Grammy 2016: John Legend, Demi Lovato, Meghan Trainor eseguono il tributo a Lionel Richie

L’omaggio all-star a Lionel Richie è stata forse la prima esibizione vincente dei Grammy Awards 2016.

Immagine: The 58th GRAMMY Awards - Show
Kevork Djansezian / Getty Images

A dare il via al tributo al MusiCares Person of the Year è stato il 10 volte vincitore del Grammy John Legend, che ha aperto il medley al pianoforte con “Easy Like Sunday Morning”, un successo per The Commodores, di cui Richie era membro prima di andare in solitaria.

Immagine: Recording Academy Person of the Year Richie performs
MARIO ANZUONI / Reuters

La leggenda introdusse Demi Lovato, che portò la sua potente voce al “Ciao” di Richie, saltando le ottave sul coro e facendo tremare la folla mentre stringeva: “Ti amo!” Richie pompò i pugni mentre guardava dal pubblico.

Luke Bryan ha seguito, portando un dolce tweak country a “Penny Lover”, prima che Meghan Trainor salisse sul palco per la sua interpretazione del successo “You Are”. Fece strada a Tyrese, che portò un certo funk al successo contagioso dei Commodoro, “Brick House”.

Fu allora che Legend e Bryan scortarono Richie sul palco, dove il clarinettista cantò “All Night Long”, spingendo la folla ad alzarsi in piedi e danzare lungo la traccia di benessere. Tra i festeggiatori di celebrità del pubblico c’erano Beck, il Dave Grohl dei Foo Fighters (che ha dato un solco mentre reggeva una coppa rossa), Don Cheadle, Robin Thicke e Wiz Khalifa.

CORRELATI: Grammys 2016: Taylor Swift consegna prestazioni luccicanti per la cerimonia di apertura

Mentre il medley si chiudeva, Richie gridò: “Ecco come lo facciamo proprio lì!” Il pubblico sembrava essere d’accordo.

Segui lo scrittore TODAY.com Chris Serico su Twitter.

Taylor Swift eseguirà il numero di apertura ai Grammy

Feb.12.201600:27