Piano di tirocinio attivo degli studenti per insegnante in sedia a rotelle: “Vi porteremo con voi”

Come insegnanti in tutto il paese, Marissa Schimmoeller è tornata nella sua classe scolastica il giorno dopo la sparatoria a Parkland, in Florida, la scorsa settimana con il cuore pesante. Ha detto a TODAY Parents che sapeva che la giornata sarebbe stata dura per i suoi studenti inglesi di nona e decima classe alla Delphos Jefferson High School di Delphos, Ohio.

Quel giorno Schimmoeller è andato a scuola per raccontare ai suoi studenti esattamente cosa avrebbero dovuto fare nel caso di uno sparatutto attivo nel proprio campus. Risultò che i suoi studenti avevano un piano tutto loro – e quando Schimmoeller rivelò un dettaglio chiave di esso in un post emozionale su Facebook, la storia divenne presto virale.

“Oggi è stato davvero difficile per me, oggi è stata la prima volta che ho insegnato il giorno dopo le riprese della scuola di massa”, ha scritto Shimmoeller. “Temevo una domanda specifica: poco dopo l’inizio della lezione, una matricola mi ha fatto la domanda che temevo da quando avevo sentito parlare della tragedia in Florida.

‘Sig.ra. Schimmoeller, “chiese. “Cosa faremo se un tiratore entra nella tua stanza?”

Questo è il primo anno di insegnamento di Schimmoeller di 24 anni, e ha altre considerazioni riguardo ad altri quando si tratta di esercitazioni di sparatoria attive nella sua classe: Schimmoeller è nato con paralisi cerebrale e usa una sedia a rotelle.

I suoi studenti hanno familiarità con le implicazioni quotidiane delle sue condizioni, ha detto a TODAY Parents. “Comincio il primo giorno parlando della mia disabilità”, ha detto. “Dico loro che potrebbero essere invitati ad aiutarmi in classe – distribuendo per sbaglio le carte o scrivendo per me – e permetto loro di farmi tutte le domande che vogliono.

“Tuttavia, lo scorso venerdì è stata la prima volta che ho dovuto condividere i miei limiti in termini di protezione”.

Quando la sua studentessa ha chiesto cosa avrebbero dovuto fare in caso di un attacco, Schimmoeller ha detto di sentire “una scossa di paura e tristezza che mi attraversa.” Sicuramente non ho tutte le risposte, ma voglio che si sentano sicure nella mia classe. “

UN teacher spoke to her high school students about how if there is a shooter on campus, they cannot worry about her.
La maestra del liceo Marissa Schimmoeller ha spiegato ai suoi studenti la sua disabilità, paralisi cerebrale, ma la scorsa settimana è stata la prima volta che ha dovuto affrontare il modo in cui i suoi limiti avrebbero potuto influenzarli nel caso di uno sparatutto attivo nel loro campus scolastico.Marissa Schimmoeller

Su Facebook, Schimmoeller ha scritto che ha detto agli studenti: “Voglio che tu sappia che mi interessa profondamente di ognuno di voi e che farò tutto il possibile per proteggerti. Ma – essendo in una sedia a rotelle, non lo farò essere in grado di proteggerti come un insegnante abile e se c’è una possibilità per te di scappare, voglio che tu vada, non preoccuparti per me, la tua sicurezza è la mia priorità numero uno “.

I suoi studenti avevano altri piani. “Lentamente, in silenzio, mentre le parole che avevo detto affondarono, un altro studente alzò la mano”, scrisse Schimmoeller.

“Ha detto: ‘Signora Schimmoeller, ne abbiamo già parlato, se succede qualcosa, ti porteremo”.

La storia è stata apprezzata oltre 33.000 volte su Facebook e condivisa più di 18.000 volte.

“Penso che il mio post abbia toccato le persone così profondamente a causa della bontà che evidenzia”, ​​ha affermato Schimmoeller. “Così spesso, quando c’è una tragedia, è facile sentirsi arrabbiati e feriti quando mi trovavo di fronte a quei fantastici bambini che mi dicevano che mi avrebbero portato fuori dal nostro edificio, se, Dio non voglia, ci trovassimo di fronte una situazione come quella in Florida, mi è venuto in mente che ogni bambino, ogni mio studente, è così pieno di luce e di bontà “.

Non perdere mai una storia genitoriale con la newsletter di TODAY Parents! Iscriviti qui.

“Volevo condividerlo con chi mi circondava, perché trascorrevo così tanta della mia giornata ad arrabbiarsi per la violenza, e sapevo che le persone avevano bisogno di ricordare il bene in questo mondo proprio come me”, ha detto.

Schimmoeller ha detto a TODAY Parents che i suoi studenti significano “tutto” per lei. “Sono la ragione per cui ho insegnato: sono la ragione per cui esco dal letto per insegnare ogni giorno”, ha detto. “Penso che costruire relazioni positive con gli studenti sia una delle più, se non la più importante, cosa che un insegnante può fare per i propri studenti”.

Chuck Todd: gli studenti di Parkland non sono solo in lutto, sono arrabbiati

Feb.18.201803:51

Schimmoeller ha detto che spera che l’attenzione e l’amore rimangano concentrati sulle vittime delle sparatorie alla Marjory Stoneman Douglas High School e sulla futura sicurezza dei bambini.

“Non ho tutte le risposte, ma so che i nostri fantastici bambini e studenti meritano un cambiamento”.