Il video di Khloe Kardashian di baby True scatena un dibattito traumatizzante

Dopo aver postato un video su Instagram che sembrava mostrare il suo bambino con le orecchie trafitte, Khloe Kardashian ha scatenato un vecchio dibattito sui genitori: è giusto perforare le orecchie di un bambino?

Il piercing all’orecchio nei bambini rimane un problema conflittuale tra coloro che pensano che sia innocuo, e per alcuni una tradizione culturale, e coloro che credono che infligga dolore ai bambini per amor di vanità.

Non perdere mai una storia genitoriale con la newsletter di Parenting di oggi! Iscriviti qui.

Il video di Instagram, che non è più disponibile, ha mostrato la figlia di Kardashian True, nata il 12 aprile, apparentemente sportiva orecchini traforati con borchie dorate.

Coloro che hanno avvistato gli orecchini non avevano paura di condividere i loro pensieri, con alcuni che difendevano la pratica e altri che si opponevano ad essa.

L’American Academy of Pediatrics non esce contro il piercing all’orecchio infantile.

“Le orecchie possono essere perforate per ragioni estetiche a qualsiasi età, e durante la mezza età dell’infanzia, alcuni giovani chiederanno di avere le orecchie forate”, nota l’accademia sul suo sito. “Se il piercing viene eseguito attentamente e curato con coscienza, c’è poco rischio, indipendentemente dall’età del bambino, tuttavia, come linea guida generale, rimandare il piercing fino a quando il bambino non sarà abbastanza maturo da occuparsi del sito trafitto “.

Il piercing delle orecchie infantili è una tradizione culturale per molte famiglie Latino, ma per qualsiasi motivo venga praticato un piercing, le linee guida sono simili a quelle per i bambini più grandi o gli adulti. Controlla l’infezione e rispetta materiali e supporti per orecchini di alta qualità.

“Non ho una buona ragione per dire che (i genitori non possono avere le orecchie di un bambino piercing)”, ha detto a TODAY Parents il dott. Bill Bush, pediatra in capo all’Helen DeVos Children’s Hospital di Grand Rapids, Michigan. “Prendersi cura di un bambino con le orecchie trafitte non è diverso dal prendersi cura di un altro bambino, tranne che (nel caso di un bambino) tocca al genitore a cui badare (le orecchie del bambino)”.

Bush raccomanda che anche i bambini (e anche i bambini più grandi) indossino orecchini con rinforzi di sicurezza che scattino in posizione e non possano essere facilmente estratti.

“La maggior parte dei bambini che hanno le orecchie forate non giocano con loro”, ha detto, sottolineando che sono i bambini in età prescolare che sono più propensi a voler cambiare i loro orecchini e che potrebbero eventualmente metterli in bocca e rischiare di soffocare.

Bush dice che il suo ospedale non esegue piercing all’orecchio, anche se ogni anno ricevono quella richiesta. “Ogni città ha probabilmente luoghi stimabili che soddisfano tutti gli standard (salute e pulizia)”, ha detto.

Mentre Bush ha detto che non ha potuto commentare sul problema del dolore per quanto riguarda il piercing all’orecchio, ha condiviso che la maggior parte delle persone di qualsiasi età che hanno le orecchie forate subiscono un dolore immediato, ma non hanno problemi persistenti. Le infezioni, ha detto, raramente appaiono in un unico piercing standard, al centro dell’orecchio.

“È quando entriamo nella cartilagine e in altre parti del corpo – lingue, ombelichi – che tendiamo a vedere l’infezione”, ha detto. “E non vedo quel tipo di piercing nei bambini.”