Jimmy Kimmel condivide il più esilarante filmato di scherzo “I hate your your candy halloween”

Buone notizie per gli adulti che si godono lo scherzo annuale di Jimmy Kimmel “Ho mangiato la tua caramella di Halloween” – abbiamo ancora più riprese di bambini che impazziscono.

Il “Jimmy Kimmel Live!” l’host ha condiviso un’edizione speciale in omaggio dalle bizze di quest’anno di scherzetto o scherzetto.

“Sfortunatamente, molti genitori hanno mandato in ritardo i loro video”, ha spiegato Kimmel durante il suo monologo di apertura. “Ma abbiamo ricevuto così tante proposte valide dopo quella scadenza. Non ci sentivamo bene ignorandole”.

Se sei nuovo allo scherzo, la premessa è piuttosto semplice: ogni anno, Kimmel chiede ai genitori a casa di filmare l’azione mentre dicono ai loro figli che hanno mangiato tutte le loro caramelle di Halloween mentre dormivano.

Il risultato? Lacrime, incredulità, caos totale. È meschino quanto esilarante!

E questo lotto bonus non delude.

Youtube Challenge - I Told My Kids I Ate All Their Halloween Candy 2016 PART 2
Jimmy Kimmel ha rilasciato un lotto bonus da “I Told My Kids I eat All Their Halloween Candy” di quest’anno.Youtube

CORRELATO: Lo scherzo di Jimmy Kimmel “I ha mangiato la tua caramella di Halloween”, ancora una volta, ha bambini che vanno alla deriva

Le emozioni, come sempre, fanno la differenza, dalla bambina devastata che chiede “Sei serio?” e scoppia a piangere, al dolce ragazzino che dice a sua mamma: “Va bene,” e le assicura che lui la ama ancora.

Youtube Challenge - I Told My Kids I Ate All Their Halloween Candy 2016 PART 2
I genitori a casa filmano l’azione mentre dicono ai loro figli che hanno mangiato le loro caramelle di Halloween mentre dormivano.Youtube

Un ragazzo non riusciva a gestire la terribile notizia e corse fuori dalla porta e giù per la strada.

Da non perdere il piccolo e sofisticato piccolo vicino alla fine che dice ai suoi genitori: “So che questo è il trucco di Jimmy Kimmel!” aggiungendo, “Quello Usato per essere il mio spettacolo preferito. “