Perdere la mia religione: 6 cose che avrei voluto conoscere prima di convertirmi

Avevo avvertito i rabbini di non preoccuparsi se sentivano un sacco di schizzi nel mikve, il rituale bagno ebraico in cui vorrei immergermi e dire una preghiera per segnare la mia conversione all’ebraismo. A nove mesi di gravidanza, “sono molto vivace”, ho spiegato.

Dopo alcuni minuti (e alcuni schizzi), sono emerso dall’acqua un ebreo a tutti gli effetti – uno di quei grandi momenti della vita che sentivo … beh, non così drammatico. Dopo mesi di studio, conversazioni e lezioni, non mi sentivo diverso.

Poi l’addetta mikveh, una simpatica signora anziana con un forte accento, mi avvolse una tunica intorno alle spalle.

“Mazel tov!” Disse lei. “Ora puoi essere una budella Yiddishe mamma … una brava madre ebrea”, tradusse.

Le sue dolci congratulazioni mi sono sembrate un abbraccio tanto caldo quanto quello sfocato.

Converte to Judaism, Christianity and Islam spill the beans: What we wish we'd known before converting.
Convertiti al giudaismo, il cristianesimo e l’islam versano nel sacco: ciò che desideriamo avessimo saputo prima della conversione.Shutterstock

La conversione è un viaggio pieno di sorprese – alcuni felici, altri non così tanto. Gli americani sono più “spiritualmente mobili” in questi giorni che mai, non legati dalle tradizioni religiose in cui sono cresciuti. Ci sono tanti motivi per convertirsi in quanto vi sono convertiti, ma condividiamo tutti un terreno comune. Qui ci sono alcune cose che mi hanno sorpreso del processo, così come i pensieri dei convertiti al cattolicesimo e all’Islam.

1. Saprai più di molti dei tuoi amici / famiglia nati nella religione. Le uniche persone che conoscono a memoria le parole delle preghiere del Sabbath nella famiglia (ebraica) di mio marito sono io e mia cognata … che hanno anche convertito.

Questo in realtà ha molto senso. Crescere in una religione, la fede è come lo sfondo della cucina della tua mamma – familiare, confortante, ma raramente notato o studiato. I convertiti scelgono una fede da adulti, quindi facciamo in modo di conoscere le cose che tutti gli altri hanno imparato, e soprattutto hanno dimenticato, 30 anni fa nella scuola domenicale o ebraica.

Che cosa's that ninth candle on the menorah called? Ask the convert! (It's the shamash, FYI.)
Come si chiama quella nona candela sulla menorah? Chiedi al convertito! (È lo shamash, FYI.)Shutterstock

2. Detto questo, non conoscerai TUTTO – e alcune persone si aspetteranno che tu lo faccia. Passerai da neolaureata a The Authority on Everything About [New Religion], non importa quanto protesti. Se la tua nuova religione incoraggia la preghiera, sussurra un piccolo ringraziamento a Dio per il dono di Google.

Se la tua fede comporta un cambiamento nel modo in cui ti vesti, come ha fatto per la musulmana Hannah Nemec-Snider, una 24enne residente a Los Angeles, puoi aspettarti ancora più domande. Quindi molte, molte domande.

“Stai per diventare la token ragazza musulmana per gli americani e il token convertirà i tuoi amici musulmani.Le persone inizieranno a parlarti di religione OVUNQUE tu sia,” dice Nemec-Snider, che scrive blog su Convert Confessions. “Dalla signora che compra il pompelmo accanto a te in Kroger alla graziosa coppia che cerca di salutarti in arabo, alla piccola che farà la tua giornata chiedendoti se sei una principessa … avrai un MOLTE conversazioni, meglio lasciar perdere, perché è il tuo nuovo argomento preferito. “

“Sei una principessa?” Questa è una domanda che i musulmani americani convertiti probabilmente non si preoccupano di ottenere. E sì, ricevono un sacco di domande.Shutterstock

3. Dio lavora in modi misteriosi. Il processo di conversione non è tutto luce celeste sulla strada di Damasco. C’è un sacco di lavoro coinvolto, e le tue ragioni per convertirti in primo luogo potrebbero essere più pratiche che spirituali. Ma Dio ha un modo per entrarci.

Jennifer Fulwiler ha iniziato a considerare la religione come un’indagine filosofica. Non si sarebbe mai aspettata di innamorarsi del cattolicesimo, una trasformazione di cui scrive nel suo libro “Qualcosa di diverso da Dio: come ho cercato con passione la felicità e l’ho trovato casualmente”.

“Questo sembrerà ridicolo, ma la mia più grande sorpresa è stata che Dio è reale”, ha detto Fulwiler, una Austin, Texas, mamma di sei che fa il blog su Conversion Diary. “Venendo da uno sfondo di ateismo permanente, ho pensato a tutto questo come a un’indagine filosofica: non mi aspettavo di incontrare una persona reale a cui potermi rivolgere nei grandi (e piccoli) momenti della mia vita”.

Siamo you there, God? It's me, a recent convert. Forging a new relationship with God can actually be one of the most surprising parts of choosing a new religion.
Sei lì, Dio? Sono io, un convertito recente. Creare una nuova relazione con Dio può effettivamente essere una delle parti più sorprendenti della scelta di una nuova religione.Shutterstock

4. A volte ti senti come se non ti adattassi mai … e poi, all’improvviso, lo fai.

Una donna bionda con gli occhi azzurri nella mia classe di conversione “Giudaismo 101” una volta si è lamentata del fatto che lei si sentisse come se il suo aspetto la facesse risaltare sui servizi. Un altro compagno di classe, una stupenda donna afro-americana alta due metri e mezzo fidanzata con un ebreo israeliano, inarcò un sopracciglio. “Oh sì, come mi sto davvero mescolando.”

Ogni convertito ha quei momenti di sentirsi come un fenicottero in uno stormo di storni. Ma arriverà un momento, solitamente impercettibile, quando i tuoi pronomi cambiano. Non più “io” e “loro”, inizierai a pensare a “noi” e “noi”.

Fulwiler ha avuto il suo momento in un rumoroso evento cattolico con tonnellate di bambini che correvano in giro. Come unica figlia, l’intera cultura del cattolicesimo a misura di bambino sembrava strana, e perfino a volte la infastidisce (davvero, i bambini devono essere inclusi in ogni evento?). Avanti veloce: “Ero ad un evento cattolico con il mio branco di bambini che correvano, e mi sono reso conto che mi sentivo completamente a casa, anzi, sarebbe sembrato strano se non ci fossero i suoni di tubare bambini e bambini che ridevano sullo sfondo della nostra conversazione adulta: questo è stato un grande punto di svolta per me, quando ho capito che ora mi sentivo completamente a mio agio nella cultura cattolica “.

Nemec-Snider disperava di poter mai padroneggiare le preghiere in arabo, una lingua totalmente straniera. Ora non solo conosce migliaia di parole arabe e dozzine di preghiere, ama assolutamente la preghiera.

Il suo messaggio per i futuri convertiti? “L’hai capito.”

Appendere in' with my sister: Jennifer Fulwiler with Sister Elizabeth Ann, one of the Sisters of Mary, Mother of the Eucharist (I’m the one in the pink shirt, Jennifer adds helpfully).
Hangin ‘con mia sorella: Jennifer Fulwiler con suor Elizabeth Ann, una delle suore di Maria, Madre dell’Eucaristia (sono io quello con la maglietta rosa, aggiunge Jennifer).Jennifer Fulwiler

5. Non preoccuparti del dramma della mamma … fino a quando non sarà necessario.

Mi sono arrischiato a dire ai miei genitori che stavo convertendo da episcopaliano in ebreo. Ho discusso attentamente tutti i miei punti su come questa scelta non fosse un rifiuto della mia educazione; parlava di come volevo crescere i miei figli in una fede unita. Potrei aver scritto un contorno con proiettili. Poi ho aspettato nervosamente la loro risposta. È andata più o meno così:

“Oh, ok tesoro, va bene, vogliamo solo che tu sia felice, ti abbiamo detto che stiamo prendendo un nuovo tosaerba?”

Era così. Niente lacrime, niente grandi esplosioni. E non era un bluff. Volevano solo che io fossi felice, qualunque fede avessi scelto. Ora che ho dei figli miei, capisco entrambi la loro risposta e la trovo ancora più toccante.

La famiglia di Fulwiler era ugualmente solidale: “I miei genitori mi hanno sempre insegnato a cercare la verità ea seguirla ovunque mi conducesse, e hanno rispettato il fatto che l’ho fatto con la mia conversione, anche quando è stato inopportuno.”

A dire il vero, la conversione di tutti non è così priva di drammi. Una donna della mia lezione di conversione a Temple Rodeph Sholom ricevette telefonate settimanali dalla madre evangelica cristiana, singhiozzando perché credeva davvero che sua figlia avrebbe passato un’eternità all’inferno se si fosse convertita. Quando Alana Raybon si convertì all’Islam, creò una frattura decennale con sua madre Patricia, una devota cristiana. Alla fine i Raybons si riconciliarono e persino scrissero un libro su di esso, “Undivided: A Muslim Daughter, sua Christian Mother, The Path to Peace.” (Clicca qui per leggere un estratto.)

Alana Raybontold OGGI incoraggia i convertiti ad essere pazienti ed empatici con i loro genitori. “Cerca di capire il dolore che i tuoi genitori potrebbero provare e mostrare compassione per i loro sentimenti”, ha detto.

Conversione doesn't mean you have to give up on cute holiday onesies! (You just look until you find one that's non-denominational.)
Convertire non vuol dire che devi rinunciare a simpatici amici in vacanza! (Devi solo cercare finché non ne trovi uno che non è confessionale.)Rebecca Dube

6. Vedrai il legame invisibile che ci lega tutti insieme. La conversione è un viaggio verso l’ignoto. Ma troverai marcatori familiari lungo la tua strada. Soprattutto per le tre “religioni di Abramo” – Cristianesimo, Giudaismo e Islam – noi convertiti vediamo sempre filoni comuni.

Un cattolico convertito all’ebraismo amava il rituale di accendere le candele di sabato, poiché le ricordava di accendere candele in chiesa che crescevano. Il linguaggio di La preghiera del Signore riecheggia le parole del Kaddish, la preghiera ebraica per i morti. Non importa quanto lontano dalla tua fede originale vaghi, incontrerai costantemente dei ricordi che siamo praticamente tutti uguali dentro.

“In verità, siamo tutti fratelli che vivono sotto lo stesso Dio”, ha detto Nemec-Snider. “Non dire a una madre ebrea, a una madre portoricana oa una madre indiana che sei pieno – ti verrà sgridato. L’unica differenza sarà se si tratta di yiddish, spagnolo o urdu”.

Frangia benefit of converting to Judaism? Baby yarmulke = cutest thing ever. Yes, it only stays on for 30 seconds, but it's a really cute 30 seconds.
Beneficio marginale della conversione all’ebraismo? Baby yarmulke = cosa più carina di sempre. Sì, rimane solo per 30 secondi, ma è davvero carino 30 secondi.Rebecca Dube