Carrie Fisher si candida su OGGI: guardala aprire su “Star Wars”, amore e vita

Carrie Fisher, che è morta martedì all’età di 60 anni, sarà sempre associata a “Star Wars” e alla sua interpretazione nella popolare serie di film come Princess Leia. Ma lei non ha abbracciato pienamente i riflettori che sono venuti con il ruolo, almeno non quando il primo film “Star Wars” è stato rilasciato nel 1977.

Fisher ha detto a Matt Lauer di TODAY in un’intervista del 2008 che non voleva seguire le orme dei suoi famosi genitori, l’attrice Debbie Reynolds e la cantante Eddie Fisher, e diventare un intrattenitore, dopo aver visto quello che avevano passato.

Carrie Fisher parla della vita, della famiglia: “Se la mia vita non fosse divertente, sarebbe solo vera”

Dec.27.201606:13

“Ho visto la celebrità dei miei genitori diminuire … Ho visto il cuore spezzato di celebrità e sono andato a” Portami via da quello! “.

CORRELATO: L’attrice di Star Wars, Carrie Fisher, muore a 60 anni

Ironico, quindi, che ha avuto un ruolo importante in una delle più grandi serie di film di tutti i tempi. A quel tempo, disse a Lauer, non aveva idea di quanta fama le avrebbe procurato.

“Non l’avrei mai fatto!” Esclamò. “E tutto quello che ho fatto quando ero davvero famoso era aspettare che finisse, perché sapevo che stava arrivando”.

Ha avuto una reazione più spensierata durante un’apparizione su OGGI con i co-protagonisti Harrison Ford e Mark Hamill nel 1977, l’anno “Episode IV” è stato rilasciato. L’attrice, sempre arguta, ha ricordato che era stata riconosciuta da un ragazzo che aveva visto “Star Wars” 12 volte … e che aveva giocato una battuta su di lui.

Carrie Fisher, Harrison Ford e Mark Hamill parlano della nuova fama di Star Wars

Dec.27.201603:09

“Prima gli ho detto che ero il premio, che l’ufficio della 20th Century Fox aveva sentito che l’aveva visto 12 volte e che aveva un appuntamento libero con la principessa e un secchio di popcorn”, ha detto con un sorriso. “Ci credeva.”

RELATIVO: “La forza è oscura oggi”: le stelle piangono la perdita di Carrie Fisher

Ovviamente, Fisher era molto più di una semplice principessa Leia. Era un essere umano onestamente onesto, un avvocato della salute mentale che era aperto sulle sue battaglie con depressione e disturbo bipolare. Era qualcosa che non sentiva il bisogno di tenere per sé.

“Le persone si prendono gioco o non vogliono che nessuno lo sappia. Amico, non mi interessa. È come una storia di guerra “, ha detto a Lauer nel 2008.

CORRELATI: Carrie Fisher era una “luce brillante” per le persone alle prese con malattie mentali

Era anche sincera quando si trattava delle sue relazioni, inclusa la sua storia d’amore on-and-off con Paul Simon, di cui ha parlato mentre serviva come co-presentatrice ospite al fianco di Hoda Kotb nel 2012.

Carrie Fisher parla di relazioni passate, “amore della sua vita”, con Hoda Kotb

Dec.27.201602:55

Fisher ha fatto riferimento al musicista come uno degli amori della sua vita, dicendo: “È un grande artista … è stato come essere apprendista con qualcuno che era geniale”.

Anche Carrie Fisher è stata brillante e ci mancherà.