Questa famiglia rende l’adozione aperta una gioia: “Tutti si sentono al sicuro e protetti”

Potresti dire che il piccolo Taggart Marsh avrà una sovrabbondanza di regali di compleanno questa primavera. E non intendiamo solo il tipo avvolto in carta lucida.

Il tot, ora quasi 2, è stato dato in adozione dalla sua madre naturale, la diciottenne Hannah Mongie, nel marzo 2016. Sapeva di aver fatto la sua scelta per amore, quindi ha girato un video emozionale per lui. È diventato virale e ti sfidiamo a guardarlo senza un kleenex nelle vicinanze.

Questa mamma ha realizzato un video emozionale per il bambino che ha messo in adozione

Jan.17.201814:18

“Ho realizzato questo video, quindi sai quanto ti amo. Volevo dirti perché ho preso la decisione di metterti con la tua famiglia “, ha detto Mongie tra le lacrime nel video.

Tagg fu adottato da Emily e Brad Marsh, e Hannah Mongie è saldamente membro della famiglia allargata. Il che significa che spengono anche le candele per il suo grande giorno. È così che questa famiglia sta facendo un lavoro di adozione aperta per tutte le persone coinvolte.

“Con il compleanno di Hannah cerchiamo di festeggiare insieme e passare del tempo insieme”, dice Emily Marsh a Megyn Kelly OGGI. “Non è cambiato molto sulla nostra relazione negli ultimi 2 anni, ci parliamo tanto e ci vediamo quasi sempre, continuiamo a sentirci e trattarci come una famiglia: a proprio agio, amati, investiti nella vita dell’altro Continuiamo ad avere comunicazioni coerenti e aperte e ci godiamo la reciproca compagnia “.

Emily e Brad Marsh

Scioccante, giusto? Per lo meno, inaspettato? Non è così, dice Marsh.

“Penso che per alcune persone sia difficile comprendere l’idea di avere un rapporto così sano ed equilibrato tra loro, in cui tutti si sentano al sicuro e protetti nei loro ruoli”, afferma Marsh. “Le emozioni che Hannah condivide nel suo video sono molto crude e molto reali, non credo che molte persone capiscano quanto sia difficile per queste madri nate mettere i loro figli in adozione. Non capiscono come ciò che sta facendo sia fuori di più amore e altruismo, ama tanto il piccolo Tagg che ha riconosciuto che non poteva offrirgli quello che voleva che lui avesse, in quel momento della sua vita “.

Nel suo video, che ha messo sui social media, Mongie condivide il suo amore viscerale per suo figlio e spiega perché non è la persona giusta per allevarlo. È stato visto 2,4 milioni di volte sulla pagina Facebook di Love What Matter.

“Non ho mai pensato che più di una manciata di persone lo vedesse”, ha detto Mongie, 21 anni, di Provo, nello Utah, a OGGI. “Sono stupefatto dalla risposta.”

Nel video, Mongie dice a Taggart, alias Tagg, di incontrare suo padre, Kaden. I primi due diventarono amici di penna durante la missione di Kaden nella Chiesa dei Santi degli Ultimi Giorni. Dopo averli corrisposti per mesi, si sono incontrati nella vita reale e hanno cominciato a frequentarsi. Poco dopo hanno appreso che Mongie era incinta e hanno valutato le loro opzioni. Si erano frequentati solo da due mesi.

Non perdere mai una storia genitoriale con la newsletter di Parenting di oggi! Iscriviti qui.

“Era troppo presto nel rapporto per fare qualcosa di matrimoniale”, ha detto Mongie.

Dopo dating Kaden for a few months, Hannah Mongie became pregnant. They decided on an open adoption for the baby.
Dopo aver frequentato Kaden per alcuni mesi, Hannah Mongie ha appreso che era incinta. Hanno deciso un’adozione aperta per il bambino.Per gentile concessione di Hannah Mongie

Dovevano fare una dura discussione sul bambino. Mongie ha sempre voluto essere una madre e una moglie e ha già amato così tanto il bambino. Sembrava troppo difficile mettere il bambino con un’altra famiglia.

“L’adozione non sarebbe stata la mia prima scelta”, ha detto Mongie.

Ma un’adozione aperta ha fornito al loro bambino una famiglia stabile e ha permesso alla coppia di far parte della sua vita. Questo mi sembrava giusto.

“Entrambi abbiamo sentito questa enorme pace”, ha detto. “Questo è quello che dovevamo fare.”

Questa mamma ha realizzato un video emozionale per il bambino che ha messo in adozione

Jan.17.201814:18

Alla sua ecografia di 12 settimane, Mongie sentì il battito del cuore del bambino e registrò che Kaden sentisse. Solo due giorni dopo, Kaden, 20 anni, è morto improvvisamente per cause naturali.

“Ero così depresso. Non pensavo affatto all’adozione. La piccola era la mia ultima parte di Kaden “, ha detto.

Non sapeva cosa fare. Pregava e parlava con parenti e amici ma rimaneva in conflitto. Ma poi qualcosa cliccato.

“Mi sono appena svegliato e sapevo che dovevi essere con qualcun altro”, ha detto nel video.

decidere on open adoption was hard but the Marsh family who adopted baby Tagg welcomed Hannah Mongie into their family from the beginning.
Decidere sull’adozione aperta è stato difficile, ma la famiglia Marsh che ha adottato la piccola Tagg ha dato il benvenuto a Hannah Mongie nella sua famiglia fin dall’inizio.Per gentile concessione di Hannah Mongie

Ha incontrato una futura famiglia, ma hanno trovato un altro bambino. Mongie riconsiderò brevemente ma poi trovò Emily e Brad Marsh. La coppia ha già avuto un figlio da un’adozione aperta e le loro opinioni sull’adozione hanno colpito Mongie.

“Hanno detto che amano la mamma della nascita e pensano che sia l’angelo della famiglia”, Mongie. “Questo sporgeva.”

La coppia ha portato Mongie in “date” durante la gravidanza e ha persino aiutato a creare il vivaio.

“Mi sono innamorato di loro ed erano al di là di qualsiasi cosa avessi potuto chiedere e ho davvero degli standard molto alti per chiunque abbia intenzione di crescere mio figlio”, ha detto Mongie a Tagg.

Mentre Mongie permetteva loro di essere presenti per un po ‘del lavoro, voleva che le 48 ore dopo il parto fossero solo lei e Tagg. Sapeva che sarebbe stata la sua unica volta per fargli da madre. Dopo aver premuto tre volte il 19 marzo 2016, Tagg si è unito al mondo.

“Ero sua madre ed è stata la cosa più incredibile di sempre”, ha detto Mongie. “Non appena l’ho sentito piangere l’orologio è iniziato. Non sapevo come avrei fatto a fare questo. “

quando 18-year-old Hannah Mongie placed son Tagg with an adoptive family it felt extremely difficult. She created an emotional video to explain how much she loved Tagg.
Quando la diciottenne Hannah Mongie aveva messo il figlio Tagg in una famiglia adottiva, si sentiva estremamente difficile. Ha creato un video emozionale per spiegare quanto amasse Tagg.Per gentile concessione di Hannah Mongie

Ma sapeva che apparteneva alle paludi. Mongie ha chiesto alle infermiere di lasciarla sola con Tagg per 45 minuti mentre ha realizzato il video.

“Mi sono appena permesso di abbattere”, ha detto. “Ero solo determinato che Tagg avrebbe visto questo un giorno.”

Mongie ha realizzato entrambi i suoi obiettivi: una famiglia amorevole per il suo figlio nato e una consapevolezza dei benefici dell’adozione aperta. Nella sua situazione con la famiglia Marsh, nessuno si sente emarginato o meno.

“Penso che il tema dell’adozione e delle madri di nascita sia stato un tale tabù che quando una madre di nascita ha finalmente mostrato la sua esperienza durante il momento grezzo, ha portato alla luce l’argomento”, dice Mongie. “Volevo che la mia adozione fosse aperta in modo che mio figlio potesse sempre sapere da dove veniva, non volevo che avesse una crisi di identità per tutta la sua vita e chiedersi perché l’ho messo con la sua famiglia”.

Anche though Hannah Mongie placed her son with another family for adoption, it is an open adoption and she still sees Tagg, who is almost 2.
Anche se Hannah Mongie ha messo il figlio con un’altra famiglia in adozione, è un’adozione aperta e vede ancora Tagg, che ha quasi 2 anni..Per gentile concessione di Hannah Mongie

E prima che qualcuno lo chieda, non c’è confusione su chi interpreta il ruolo nella vita di Tot.

“Abbiamo avuto questa comprensione reciproca ognuno di noi è la madre di Tagg e siamo entrambi fiduciosi nei nostri ruoli. È la mamma che lo solleva “, dice Mongie. “Sono la sua pancia mamma. E saprà sempre che gli ho dato la vita e l’ho dato alla sua famiglia “.

Lei e le Paludi, dice Mongie, “parlano e si incontrano regolarmente”.

Un giorno, quando sarà il momento, Mongie spera di tirare su Emily Marsh. Ha imparato che “sono più forte di quanto pensassi di essere”, dice Mongie. “Quando sono più grande e ho più esperienza di educazione e lavoro alle spalle, ho tutte le intenzioni di essere una moglie e una madre”.