Il viaggio della mamma di Jenna Wolfe: Tiny baby Harper porta grandi sorprese

Oggi Harper ha 3 settimane. Una parte di me non può credere che solo tre settimane e mezzo fa, non è ancora nata. L’altra parte di me non può credere che non abbia mai avuto questo bambino per sempre. In così poco tempo, ho imparato a conoscere ogni piccolo dettaglio su di lei … il modo in cui le sue mani danzano ciecamente quando è schizzinosa, il modo in cui le gambe iniziano a schioccare quando la prendi per la prima volta, le sue labbra formano una formazione di fischietto quando è giocosa, il modo in cui sorride quando ha il gas, il modo in cui i suoi occhi scrutano la stanza come una vecchia stampante di moda quando si sta svegliando, il modo in cui i capelli si arricciano dopo il bagno, il modo in cui le dita dei piedi si allarga quando le solletichi i piedi, il modo in cui il suo pianto inizia sempre con qualche piccolo guaito debole, il modo in cui sbircia sempre nella grande apertura appena togli il pannolino …

Sono entrambe affascinata e sorpresa da lei allo stesso tempo.

arpista Estelle Wolfeld Gosk
Baby HarperOggi

La maternità è un bel viaggio. Do la mancia del mio cappello proverbiale a tutte le donne che hanno fatto questo prima di me. Ci sono così tante cose che “loro” non ti dicono di tutto questo. Dimentica la nascita effettiva (lascerò che il mio eroe, Stephanie, lo descriva dal suo punto di vista uno di questi giorni), ma è la vita postpartum che mi ha colto di sorpresa. Quella prima notte a casa quando sei solo tu, il tuo partner, un bambino fragile da 7 sterline e un sacco di pannolini, ti chiedi come e perché ti hanno mai fatto uscire dall’ospedale senza prima aver superato una serie di test genitoriali.

Dov’è il manuale di istruzioni?!

Non ti raccontano tutto il bucato che inizierai a fare, (se qualcuno vorrebbe farne un po ‘, abbiamo praticamente un servizio a tempo pieno che va qui), l’importanza del burp cloth (dopo sei rovinati camicie, finalmente ho capito), o che i piani genitoriali migliori sono il 100% destinati a essere infranti.

Abbiamo dovuto fasce su YouTube (assomiglia al pane Challah quando è fatto bene), e all’allattamento al seno (um … non sapevo che potevano crescere così tanto!), E il cambio del pannolino era corretto (come poteva qualcuno così piccolo riempire un intero pannolino?), e il passeggino come-a (avrei dovuto spingere di più per entrare in Harvard), e l’AZ dei genitori (come siamo sopravvissuti prima di Internet?).

Ma non ti dicono nemmeno dello sguardo “Ti amo” con gli occhi spalancati che ti dà quando si sveglia per la prima volta, o il suo profumo perfetto per il bambino subito dopo il bagno, o … e questo è il mio preferito … guardando Steph innamorarsi di lei. Niente di più dolce di loro due insieme.

arpista and TODAY's Lester Holt
Harper e TODAY di Lester HoltOggi

Dirò questo: Steph e io non abbiamo mai riso più di quanto abbiamo fatto nelle ultime tre settimane. Abbiamo giurato di non prendere frustrazioni (privazione del sonno, dolori della fame e privazione del sonno … oh, te l’ho già detto?). Nessun combattimento a causa dei tempi difficili. Così, invece, i tempi difficili sono diventati i tempi divertenti:

Ci fu il tempo in cui fummo convinti che avesse l’ittero e la portò di corsa all’ospedale. (Non aveva ittero e non leggevamo più WebMD.)

C’era il nostro primo viaggio al pediatra quando lei aveva 2 giorni. Chiesero il nome del paziente e tutto quello che ricordavo era: “Harper … um, Harper qualcosa …”.

Ci fu il pomeriggio in cui i nostri amici, Erica Hill e Lester Holt si fermarono. Lester ha tenuto Harper e le ha spiegato le virtù della Motown. Poi ha iniziato a cantare “My girl” … il ragazzo letteralmente dimentica ogni parola tranne MY e GIRL. Devo amare Holt.

Ci sono le canzoni truccate e rimaste che Steph e io cantiamo per riempire tutte le sue attività. Assomigliano a qualcosa come … “Harper, oh Harper, non c’è bisogno di piangere, l’ultima volta che abbiamo controllato, non sei un ragazzo. I tuoi occhi sono così dolci e blu, i tuoi piedi sono troppo piccoli per indossare una scarpa. 20 altri versi, ma ti risparmierò. “

Potrei andare avanti e avanti con i funni, ma a corto di spazio assegnato su questo blog. Quindi lo lascerò a questo … Non so cosa sto facendo. Né Steph. Ma noi amiamo questo bambino e proteggiamo questo bambino e lo nutriamo, la cambiamo e la accarezziamo. Tutto il resto, preghiamo, andrà a posto a tempo debito.