Paula Deen disegna calore sulla controverso foto di figlio Bobby in trucco marrone

Paula Deen è accusata di essere un razzista. Ancora.

Il celebre chef, il cui impero culinario si è sbriciolato dopo aver ammesso di usare un insulto razziale, ha inventato nuove polemiche martedì quando il suo account Twitter verificato ha condiviso – e successivamente rimosso – un’immagine raffigurante suo figlio nel trucco scurito.

La foto di Paula Deen con il figlio in brownface suscita indignazione

Jul.08.201503:00

La foto la vede vestita da Lucille Ball e suo figlio, Bobby Deen, come il marito cubano di Ball, Desi Arnaz. In un tocco ironico di prefigurazione, il tweet già cancellato diceva: “Lucyyyyyyy! Hai un sacco di esplaimi da fare! “Il post includeva anche l’hashtag” #TransformationTuesday “.

Paula Deen tweet
Il controverso tweet di Deen, catturato in uno screengrab da NBC News, è stato rimosso.

“Il manager dei social media di Paula Deen ha postato una foto questa mattina di Paula e Bobby Deen vestiti in costume come Lucy e Ricky, da Amo Lucy. Questa fotografia proviene da un episodio di Halloween di I migliori piatti di Paula trasmesso nel 2011 “, ha detto un rappresentante di Deen a TODAY martedì.

“Paula ha immediatamente smantellato questa foto non appena ha visto il post e si scusa con tutti coloro che sono stati offesi. In quanto tale, Paula Deen Ventures ha interrotto la loro relazione con questo Social Media Manager.”

Anche se il tweet è stato rimosso dall’account di Deen, la foto del 2011 era ancora accessibile sulla pagina Facebook di Deen per diverse ore dopo che le polemiche ruotavano attorno all’immagine, insieme a un’altra immagine di Bobby nella sedia da trucco. Entrambi i post sono stati rimossi da Facebook martedì pomeriggio.

Paula Deen controversial makeup
Questo post di Facebook del 2011 è stato rimosso dalla pagina di Paula Deen martedì.Facebook
Paula Deen controversial makeup
Questa foto, pubblicata sulla pagina di Deen nel 2011, è stata rimossa martedì.Facebook

Deen è stata una celebrità popolare della Food Network e capo di un’attività gastronomica multimilionaria quando ha visto il suo impero crollare nel 2013 dopo che un ex dipendente si era lamentato di una causa che aveva usato l’n-word e fatto numerosi commenti insensibili alla razza tra i suoi lavoratori.

GUARDA: Paula Deen: “Non mi avrebbe licenziato”

Alla fine la causa è stata respinta, ma a quel punto Deen è stato licenziato dalla Food Network e ha perso numerosi e lucrosi contratti con Smithfield Foods, Walmart, Target, QVC e altri. Deen in seguito si è scusato pubblicamente su OGGI in un’intervista in lacrime con Matt Lauer.

Paula Deen a Matt Lauer: “Le mie parole fanno male alla gente”

Sep.23.201409:39

“Se c’è qualcuno là fuori che non ha mai detto qualcosa che desiderano possano riprendere, se sei là fuori, per favore prendi quella pietra e gettala così forte in testa che mi uccide, per favore voglio incontrarti “, Ha detto Deen al momento. “Io sono quello che sono e non sto cambiando.”

La reazione alla foto è arrivata rapidamente dai social media, dove i commenti duri riflettevano la rabbia diffusa che il cuoco amante del burro aveva tratto dal suo precedente scandalo legato alla razza.

Segui lo scrittore di TODAY.com Eun Kyung Kim su Twitter.