‘Sopranos’ ritorna con un botto

Avvertenza sullo spoiler: questo articolo discute di ciò che è accaduto nella prima di “Sopranos”. Non l’hai visto e non vuoi saperlo? Smetti di leggere ora.

Lascia che ti dica una cosa, AJ, “disse Tony Soprano a suo figlio nel mezzo della premiere della sesta stagione di” The Sopranos “.” Non m’importa quanto sei vicino. Alla fine, i tuoi amici ti abbandoneranno. Famiglia, sono quelli su cui puoi fare affidamento. “

Tragicamente, Tony Soprano si sbagliava. Forse è sbagliato.

Nella prima stagione dello show HBO, che si è guadagnato il posto tra le più grandi serie televisive drammatiche in onda, Tony’s Uncle Junior ha lavorato con la madre di Tony, Livia, per far uccidere Tony. Livia si sentì tradita quando apprese che Tony stava vedendo uno psichiatra e temeva ciò che Tony avrebbe potuto dire alla sua nuova confidente. La sua trama fallì, ma ora, lo zio Junior e Livia, morta da molto tempo, avrebbero finalmente potuto farsi strada.

Il primo episodio degli ultimi 20 episodi di “The Sopranos” ha introdotto alcune nuove storie, ma è stato in gran parte un ritorno al suo nucleo complesso: le macchinazioni della vita lavorativa di Tony. Con Johnny Sack in prigione, Tony ha lavorato per mantenere la pace tra New York e New Jersey, dicendo a suo nipote Christopher che le sue concessioni erano “una strategia”.

La più drammatica delle molte sottotrame dello show riguardava le morti non correlate di due informatori dell’FBI. Raymond Curto cadde morto dando informazioni sfortunate all’agente dell’FBI Robyn Sanseverino, mentre Eugene Pontecorvo si impiccò piuttosto che vivere una vita sotto il comando di Tony Soprano. Gene e sua moglie Deanne volevano lasciare le loro vite del New Jersey per la Florida, avendo ricevuto alcuni milioni di dollari di eredità da un parente. Ma Tony ha ricordato a Gene il suo giuramento di Mob e ha rifiutato la sua richiesta – così come gli agenti dell’FBI a cui aveva riferito.

Il tempo trascorso dalla scorsa stagione ha anche lasciato il rapporto di Tony e Carmela in una sorta di imbarazzante equilibrio, con Carmela che ha abbracciato il suo ruolo nella vita di Tony, che include essere disposti a farsi comprare. Dopo che Tony le diede una nuova Porsche Cayenne, lei strillò: “Continuo a desiderare che tu abbia parlato con il ragazzo del reparto edile, ma – oh mio Dio! Che macchina! “

L’unica cosa che mancava a questo episodio era Paulie Walnuts; forse era via a farsi colorare i capelli. Tutto sommato, però, è stato ciò che gli spettatori si aspettano da un episodio tipico, ben recitato, elegantemente scritto e moderatamente complicato di “The Sopranos”.

Dì “Zio”Poi è arrivata la scena finale.

Barry Wetcher

Zio Junior, letteralmente senza denti e perso in un mare di delusione, paranoia e Alzheimer, ha sparato a Tony Soprano nel petto. Poi corse in camera da letto, nascose la pistola e si rannicchiò nell’armadio dietro le porte a doghe. Un cliffhanger chiuse l’episodio: uno sparo della faccia di Tony sul pavimento della cucina dello zio Junior, dove aveva cenato poco prima. Da un telefono penzolante e macchiato di sangue, la voce di un operatore del 911 chiamò ma non ricevette risposta.

Gli altri omicidi e colpevoli della serie in genere hanno senso all’interno della logica degli affari di Tony; anche la morte dell’amata Adriana, uccisa da Silvio verso la fine della scorsa stagione per essere un topo, era giustificata, almeno per gli altri personaggi. Lo stesso sarebbe stato praticamente vero se l’assassinio di Tony, orchestrato dalla madre e dallo zio Junior, fosse riuscito.

Ma questo sparo, sia che lasci Tony Soprano morto (improbabile) o che sia semplicemente grato di essere vivo, è stato del tutto casuale e inaspettato. Era il modo perfetto per iniziare questa sesta stagione perché è un’illustrazione ideale di ciò che è sempre afflitto da Tony. Le sue relazioni d’affari possono continuamente mettere a rischio la sua vita, ma il peso della serie è sempre venuto da coloro a lui più vicini, quelli collegati dal sangue o dal matrimonio. Sono quelli che lo influenzano veramente.

È stato l’impegno cieco e incrollabile di Tony verso la sua famiglia a rendere possibile la ripresa. Mentre sua sorella Janice voleva mettere il Junior sempre più pesante in una struttura di vita assistita, Tony rifiutò, quasi violento nella sua insistenza.

In una sessione di terapia, il dott. Melfi ha ricordato a Tony che, anche dopo anni di consulenza, non era ancora in grado di ammettere che sua madre non lo amava. Invece, ha continuato a giustificare il suo comportamento, trasferendo il suo desiderio per la sua accettazione a suo zio. Le parole di Melfi non furono ben accolte.

Forse – e questa è tutta una mera congettura – gli episodi restanti si svolgeranno dopo Tony, come ha fatto “Six Feet Under” dopo che uno dei suoi personaggi principali è morto. O forse gli spettatori hanno appena visto la fine di “The Sopranos”, e gli episodi rimanenti rifletteranno sul valore dell’anno di storie che portano alla sua morte per mano di Uncle Junior.

Più probabilmente, Tony emergerà da questo un uomo cambiato, e quei cambiamenti influenzeranno il modo in cui la sua vita si svolge nel resto della vita della serie. O forse sopravviverà e le cose rimarranno le stesse, proprio come hanno sempre fatto.

I primi momenti dello spettacolo, che all’inizio sembravano sconnessi, possono offrire alcuni indizi. Si è aperto con un agente dell’FBI che recitava una delle linee più famose di HL Mencken – “Nessuno è mai andato in bancarotta sottovalutando il gusto del pubblico americano” – e un altro vomitando subito dopo. Punto preso.

William Burroughs eseguendo un estratto delle sue “The Western Lands” ha poi fornito la colonna sonora di come molti dei personaggi sono stati reintrodotti, mentre il testo di Burroughs serviva sia come narrazione che come guida prescientifica. Cominciò dicendo, “gli antichi Egizi postularono sette anime” che iniziano a “lasciare [il corpo] al momento della morte”. Queste sette anime furono descritte come personaggi comparsi.

L’aspetto più sorprendente è stato di Adriana, che è ancora molto morta ma si è presentata nel sogno di Carmela. Adriana era sullo schermo mentre i telespettatori hanno appreso “l’Ombra, la memoria, i tuoi passati condizionamenti passati da questa e altre vite.” L’ombra di Adriana sicuramente pesa molto su questa stagione; ha pagato il prezzo massimo per il suo coinvolgimento con questa famiglia. La sua morte potrebbe aver prefigurato le riprese di Tony per mano dello zio Junior: Adriana non si aspettava quello che sarebbe successo fino all’ultimo istante, e fu uccisa da qualcuno di cui si fidava.

“The Guardian Angel” è stato descritto come Meadow ha ballato seducente in mutande per il fidanzato Finn; Carmela stava sognando Adriana mentre Burroughs descriveva “Il Doppio … l’unica guida affidabile attraverso la terra dei morti”; e Janice e la sua nuova figlia piccola erano sullo schermo mentre il narratore descriveva “il nome segreto” che “dirige il film della tua vita dal concepimento alla morte”.

Che cosa esattamente tutto questo significhi potrebbe non diventare evidente fino a quando la stagione non si svolgerà, o fino a quando il primo episodio non riceverà alcune visualizzazioni più ravvicinate. Ma ciò che era chiaramente evidente, tuttavia, era che l’unica persona che non abbiamo visto durante questa narrazione era Tony.

Questo perché quelle sette anime lo abitano; la sua famiglia è il suo vero essere. L’ironia è che è stato colpito da una parte di se stesso.

è uno scrittore e insegnante che pubblica la realtà sfocata, un riassunto quotidiano delle notizie di reality TV.