4 motivi ‘Dallas Buyers Club’ è pura esca da Oscar

“Dallas Buyers Club” è la storia vera di un cowboy razzista, omofobico e duro, la cui festa lo ha raggiunto quando gli è stata diagnosticata l’AIDS e gli sono stati concessi 30 giorni di vita.

L’anno era il 1985, quando la malattia fu per la maggior parte una condanna a morte immediata. Ma non per Ron Woodroof, un elettricista macho di 35 anni così determinato a vivere da educarsi a farmaci anti-virali, prove farmaceutiche e regolamenti FDA, e ha trascorso sette anni a combattere per il diritto di accedere a medicine e trattamenti alternativi disponibili in altri paesi. Ha formato una partnership improbabile con un tossicodipendente transgender di nome Rayon che ha anche avuto la malattia, e insieme hanno ottenuto e venduto farmaci sul mercato nero e hanno contribuito a prolungare la vita di molti.

Il film, interpretato da Matthew McConaughey nei panni di Ron e Jared Leto nei panni di Rayon, presenta anche una silenziosa e sottile interpretazione di Jennifer Garner nei panni del medico che diventa loro amico e alleato. Diretto da Jean-Marc Vallée (“Café de Flore”), è stato co-firmato da Craig Borten, che ha incontrato Woodroof un mese prima di morire nel 1992, e Melissa Wallack. 

Spogliato visivamente – Vallée ha usato solo luce naturale per tutto il film – “Dallas Buyers Club” afferra il pubblico dalla sua prima scena, un’orgia da rodeo, e non molla mai. Ecco gli altri motivi per cui il film attrarrà alcune nomination agli Oscar a gennaio.

Matteo McConaughey plays Ron Woodroof in
Matthew McConaughey è avvincente in “Dallas Buyers Club”.ANNE MARIE FOX / Oggi

Matteo Il ruolo che definisce la carriera di McConaughey
Dopo anni di seducenti spettatori del teatro con i suoi look da star del cinema e le sue romantiche svolte sul grande schermo, McConaughey ha trovato un potente secondo atto che interpreta gli anti-eroi in piccoli film come “Killer Joe”, “The Paperboy” e “Mud “Il suo lavoro su” Dallas Buyers Club “è secondo a nulla che abbia mai fatto e probabilmente gli guadagnerà la sua prima nomination all’Oscar. La sua interpretazione del cowboy razzista omofobico Ron Woodruff è azzeccata: noi lo odiamo, come è nostro dovere, quando lo incontriamo. Ma alla fine, proprio come Ron scopre empatia quando trova una casa nella comunità gay che ha evitato, impariamo a ridere con Ron e provare compassione per la sua inesorabile volontà di vivere. L’attore ha perso quasi 50 sterline per la parte, ma non è quello che ci fa perdere: la prestazione di McConaughey vince perché è sia di riserva che straziante.

Jared Leto as Rayon in Jean-Marc Vallée’s fact-based drama
Jared Leto si trasforma per diventare Rayon in “Dallas Buyers Club”.ANNE MARIE FOX / Oggi

La trasformazione di Jared Leto
È una leggenda ora: Leto non ha mai perso il carattere durante i 25 giorni di riprese a New Orleans. Il front man per Thirty Seconds to Mars è irriconoscibile come Rayon, un tossicodipendente transessuale che muore di AIDS che fa amicizia con Ron e lo aiuta a contrabbandare farmaci da altri paesi per vendere sul mercato nero di Dallas. Incredibile come l’apparizione di McConaughey nel film, è praticamente impossibile credere che sia Leto nel vestito. L’amicizia di Rayon con Ron rende il cowboy una persona migliore; La presenza di Leto nel film gli dà il cuore e sicuramente gli guadagnerà una nomination all’Oscar. Leto è particolarmente toccante in una scena in cui Rayon si veste in abito da uomo per visitare suo padre e chiedere soldi. L’attore ha dichiarato al Los Angeles Times che la scena era “molto emozionante. Il lavoro sul personaggio mi ha davvero aiutato perché ero piuttosto preoccupato quando mi sono liberato di alcune delle armature – le unghie, le ciglia, il rossetto, i vestiti, i collant, i tacchi, la borsa – che l’avrei persa. Ma è stato meraviglioso sapere che lei era lì quando ho indossato quel vestito. Mi sentivo come se fossi in drag per la prima volta in quel seme. “

‘Dallas Buyers Club’ è una storia vera, un trionfo
L’Accademia ama la storia e le storie di persone reali che lottano e trionfano. Questa storia colpirà casa con gli elettori su molti livelli. Non solo riporta l’AIDS nella coscienza sociale, ma affronta anche alcuni argomenti delicati che sono altrettanto attuali: un sistema medico rotto e il rapporto amichevole del governo federale con le compagnie farmaceutiche. E fa tutto con un improbabile eroe – un buon vecchio ragazzo il cui bere, il gioco d’azzardo e la promiscuità negli anni ’80 lo raggiungono e, per la prima volta nella sua vita, gli dà qualcosa di reale da vivere.

L’America ama un perdente
Ogni stagione di premi, c’è almeno un film che sembra venire dal nulla e spara verso l’alto. Le “Bestie del sud selvaggio” nominate all’Oscar sono emerse come quel film l’anno scorso; “Dallas Buyers Club” è sulla buona strada per prendere il suo posto quest’anno. È probabile che l’Academy ricompensi il film (che costa solo 5 milioni e mezzo di dollari) con una serie di nomination all’Oscar; nel frattempo, il pubblico del cinema sta già premiando il film. In meno di 3 settimane in una corsa molto limitata nei teatri, ha già guadagnato più di $ 3 milioni del suo budget, ha una valutazione del 95% su Rotten Tomatoes e un elogio dei critici cinematografici più importanti della nazione. Se partecipi a un pool di Oscar per l’ufficio, hai intenzione di tenere d’occhio questo.