stato invecchiato in rovere, quindi il carattere vivace è il risultato diretto di dove sono state coltivate le uve. Domaine Laroche è un noto produttore di Chablis e questo imbottigliamento è allo stesso tempo economico e di classe.