Incontra Anna Jarvis, la fondatrice – e combattente – della festa della mamma

Anna Jarvis ha fondato la festa della mamma per onorare la sua amata madre, poi ha trascorso il resto della sua vita combattendo lo sfruttamento commerciale e politico della festa. È morta da sola in un manicomio.

La sua storia – e la storia moderna della festa della mamma – iniziò, ovviamente, con sua madre. Ecco come è iniziato tutto.

1858

All’inizio

Madre of Anna M. Jarvis, Founder of Mother's Day
Anne Reeves Jarvis, madre della fondatrice della festa della mamma Anna JarvisArchivio Bettmann via Getty Images

Nel 1858, Ann Reeves Jarvis (la madre di Anna Jarvis) organizza i club di lavoro per la festa della mamma per migliorare le condizioni sanitarie e arginare i terribili tassi di mortalità infantile della sua comunità. Nella sua vita, Jarvis ha 13 figli e vede solo quattro di loro vivere fino all’età adulta.

1868

Nemici uniti

Sulla scia della Guerra Civile, Ann Reeves Jarvis (madre di Anna Jarvis) coordina un Mothers ‘Friendship Day in West Virginia per riportare gli ex nemici sul campo di battaglia di nuovo insieme. La giornata inizialmente tesa va bene, con i veterani del Nord e del Sud che piangono e si stringono la mano per la prima volta da anni.

1870

Diritto sacro

Julia Ward Howe
Femminista americana, abolizionista e riformatrice Julia Ward Howe (1819-1910)Getty Images

Julia Ward Howe, una madre e un altro precursore delle celebrazioni della Giornata della Mamma moderna, suggerisce una “Giornata per la pace delle madri”. Afferma che la guerra è un male prevenibile e le madri hanno il “sacro diritto” di proteggere le loro vite ragazzi.

1873

Le vacanze di Howe

La celebrazione inaugurale della “Festa della mamma” di Howe ha luogo nel giugno di quest’anno.

1905

Jarvis muore

Ann Reeves Jarvis muore la seconda domenica di maggio.

1907

Inserisci Anna

Madre's Day Founder Anna M. Jarvis
Anna Jarvis, la fondatrice della festa della mamma moderna(C) Bettmann / CORBIS tramite Getty Images

Una delle figlie sopravvissute di Jarvis, Anna Jarvis, organizza un piccolo servizio in onore della madre deceduta la seconda domenica di maggio presso la Chiesa episcopale metodista di Andrews a Grafton, West Virginia.

1908

Questa festa si attacca

bianca carnations
I garofani bianchi sono diventati un simbolo della festa della mamma.Immagini di Getty Images

La prima commemorazione ufficiale della “Festa della mamma” è contrassegnata da un altro servizio la seconda domenica di maggio nella stessa chiesa di Grafton e con una cerimonia molto più ampia a Filadelfia. Jarvis ha distribuito garofani bianchi alle madri, ai figli e alle figlie presenti a Grafton.

1910

È ufficiale in West Virginia

Il governatore del West Virginia rende la Festa della Mamma una festa ufficiale la seconda domenica di maggio.

1912

Visione per la festa della mamma

Mentre conduce una implacabile campagna di scrittura di lettere per aumentare il sostegno alla festa della mamma, Anna Jarvis crea l’Associazione internazionale della Festa della mamma e firma le frasi “seconda domenica di maggio” e “Festa della mamma”. “Voleva che la festa della mamma fosse molto privata il riconoscimento di tutta la madre fa per la famiglia “, ha detto Katharine Antolini, professore di storia al West Virginia Wesleyan College. “E ‘stato molto dolce.”

1914

Festa nazionale ufficiale

Woodrow Wilson
Il presidente Woodrow WilsonGetty Images

Il presidente Woodrow Wilson rende la Festa della Mamma una festa nazionale ufficiale. Jarvis è gratificato dalla sua posizione preferita dell’apostrofo in “Festa della mamma” – rendendolo singolare possessivo, non possessivo plurale, così ogni famiglia onorerebbe la sua unica madre.

Non perdere mai una storia genitoriale con la newsletter di TODAY Parents! Iscriviti qui

1915

Il movimento si diffonde

La festa della mamma diventa una festa ufficiale in Canada.

1915

Cambiare la marea

Poco dopo il lancio ufficiale della festa della mamma, Jarvis comincia a percepire di aver creato un mostro quando vede le industrie di fioristi, cartoline e caramelle incassare la festa della mamma e gruppi di interesse pubblico che usano la festa per fare dichiarazioni politiche. Si scaglia contro lo sfruttamento di quello che doveva essere un giorno speciale e riverenziale per le famiglie.

1922

Battaglia con l’industria dei fioristi

Jarvis sostiene apertamente boicottaggi contro i fioristi che aumentano i prezzi dei garofani bianchi ogni maggio.

1923

Minacce di contenzioso

Jarvis minaccia di citare in giudizio il comitato della Festa della mamma di New York, di cui fanno parte il governatore di New York Al Smith e il sindaco John Hylan, i piani per una grande festa della Festa della mamma. L’evento è cancellato.

1925

Condotta disordinata

Jarvis si schianta contro una convention di Filadelfia degli American War Mothers, un gruppo che ha avuto la sua commemorazione per la festa della mamma e ha iniziato a usare un garofano bianco come emblema. Gli American War Mothers spingono per l’arresto di Jarvis, ma le accuse di condotta disordinata vengono respinte.

1934

Francobollo commemorativo

commemorativo Mother's Day stamp
Questo francobollo commemorativo della festa della mamma fu pubblicato nel 1934.Servizio postale degli Stati Uniti

Jarvis viene offeso quando l’American War Mothers fa pressioni sul Presidente Franklin D. Roosevelt e sul Postmaster General James A. Farley per svelare il timbro di una Festa della Mamma. Il francobollo presenta un ritratto del pittore James McNeill, la madre di Whistler con garofani bianchi e le parole “In memoria e in onore delle Madri d’America”.

1935

Accettando la prima donna

Primo Lady Eleanor Roosevelt
First lady Eleanor RooseveltLibreria del Congresso

Anna Jarvis accusa la first lady Eleanor Roosevelt di “complottare furbo” usando la Festa della mamma in materiale per raccogliere fondi per beneficenza che cerca di combattere alti tassi di mortalità infantile e materna.

1940

Sempre più solitario

Ann Reeves Jarvis, left; and her devoted daughter, Anna Jarvis, right.
Ann Reeves Jarvis, a sinistra; e la sua devota figlia, Anna Jarvis, a destra.Per gentile concessione di The Library of Congress

Sentendo di non poter contenere la sua creazione, Jarvis minaccia di porvi fine negli anni ’40. “Mi ha detto, con terribile amarezza, che le dispiaceva di aver mai iniziato la festa della mamma”, ha detto un giornalista che presumibilmente ha fatto finta di essere un fattorino per poter incontrare il sempre più solitario Jarvis.

1944

Chiusura dell’asilo

Jarvis, che ora ha 80 anni, è ospitato in un manicomio chiamato il Sanitarium di Marshall Square.

1948

Jarvis muore a 84 anni

Jarvis muore all’età di 84 anni, solo e senza un soldo dalle varie battaglie legali che ha intrapreso durante la vacanza da lei iniziata. Non ha mai tratto alcun profitto dalla festa della mamma e non ha mai avuto figli.

2017

Da allora

Madre's Day cards
Getty Images

I consumatori spendono un sacco di soldi per le loro mamme ogni festa della mamma.

Fonte: “Memorializing Motherhood: Anna Jarvis e la lotta per il controllo della festa della mamma”, una dissertazione di Katharine Lane Antolini

RELAZIONATO

  • La campagna Adotta una mamma aiuta le mamme single nella festa della mamma
  • Come una nuova mamma, ecco cosa voglio per la mia prima festa della mamma (oltre al sonno)

Segui la scrittrice OGGI Laura T. Coffey su Facebook, Twitter @ltcoff e Google+, e scopri il suo best seller “My Old Dog: Rescued Pets with Remarkable Second Acts” su MyOldDogBook.com.