8 cose che avrei voluto conoscere prima che mio figlio iniziasse l’asilo

(Nota del redattore: quando la scuola inizia questa settimana in alcune parti del paese, iniziamo a di nuovo a scuola versione del nostro ““Le cose che vorrei conoscere” serie, in cui i genitori riflettono su cose che avrebbero potuto aiutare prima di ogni fase della scuola.)

Ti senti ansioso di mandare tuo figlio all’asilo, e giustamente. Dopotutto, l’asilo è una specie di grande affare. Se tuo figlio è in età prescolare dall’età di due anni o si sta preparando per la sua prima esperienza in una classe, i cambiamenti sono grandi e il panorama delle regole, materiale scolastico e fermate degli autobus può sembrare travolgente per navigare.

Nelle settimane che precedono il primo giorno della scuola materna, anche le mamme ei papà più scalcagnati possono trovarsi di fronte al letto del loro letto addormentato durante la notte, chiedendosi, “Come è il nostro piccolo bambino abbastanza grande da sopravvivere in un grande bambino scuola?”

La buona notizia è che la piccola mano insicura a cui lasci andare il primo giorno sarà la stessa che ti saluta eccitata quando scende dall’autobus l’ultimo giorno. La differenza di un anno scolastico è sbalorditiva e, come ogni genitore sopravvissuto ti dirà, ci sono alcuni suggerimenti e trucchi che possono rendere la transizione più facile sia per i bambini che per i genitori.

1. Hanno bisogno di sapere più dei loro ABC e 123.

Un ottimo modo per dare al tuo bambino un vantaggio in classe è quello di essere a conoscenza delle cose che il distretto scolastico suggerisce di conoscere prima entrando all’asilo. Dalla possibilità di leggere frasi di due o tre parole, di essere in grado di scrivere e scrivere il suo nome completo, mamma Riss Courtade dice di essere rimasta scioccata dalle cose che sua figlia avrebbe dovuto sapere prima dell’inizio dell’anno scolastico. “Queste sono cose che ricordo di aver imparato a scuola”, dice Courtade. “Era quello che era l’asilo infantile: imparare i tuoi ABC, numeri, colori. Non mi è mai venuto in mente che avrebbe dovuto sapere tutto questo solo per entrare all’asilo! “

2. Non aver paura di essere l’avvocato di tuo figlio.

Heather Lane ricorda di essere titubante ad essere assertiva sull’allergia all’arachide del figlio Daniel quando ha iniziato la scuola materna lo scorso autunno. Ha imparato presto, tuttavia, che i genitori dovrebbero essere pronti ad essere feroci e a combattere la scuola su tutto ciò che li fa sentire che il loro bambino non è sicuro. “Anche se più scuole sono consapevoli delle allergie alimentari in questi giorni, non sono sempre sicuri di ciò che devono fare per mantenere il bambino al sicuro”, dice Lane. Raccomanda di incontrarsi con infermieri scolastici, amministratori e insegnanti di classe per sviluppare un piano che ti faccia sentire a tuo agio e assicuri che il bambino si astenga dai problemi con gli alimenti e gli allergeni.

Elle Christianson on her first day of KG.
Elle Christianson nel suo primo giorno di scuola materna. Oggi

Quando la figlia autistica di Liz Christianson, Elle, iniziò la scuola materna, si concentrò sulla creazione di una relazione amichevole con gli insegnanti e aiutanti nella sua scuola. “Sii rispettoso e calmo quando sorgono momenti difficili – aiuterà davvero gli insegnanti ad essere aperti ad ascoltare i tuoi consigli e le tue idee”, offre Christianson. 

3. Partecipa all’esperienza in classe del tuo bambino.

Un modo fondamentale per rimanere in contatto con l’insegnante di tuo figlio ed essere a conoscenza degli avvenimenti in classe è di fare volontariato a scuola. Papà Prashant Udeshi dice che mentre la mancanza di comunicazioni individuali dalla scuola lo ha sorpreso, il volontariato nella scuola materna della figlia Priya si è rivelato un modo gratificante per essere coinvolto nell’educazione di suo figlio. “A questa età, i bambini saranno felici di vederti e conoscerai gli altri bambini della classe e gli insegnanti”, offre Udeshi.

4. Prepara il pranzo con saggezza.

Con la bella gamma di pranzi in bento-box visti su Pinterest, può essere difficile per i genitori resistere al confezionamento di intricati pranzi per i loro piccoli. Tuttavia, lo specialista della lettura scolastica Amy Shandrowsky dice dal suo punto di vista, raccomanderebbe ai genitori confezioni che possono essere mangiate velocemente e che i bambini possono aprire in modo indipendente. “Quando arrivano alla caffetteria, trovano il loro posto e aspettano che qualcuno apra loro gli oggetti per il pranzo – hanno solo pochi minuti per mangiare”, dice Shandrowsky.

“Assicurati che possano aprire tutti i loro contenitori per il pranzo. Assicurati che possano aprire il proprio tubo di yogurt o un sacchetto di snack alla frutta. Assicurati che possano infilare una cannuccia in una scatola per il succo. E non inviare un sacco di cibo – non hanno il tempo di mangiarlo “, aggiunge Lane.

21 foto
Presentazione

21 modi fantastici per preparare il pranzo per tornare a scuola

Troppo bello per la scuola? Non con questi lunchbox creativi che manterranno il tuo cibo fresco e il tuo bambino felice.

5. Non dare per scontate le basi.

Shandrowsky dice anche che vede i bambini tutti i giorni che non conoscono l’etichetta del bagno o si spaventano quando vengono mandati in bagno da soli. “Spesso, la scuola è il primo posto in cui i bambini usano il bagno da soli. Aiuta qualcuno a casa a recensire cose come lavarsi le mani o lavare il bagno con loro “, dice Shandrowsky.

“L’ho fatto, mamma!” Daniel Lane alla fine del suo anno di scuola materna. Oggi

Secondo Shandrowsky, le esercitazioni antincendio e le esercitazioni di emergenza sono spesso travolgenti per i bambini, poiché non hanno mai sperimentato questo tipo di attività prima. “Parla con tuo figlio prima del tempo – fai loro sapere cosa sta succedendo durante questi eventi e assicurati che capiscano che non c’è bisogno di essere spaventati”.

6. Sappi che l’asilo è estenuante.

Dal momento che l’asilo è in genere la prima esperienza scolastica di un bambino, i genitori dovrebbero essere pronti per i loro figli ad essere esausti dopo la scuola, almeno per le prime settimane. “Quei primi giorni sono lunghi e stressanti”, dice Udeshi, “Non pianificare molte attività dopo la scuola all’inizio”.

Altri modi per aiutare il tuo piccolo a riprendersi dalla lunga giornata scolastica includono l’impostazione di una rigorosa ora di andare a letto e di lavorare su una routine mattutina che permetta ai bambini di dormire il più possibile. Una volta che il bambino è a letto, pensa di stendere gli indumenti del giorno successivo e di decidere cosa verrà servito per la colazione, per far funzionare le cose senza intoppi.

7. Va bene per te essere emotivo.

Inviare il tuo bambino all’asilo è un evento agrodolce, ed è normale che ci siano lacrime sia da te che da tuo figlio. Wendy Elkins ha mandato tre dei suoi figli all’asilo e dice che l’emozione è stata lì ogni volta. “È un grande cambiamento per uno dei tuoi piccini lasciare la casa per gran parte della giornata! Lasciar andare è difficile, e l’asilo è uno dei momenti più difficili. Sto piangendo solo a pensarci, “dice Elkins, il cui quarto figlio inizia l’asilo l’anno prossimo.

8. L’insegnante dice: tuo figlio starà bene, e anche tu.

La maestra d’asilo Kristen Weaver dice che, mentre ci possono essere ostacoli da superare durante l’asilo, i genitori dovrebbero ricordare che è la prima esperienza scolastica ufficiale dei loro figli, e che è importante che genitori e insegnanti lavorino insieme per fare dell’asilo un’esperienza di successo per ogni bambino.

“La cosa più genuina che dico ai genitori è che la quantità di progressi – dal punto di vista fisico, sociale, accademico, emotivo – che il loro bambino farà durante l’anno scolastico è davvero un’esperienza speciale da osservare”, afferma Weaver.