Eddie Albert muore all’età di 99 anni

Eddie Albert è stato un attore versatile che si è trasferito agevolmente dal palcoscenico di Broadway al cinema, ma ha trovato la celebrità come il ficcanaso della città, costantemente incallito, trasformato in contadino in “Green Acres” della televisione.

Albert è morto di polmonite giovedì nella sua casa nell’area Palisades del Pacifico, in presenza di badanti tra cui suo figlio Edward, che teneva la mano in quel momento.

“È morto così splendidamente e così graziosamente che letteralmente stamattina non sento dolore, non sento la perdita”, ha detto Edward Albert all’Associated Press.

In “Green Acres”, Albert interpretava Oliver Douglas, un avvocato di New York che si stabilisce in una città rurale con la sua affascinante moglie, interpretata da Eva Gabor, e si trova perplesso dalle buffonate di una serie di eccentrici, tra cui un maiale di nome Arnold Ziffel.

È stato candidato agli Academy Awards come attore non protagonista in “Roman Holiday” (1953) e “The Heartbreak Kid” (1972).

Oltre alla serie del 1965-1971 in “Green Acres”, è andato in TV con Robert Wagner in “Switch” dal 1975 al 1978 ed è stato un semi-regolare su “Falcon Crest” nel 1988.

Era un conservatore instancabile, crociata per specie in via di estinzione, cibo salutare, pulizia dell’inquinamento della Baia di Santa Monica e altre cause.

La madre di Albert non era sposata quando era nato, nel 1906. Dopo il matrimonio, ha cambiato il suo certificato di nascita per leggere il 1908, ha detto il giovane Albert..

Raramente protagonista dei film, Albert ha spesso interpretato il portatore spiritoso, il venditore di chiacchiere veloci o il padre comprensivo. La sua celebrità è arrivata in televisione, in particolare con “Green Acres”, in cui, ironia della sorte, ha interpretato il ruolo di uomo etero. Lo spettacolo si è unito a “The Beverly Hillbillies”, “Petticoat Junction” e ad altre commedie di alto livello della CBS degli anni ’60 e ’70.

“Alcune persone pensano che a causa del background bucolico ‘Green Acres’ è banale”, ha detto Albert ad un intervistatore nel 1970. “Ma siamo riusciti a superare alcune delle linee più incredibili in televisione”.

La sua pausa nel mondo dello spettacolo arriva negli anni ’30 nel successo di Broadway “Fratello Rat”, una commedia sulla vita al Virginia Military Institute. La Warner Bros. lo firmò per un contratto e lo scritturò nel film del 1938.

Secondo i pettegolezzi di Hollywood, è stato colto in flagrante dalla moglie di Jack L. Warner e il capo dello studio lo ha rimosso da un film e gli ha permesso di languire sotto contratto.

L’attore lasciò Hollywood e apparve come clown e trapezista in un circo messicano ad un anello. Fuggì dal suo contratto di studio unendosi alla Marina durante la seconda guerra mondiale e prestando servizio in combattimento nel Pacifico meridionale. Ha ricevuto una stella di bronzo per il suo eroico salvataggio di Marines feriti a Tarawa, ha detto suo figlio.

Albert è riuscito a riabilitare la sua carriera cinematografica dopo la guerra, iniziando con “Smash-up” con Susan Hayward nel 1947.

Tra i suoi altri film: “Carrie”, “Oklahoma!” “The Teahouse of the August Moon”, “The Sun Also Rises”, “The Roots of Heaven”, “Il giorno più lungo”, “Miracle of the White Stallions”, “The Longest Yard” e “Escape to Witch Mountain”.

Edward Albert Heimberger è nato a Rock Island, Illinois, è cresciuto a Minneapolis e ha lavorato per due anni all’Università del Minnesota.

Il teatro amatoriale portò a cantare in locali notturni e alla radio. In quel periodo ha lasciato il suo cognome “perché la maggior parte della gente lo ha pronunciato male come” Hamburger “.

Trasferitosi a New York, Albert recitò alla radio e apparve in azioni estive prima di entrare a Broadway e nei film.

“Green Acres” fece di Albert un uomo ricco e gli permise di perseguire le sue cause. Ha fondato Plaza de la Raza, una fondazione a East Los Angeles che insegna arti ai poveri ispanici.

Ha aiutato il Dr. Albert Schweitzer a combattere la carestia in Africa. Ha viaggiato per il mondo per l’UNICEF. Preoccupato di vedere meno pellicani sulle spiagge dove faceva jogging, è andato con gli ecologisti e suo figlio in un viaggio ad Anacapa Island.

“Abbiamo scoperto che in ogni nido tutte le uova erano schiacciate e nessuno sapeva perché”, ha detto il giovane Albert. “Hanno prelevato campioni e li hanno testati, e hanno trovato DDT in tutte le uova. … Un’intera generazione di specie è stata spazzata via. “

Albert iniziò a parlare degli effetti dannosi del pesticida nelle università di tutto il paese e nel 1972 il governo federale bandì il DDT.

Ha continuato a recitare nei suoi anni ’80, spesso comparendo in film per la televisione.

“Recitare era un decimo della sua vita. La maggior parte della sua vita si è impegnata ad aiutare altre persone “, ha detto suo figlio, anche lui attore. “Questo ragazzo era, dalla profondità assoluta della sua anima, uno dei veri eroi del nostro mondo.”

Edward Albert, 54 anni, diventato un attore di spicco in “Butterflies Are Free”, “40 Carats” e altri film, ha dichiarato di aver sospeso la sua carriera negli ultimi otto anni per aiutare suo padre, che soffriva di malattia di Alzheimer.

Venerdì scorso, ha ricordato un momento diversi anni fa in cui i due si sono seduti in un giardino insieme.

“Gli ho detto ‘sei il mio eroe’. L’ho visto lottare per mettere insieme le parole, e lui mi ha guardato e ha detto:” Sei l’eroe del tuo eroe. “Lo porterò al mio … tomba.”

Albert è stato sposato con l’attrice-ballerina Margo per 40 anni fino alla sua morte nel 1985. Oltre a suo figlio, Albert è sopravvissuto da una figlia, Maria Albert Zucht e due nipoti.

Era previsto un funerale privato.