Perché gli esperti dicono che non dovresti far baciare i tuoi parenti ai tuoi figli al Ringraziamento

Durante le vacanze le famiglie trascorrono molto tempo insieme. Ma a volte questa unione sembra eccessiva, specialmente quando la Grande zia Muriel insiste a abbracciare e baciare ogni bambino a portata di mano (anche se preferiscono mangiare cavoletti di Bruxelles che sopportare il suo affetto). Anche tu ti senti a disagio mentre guardi i tuoi figli che si contorcono nella sua presa.

E questo fa sorgere una domanda che i genitori hanno da lungo tempo litigato: dovresti costringere i tuoi figli ad abbracciare e baciare i parenti?

“Il contatto fisico non dovrebbe mai essere coercitivo”, ha affermato la Dott.ssa Deborah Gilboa, esperta genitoriale e OGGI Tastemaker. “E ‘super confusionario mandare ai bambini messaggi misti di privacy del corpo e sicurezza del corpo e quindi costringerli a fare qualcosa di intimo con i loro corpi”.

The Girl Scouts ha recentemente rilasciato un promemoria ai membri del gruppo che “non deve a nessuno un abbraccio, nemmeno alle vacanze”. Il loro avvertimento: le vacanze potrebbero “essere un momento in cui tua figlia ha un’idea sbagliata del consenso e dell’affetto fisico”.

Nonno holds granddaughter
Il grande zio Arthur vuole abbracciare i tuoi figli, ma si lamentano al suo tocco? Gli esperti dicono di non forzare i vostri bambini in affetto. Shutterstock

La nozione si applica a ragazze e ragazzi, ovviamente. I genitori spesso insegnano ai loro figli che “nessuno può toccarti senza permesso e il tuo corpo è privato”, ma quando i genitori permettono al Grande Zio Arthur di forzare un bacio sui loro figli, ciò crea incertezza. I bambini devono ascoltare gli adulti, non importa cosa anche quando si tratta dei loro corpi? Oppure possono dire “no” anche se la persona che chiede è nonna o uno zio?

“Riguarda l’autonomia e il consenso”, ha detto Gilboa. “I bambini devono imparare che ‘no’ è una cosa OK da dire e aspettarsi che la gente ascolti”.

Costringere i bambini a sopportare l’affetto insegna loro una lezione pericolosa che le persone che conoscono possono sempre toccare con loro, ha detto Karen Days, presidente del Centro per la sicurezza familiare e la guarigione all’ospedale pediatrico nazionale. I genitori avvertono i loro figli di “pericolo estraneo”, ma non fanno un buon lavoro avvertendoli che le persone che conoscono non possono toccarli contro i loro desideri. Ciò significa che i minori hanno meno probabilità di segnalare un abuso perché non sono nemmeno sicuri che lo stiano vivendo.

“(I genitori hanno) per aiutare quel bambino a capire se qualcosa ti fa sentire a disagio, non farlo”, ha detto Days. “Anche se questo significa nonno o il loro zio o il loro cugino sta chiedendo.”

Molti adulti soffocano i bambini in baci e abbracci perché vogliono essere convalidati dall’amore di un bambino, non perché sono violentatori. Ma i genitori non dovrebbero ancora mettere i loro bambini in situazioni fisiche spiacevoli perché hanno paura di ferire i sentimenti di un parente.

“Devono essere i genitori che si assumono la responsabilità”, ha detto Days. “Non vogliamo che il bambino sia costretto a farlo.”

Gestire queste aspettative può essere difficile. Alcune persone capiranno quando i genitori dicono che stanno insegnando ai loro figli il consenso ed è per questo che non si abbracciano e si baciano. Gli altri no. Ma i genitori devono navigare in queste difficili conversazioni.

“I parenti dovrebbero essere avvisati – e chiunque capisca lo otterrà”, Michele Borba, un esperto di genitori, via email.

Per quelli che non lo fanno, Gilboa ha detto che forse le scuse possono smussare le cose, qualcosa del tipo “Mi dispiace se sei derubato di un abbraccio.”

Ma gli esperti concordano sul fatto che i genitori dovrebbero parlare ai loro figli prima delle riunioni di famiglia per capire i sentimenti dei loro figli.

“Scava più in profondità per capire perché tuo figlio si sente a disagio. È la timidezza? Non conosce la persona? Un’ultima esperienza scomoda con la persona? “Borba disse” Potrebbe essere qualcosa di più? Va sempre bene solo per fare due chiacchiere. “

I genitori dovrebbero sostenere i loro figli nella creazione di confini sicuri e nel brainstorming di modi in cui possono connettersi con gli adulti senza sentirsi a disagio.

“È del tutto ragionevole chiedere a tuo figlio in anticipo di essere creativo per far sentire le persone speciali se non vogliono (toccarle)”, ha detto Gilboa.

Forse danno il cinque o il pugno o si stringono la mano. O forse condividono una foto che hanno fatto, mostrano un video di loro che segnano un goal di calcio, o suonano una canzone al piano solo per quella amata. Ciò dimostra ancora che i bambini vogliono connettersi con la loro famiglia.

“(Queste azioni dicono) Voglio condividere con voi. È solo il mio corpo che non mi sento a mio agio nel condividere con te “, ha detto Gilboa.