Ospite Golden Globes Seth Meyers affronta gli scandali legati alla cattiva condotta sessuale in monologo

Come ospite dei Golden Globe Awards, Seth Meyers ha perso poco tempo nell’affrontare il grande tema della notte: la crescente campagna contro gli scandali legati alla cattiva condotta sessuale che hanno scosso Hollywood negli ultimi mesi.

Infatti, l’ha affrontato con la prima battuta nel suo monologo di apertura.

“Buonasera, signore e gentiluomini rimanenti”, si è rivolto alle stelle nella stanza del Beverly Hilton poco dopo aver camminato sul palco.

“È il 2018”, ha aggiunto Meyers. “La marijuana è finalmente permessa e le molestie sessuali alla fine non lo sono.”

Immagine: Seth Meyers hosts the 75th Golden Globe Awards in Beverly Hills, California,
Seth Meyers consegna il monologo di apertura ai Golden Globe Awards.HANDOUT / Reuters

L’ospite di “Late Night” ha fatto riferimento agli sforzi di potenziamento che molte star hanno intrapreso per combattere le molestie sessuali.

“C’è una nuova era in corso e posso dirlo perché sono passati anni da quando un uomo bianco era così nervoso a Hollywood”, ha scherzato.

Per diversi minuti, Meyers ha affrontato il tema con un senso dell’umorismo ironico, facendo attenzione a non oltrepassare i limiti del gusto.

“Hanno cercato di ottenere una donna per ospitare questo spettacolo. Hanno detto, ‘Ehi, come ti piacerebbe venire a essere giudicato da alcune delle persone più potenti di Hollywood?’ E le donne erano come, ‘Beh, dov’è?’ E hanno detto che è in un hotel, e una lunga storia Insomma, sono il tuo ospite stasera, “disse.

Immagine: Seth Meyers hosts the 75th Golden Globe Awards in Beverly Hills, California,
Meyers ha riso (e sussulta) mentre si rivolgeva agli scandali delle molestie sessuali che hanno scosso Hollywood.NBC via Reuters

Un paio di battute di Meyers sono venute a spese di Kevin Spacey, uno dei numerosi attori di alto profilo accusati di cattiva condotta sessuale, ma ha riservato i suoi più pungenti barbe a Harvey Weinstein, l’uomo le cui presunte azioni hanno ispirato il movimento #MeToo.

“Penso che sia ora di affrontare l’elefante non nella stanza … Harvey Weinstein non è qui stasera perché ho sentito voci che è pazzo e difficile da lavorare”, ha detto. “Ma non preoccuparti, tornerà tra 20 anni quando sarà la prima persona a essere fischiata durante la memoria”.

Quando il pubblico ha reagito con sussulti udibili, Meyers ha aggiunto: “Suonerà così”.

Il monologo di apertura di Meyers ha seguito un tappeto rosso in cui molte star si sono vestite di nero e sfoggiava una spilla Time’s Up per sensibilizzare alla lotta contro le molestie sessuali sul posto di lavoro.

Guarda cosa succede (e su!) Un Golden Globe Award

Jan.05.201801:54