Luca vs Anakin: natura contro cultura

Il padre divenne cattivo. Il figlio no. Anakin Skywalker era il proverbiale cattivo seme, o aveva solo un’educazione più dura del suo ragazzo Luke?

La cronaca di George Lucas della famiglia Skywalker, che si conclude con “Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith”, costituisce un bel caso di studio cinematografico del vecchio dibattito sulla natura e la cultura. Il bene e il male sono allevati nelle ossa o coltivati ​​attraverso l’esperienza di vita?

“La vendetta dei Sith” completa la serie di prequel di Lucas sulle radici di Anakin, un pilota accattivante e un cavaliere Jedi che si rivolge al lato oscuro e viene trasformato in Darth Vader.

Che ne dici, George? Anakin è nato cattivo?

“No”, ha detto Lucas all’Associated Press. “Ecco perché la maggior parte della gente si è arrabbiata per” Episodio I. “Hanno detto,” Beh, dovrebbe essere un mostro. “Ma lui non è un mostro. Ha una sorta di capacità e consapevolezza elevate, ed è più intelligente della maggior parte delle persone, ma allo stesso tempo prende decisioni sbagliate “.

Lucas scelse di iniziare con la fanciullezza di Anakin, mostrandogli di passare dall’innocente, precoce innocente in “Episodio I – The Phantom Menace”, al cucciolo malizioso e innamorato di “Episodio II – L’attacco dei cloni”, al terminatore contorto in “La vendetta del Sith.”

‘Ambition’ ha trasformato Anakin
Come un prodigio con abilità al di là dei suoi anni, Anakin è stato sedotto dal pensiero che era destinato a cose più grandi del Jedi medio, ha detto il giovane Lucas Steven Spielberg.

“Penso che sia stata una semplice ambizione che lo ha trasformato nel lato oscuro”, ha detto Spielberg. “La trilogia mi dice che sono i pericoli di questa ambizione. Guarda, era in pod race a un’età troppo giovane. In questo caso, è stato il risultato del male delle ambizioni, essendo troppo ambizioso per il suo bene. “

Nato in schiavitù sul pianeta deserto Tatooine, Anakin era un ragazzo di mamma cresciuto in una casa monoparentale senza mai sapere chi fosse suo padre. Identificato dai Jedi come la prossima grande cosa, dal punto di vista della forza, Anakin viene portato via per crescere sotto la tutela di tali padrini galattici come Obi-Wan Kenobi, Yoda e Mace Windu.

Da adolescente, Anakin ritorna a Tatooine e massacra una banda di “gente di sabbia” nomade per aver ucciso sua madre, i primi passi dell’apprendista Jedi verso una vita di malevolenza.

“Anakin proviene da un’educazione da madre single. Aveva un attaccamento così estremo con sua madre e, a causa di ciò, perdere lei ovviamente ha avuto un impatto enorme su di lui “, ha detto Hayden Christensen, che interpreta Anakin.

In “La vendetta dei Sith”, la paura di Anakin di perdere la persona che ama di più – sua moglie, Padme Amidala – lo rende un marchio facile per il futuro imperatore malvagio, che tenta il giovane Jedi al lato oscuro con promesse di potere illimitato che gli avrebbe permesso di salvare la sua donna.

“Ha davvero a che fare con l’avidità e il rovescio della cupidigia, che è possessività”, ha detto Lucas. “Se sei un Jedi, non puoi avere possessività. Puoi amare le persone, puoi preoccuparti delle persone, ma non puoi trattenerle. Di conseguenza, è lì che va male, e questo lo porta a prendere il potere, e quel potere si corrompe. E molto presto, sta pensando di diventare l’imperatore dell’universo. “

Nessuno nasce con un complesso di Napoleone. Eppure la nostra materia prima genetica stabilisce le tendenze su come ogni persona risponderà ai fattori ambientali, ha detto Alan Hilfer, psicologo infantile del Maimonides Medical Center di New York.

“Veniamo al mondo con una personalità, un personaggio. Alcuni bambini sono più irritabili, altri più sensibili, alcuni bambini sono accomodanti “, ha detto Hilfer. “Entriamo tutti con un particolare set di pezzi biologici per inventare chi siamo. Come le cose agiscono su quei pezzi determinano come navighiamo nel resto della nostra vita. “

Anakin ha una predisposizione biologica a un grande potere nel suo livello altissimo di “mitacloriani”, i mojos microscopici dai quali i Jedi e le loro controparti malvagie, i Sith, traggono la loro potenza.

Educazione più stabile per LukePoi, fa anche Luke, che eredita i poteri innati di papà.

“The Force è forte con questo”, osserva Darth nel suo primo incontro con Luke nell’originale “Star Wars”, durante un duello nello spazio.

“La Forza corre forte nella mia famiglia”, commenta Luke in “Ritorno dello Jedi”, suggerendo alla principessa Leia i suoi stessi poteri nascosti mentre rivela che sono fratello e sorella.

Luca cresce con un sistema di supporto migliore, cresciuto in una casa severa ma amorevole da parte di suo zio Owen e Zia Beru, i parenti stretti di Anakin, nella loro fattoria di umidità Tatooine. E a lui sconosciuto, ha Obi-Wan che lo sorveglia da lontano, aspettando il suo tempo fino a quando il giovane Skywalker è pronto per imparare le vie della Forza.

Naturalmente, la zia e lo zio di Luke vengono uccisi dai teppisti di Vader. E affronta una simile minaccia di perdita – nel caso di Luke, sua sorella – tuttavia resiste alla tentazione di ingannare i suoi modi da chierichetto e vendere la sua anima all’imperatore.

Alla fine di “Episodio VI – Il ritorno dello Jedi”, il buon cuore di Luke è così forte, che richiama suo padre sul lato destro mentre Anakin rinuncia a decenni di depravazione e muore con uno sguardo amorevole fisso su suo figlio.

“Tuttavia, Luke è riuscito a diventare altruista, perché non era allenato nello stesso modo in cui sarebbe stato addestrato uno Jedi, ma alla fine, quando è arrivato il momento critico, ha preso una decisione di essere altruista”, ha detto Lucas. “Non voleva il potere di controllare l’universo. Non voleva essere la mano destra dell’imperatore. Non voleva distruggere suo padre e si è rifiutato di seguire il programma. “

In parole povere, Han Solo una volta accarezzò Luke, “Non essere presuntuoso”.

Luke ha ricevuto il messaggio. Anakin no.

“Penso che derivi dall’ossessione di qualcuno e dall’ambizione di qualcuno, lasciando che la loro ambizione abbia la meglio su di loro”, ha detto Christensen. “Questo è qualcosa che Luke non ha davvero. Sebbene avesse la sensazione di voler avere qualcosa di più grande, lascia Tatooine e tutto il resto.

“Ma Anakin ha creduto che l’hype. Pensava di essere il prescelto. Questo è un livello molto diverso di volere qualcosa di più. Il potere assoluto, non è qualcosa che Luke voleva. “

E non era qualcosa che Lucas voleva per Luke. Per tutte le teorie sulla natura e sull’educazione, Lucas ha la risposta più semplice sul perché Luca non segue papà lungo il sentiero del male.

“Fa una bella storia”, disse Lucas ridendo.