GoPro collegato al casco mostra il mondo dal punto di vista del bambino

A 10 mesi, questo giovane cameraman ama guardare la gente, guardare gli aerei che si muovono nel cielo e fissare grandi animali imbalsamati.

Dà anche ai suoi genitori una visione straordinaria della vita dal punto di vista di un bambino grazie a un gadget popolare appollaiato sulla cima della sua testa.

La videocamera GoPro offre una visione del mondo da bambino

Aug.21.201401:24

Quando Edward Wagner e Kristin Wagner scoprirono che il loro figlio Braydon doveva indossare una fascia cranica – un elmetto progettato per trattare un punto piatto sulla testa di un bambino – i genitori decisero di abbellirlo con un accessorio insolito: una videocamera GoPro.

Come molti appassionati di outdoor, i Wagner sono fan dei dispositivi ultraleggeri, che catturano il mondo dal punto di vista di chi lo indossa.

bambino with camera
Braydon Wagner, che ha quasi 10 mesi, mostra la videocamera GoPro collegata al suo casco medico.Oggi

“Ho messo il mio GoPros su tutto, quindi quando ho detto mettiamo una GoPro sul bambino, ha pensato che sarebbe stata una grande idea,” Edward Wagner, 40 anni, ha raccontato a TODAY Parents del piano che aveva in mente sua moglie.

“Stiamo vedendo il mondo attraverso gli occhi di Braydon – vedere quello che vede il nostro bambino.”

La coppia, che vive a Costa Mesa, in California, è stata “sorpresa e affascinata” dal filmato. La fotocamera non è un’aggiunta permanente all’elmetto di Braydon, ma è attaccata ad esso una volta al mese durante le uscite speciali, come quando la famiglia di recente è andata a una fiera locale o ha esplorato New York o ha guardato una gara automobilistica. Si trova nella stessa direzione in cui si trova Braydon, quindi registra qualsiasi cosa attiri la sua attenzione.

“Finisci per imparare molto di più sul tuo bambino”, ha detto Kristin Wagner, 30 anni.

bambino and camera
Braydon controlla una creatura pelosa in una fiera locale.Oggi

I genitori hanno imparato, ad esempio, che Braydon ama guardare gli aerei e gli uccelli, e ama guardare il cielo molto più che a terra. Presta anche più attenzione di quanto si aspettassero. Al Gran Premio di Long Beach, avrebbe voltato la testa per guardare una macchina che andava avanti dall’inizio alla fine, sorprendendo suo padre che non pensava che il bambino avrebbe affinato le cose così intensamente.

Alla fiera, Braydon era affascinato dalle persone.

“Se vede qualcuno che cammina in un vestito luminoso o vede qualcuno in possesso di uno di quei grandi animali imbalsamati, in realtà girerà la testa e guarderà quella persona che cammina e li seguirà finché non scompariranno alla vista”, ha detto Edward Wagner..

A loro volta, la gente era affascinata dal bambino, con il filmato che mostrava estranei sorridenti e salutando il bambino con il casco. I Wagner dicono che la telecamera diffonde una certa curiosità attorno alla fascia cranica di Braydon, trasformando il dispositivo medico in qualcosa di divertente poiché molti passanti sono disarmati dalla GoPro.

Per quanto riguarda Braydon, il bambino non sembra preoccuparsi o notare la presenza della fotocamera, che pesa solo poche once, ha detto Edward Wagner.

bambino and dad
Edward Wagner tiene il figlio Braydon al Gran Premio di Long Beach.Oggi

I genitori stanno ora incorporando tutto ciò che hanno imparato su Braydon attraverso i video nella loro interazione con lui.

“Ti aiuta a regolare le cose che usi per aiutarlo a imparare o ad intrattenerlo in base a ciò che gli piace. Come sempre guardando il cielo con aeroplani o amando luci brillanti “, ha detto sua madre.

L’obiettivo ora è quello di condensare ore di riprese in un video più breve che Braydon può vedere quando è più vecchio per vedere tutte le cose che ha fatto ed è stato affascinato da un bambino. La sua fascia cranica si stacca tra circa un mese, ma i Wagner hanno intenzione di continuare a utilizzare la GoPro di Braydon durante le loro uscite, sia attaccandola al casco di sicurezza in bici o utilizzando un’imbracatura toracica.

Raccomandano caldamente che gli altri genitori facciano lo stesso.

“Nella mia mente, perché non vorresti vedere? Ci sono tanti modi diversi in cui comunicano con te e impari che, specialmente con il tuo primo figlio, ogni giorno è un’esperienza di apprendimento “, ha detto Edward Wagner..

Segui A. Pawlowski su Google+ e Twitter.