Potrebbe essere magico? 5 cose che probabilmente non sapevi su Barry Manilow

A partire dagli anni ’70, Barry Manilow è diventato un nome familiare grazie ai classici pop romantici e accattivanti come “Copacabana” e “Could It Be Magic”. E ha continuato a usare il suo talento per mantenere i fan felici con la sua ultima uscita, “Dream Duets”, un modo unico di cantare con le leggende musicali (suggerimento: sono tutti defunti). 

Barry Manilow confonde lo stile “Copacabana” con le ancore OGGI

Dec.15.201404:58

Ma mentre la magia di Manilow ha fatto parte delle nostre vite per molti anni, ci sono almeno cinque cose che potresti non sapere di lui. Ecco cosa abbiamo imparato durante la sua visita di oggi:

Uno dei suoi primi concerti era suonare il piano per Bette Midler
“Non ho mai voluto essere un artista”, ha detto del lavoro, in cui è rimasto saldamente sullo sfondo. “Ho imparato a fare il professionista.”

Un altro stipendio anticipato? Scrivere jingles
E non tutti i jingle; molti di questi brani mini-pop sono ancora utilizzati oggi negli annunci. Come per State Farm (“come un buon vicino, State Farm è lì”). “Ho ricevuto [pagato] $ 500 per quello!” disse Manilow, schioccando la mano sulla scrivania con finto disgusto. Vuoi saperne di più? Dai un’occhiata a questa clip del suo album dal vivo del 1977. 

Una battuta lo ha messo nei guai con lo Smithsonian
Una volta Manilow indossava una maglietta con le maniche lunghe sul palco per esibirsi in “Copacabana”, e in seguito ricevette un appunto dallo Smithsonian Institution, che voleva includerlo nella loro collezione. Il cantante è stato onorato, ma non ha potuto resistere a una battuta facile: “Ho detto in un’intervista,” ho sempre saputo che sarebbe finito in un’istituzione “, ha ricordato. “E furono così insultati che lo rimandarono indietro!”

All’inizio, l’idea del touring lo terrorizzava
Dopo “Mandy” ha colpito il numero 1 nel 1974, “la mia vita è esplosa in un milione di pezzi”, ha spiegato, ma ha aggiunto che il tour che avrebbe dovuto fare era preoccupante. “Cosa dovrei fare con le mie gambe adesso? Devo alzarmi e parlare con queste persone”, ha detto. “Non ero preparato, ero abbastanza imbarazzante, ma il pubblico non sembrava avere alcun problema con me, e io sono ancora qui.”

Savannah Guthrie sembra conoscere tutti i suoi testi
Durante un gioco “Finisci il lirico”, le ancore non erano come Barry-savvy come speravano di essere, e telefonarono a un amico: Guthrie, nel suo ufficio. Una volta al telefono, però, non riusciva a smettere di cantare insieme ad alcuni dei più grandi successi di Manilow. Parla della magia!

“I Duetti di Sogno di Barry Manilow” sono usciti.

Segui Randee Dawn su Google+ e Twitter.