Sta prendendo antibiotici sicuri durante l’allattamento?

D: Sto allattando e ho un’infezione alla vescica. Ho bisogno di antibiotici per curarlo – è sicuro prenderli mentre si allatta al seno?

UN: Gli antibiotici che sono usati per trattare un’infezione della vescica sono sicuri da assumere durante l’allattamento. Mentre è vero che molti dei farmaci ingeriti dalle madri che allattano sono passati ai loro bambini attraverso il loro latte materno, la maggior parte degli antibiotici sono stati controllati e hanno il sigillo di approvazione dell’American Academy of Pediatrics.

Una donna in allattamento può essere a maggior rischio di infezioni della vescica perché durante l’allattamento, spesso produce meno estrogeni, la mucosa vaginale è più sottile, il pH della vagina cambia e c’è una crescita eccessiva di batteri meno del normale. Per aggiungere a questo, grazie alla mucosa assottigliata, i batteri possono entrare più facilmente nell’uretra (l’apertura alla vescica) e migrare fino alla vescica durante il rapporto. Se questi batteri poi aderiscono alla parete della vescica e si moltiplicano, si verifica un’infezione conclamata e voilà! – hai un’infezione da luna di miele, anche se presumo che tu non sia in luna di miele. I tipi di antibiotici usati per trattare questa infezione, che includono antibiotici a base di sulfa, Cipro e suoi derivati ​​e nitrofurnazione, sono stati tutti trovati sicuri per l’uso durante l’allattamento.

L’unico effetto collaterale potenziale nei neonati la cui madre allatta al seno e che assume antibiotici come penicilline, cefalosporine, macrolidi e aminoglicosidi sono cambiamenti nella loro flora intestinale (batteri che sono normalmente presenti nell’intestino). Questo può portare a perdita di feci e diarrea nel bambino, ma questi effetti collaterali sono temporanei.

Dovresti anche notare che uno degli antibiotici usati per trattare alcune infezioni vaginali, chiamato metronidazolo (nome commerciale Flagyl), è stato associato ad un aumentato rischio di cancro nei roditori. Tuttavia, nessuno studio ha trovato questa associazione tumorale negli esseri umani, compresi gli studi sui bambini che sono stati esposti a questo farmaco durante l’allattamento. Lo scenario peggiore sarebbe la presenza di feci molli o crescita eccessiva di lievito nei bambini la cui madre allatta e assume Flagyl. L’American Academy of Pediatrics, mentre valuta Flagyl come al sicuro, suggerisce che le donne che allattano scaricano il loro latte per 24 ore dopo aver assunto una dose del farmaco, dal momento che una grande percentuale di Flagyl finisce nel latte materno.

C’è un antibiotico raramente prescritto che non deve essere somministrato alle donne che allattano al seno – si chiama cloramfenicolo. Questo farmaco è usato per trattare varie infezioni gravi da batteri che non amano l’ossigeno (chiamati anaerobi). Se passata al bambino nel latte materno può causare la soppressione del midollo osseo nel bambino e indurre la “sindrome del bambino grigio”. Si tratta di una grave malattia in cui la funzione epatica epatica è danneggiata e di conseguenza il bambino può sviluppare la pressione bassa, diventa blu e persino muori. Quindi questo antibiotico è assolutamente fuori.

Alla fine, abbiamo sentito tutti che i bambini non dovrebbero ricevere l’antibiotico tetraciclina. Infatti, l’uso cronico di questo farmaco (alcune donne lo usano oi suoi derivati ​​per l’acne) può macchiare i denti immaturi dei bambini. Tuttavia, l’uso a breve termine di questo antibiotico durante l’allattamento è stato approvato con prudenza.

Ecco un elenco di vari farmaci considerati sicuri da usare durante l’allattamento:

  • Aciclovir (inclusi Zovirax e Valtrex). Questo farmaco è usato per trattare un’epidemia di herpes o per ridurre la secrezione del virus dell’herpes
  • Cefalosporine, tra cui cefazolina, cefotaxime e cefoxitina
  • Ciprofloxacina
  • clindamicina
  • eritromicina
  • Fluconazolo (un farmaco anti-lievito)
  • Gentamicina
  • kanamicina
  • Nitrofurantoin
  • Ofloxacin
  • chinidina
  • Chinino
  • Streptomicina
  • sulbactam
  • Sulfadiazine
  • sulfisossazolo
  • Trimetoprim / sulfametossazolo

Bottom Line di Dr. Reichman: Se è necessario assumere un antibiotico durante l’allattamento, sappi che nella maggior parte dei casi è sicuro. Al massimo, il bambino può sviluppare feci molli e diarrea a breve termine. Ma se avete ulteriori domande, ovviamente, consultate il vostro medico.

La dottoressa Judith Reichman, la collaboratrice medica dello show OGGI sulla salute delle donne, ha praticato ostetricia e ginecologia da oltre 20 anni. Troverai molte risposte alle tue domande nel suo ultimo libro, “Rallenta il tuo orologio in basso: la guida completa per un tuo giovane sano”, che è ora disponibile in edizione economica. È pubblicato da William Morrow, una divisione di HarperCollins.

NOTA: le informazioni contenute in questa colonna non devono essere interpretate nel senso di fornire una consulenza medica specifica, ma piuttosto di offrire ai lettori informazioni per comprendere meglio la loro vita e salute. Non è destinato a fornire un’alternativa al trattamento professionale o per sostituire i servizi di un medico.