Un ragazzo con autismo diventa amico, grazie a ‘Sesame Street’ Muppet Julia

Mentre Julian, di 4 anni, girava in tondo a bordo della piscina, il suo genitore Lu Everman era preoccupato. Julian ha l’autismo ea volte quando gira o agita le mani, i bambini reagiscono crudelmente.

Ma questa volta è successo qualcosa di sorprendente: una ragazza ha chiesto di giocare con Julian.

“È sciocco!” la ragazza ha detto a sua nonna. “Voglio giocare con lui.”

Ha spiegato che le piaceva perché era come Julia, un Muppet con autismo in Sesame Street.

Immagine:
Julia, la Muppet con autismo, ha insegnato ai bambini lezioni inestimabili.Zach Hyman / AP

“È stato meraviglioso rendersi conto che ci sono bambini abili che non si sentono minacciati o a disagio intorno a lui”, ha detto Everman, 32 anni, del Tennessee, via email. “Vedere una ragazza fondamentalmente correggere sua nonna nei dettagli del gioco con un bambino autistico era magico.”

Everman si è sentito così toccato da condividere l’esperienza su Twitter:

“C’è un Muppet autistico non verbale. Non dirmi che la rappresentazione non ha importanza “, hanno scritto in un Tweet che è diventato virale.

Everman amava vedere il loro figlio accettato.

“Guardandola camminare e saltare accanto a lui mentre balbettava e girava in tondo – è una di quelle esperienze che si incide nel tuo cervello”, hanno detto.

In passato, Everman ha notato che gli altri bambini si sentivano impauriti intorno a Julian perché non creava alcun contatto visivo, balbettava e non rispondeva ai tipici segnali sociali.

“Può essere scoraggiante per i bambini disabili, perché pensano che li stia ignorando, oppure che si comportano in modo strano”, ha detto Everman..

Ma Everman, che ha anche l’autismo, non ha mai immaginato che un personaggio con autismo su Sesame Street avrebbe cambiato l’impressione di un bambino.

“Julia e Julian erano uguali. Quando la bambina della sua classe vide Julia, aveva visto Julian “, dissero. “Non credo di aver mai amato tanto un Muppet.”

Ma questo era un “completo 180” dai pensieri originali di Everman su Julia. Quando Sesame Street ha introdotto per la prima volta Julia si sono sentiti delusi dal modo in cui si è comportata in modo stereotipato.

“[Ero] incazzato a un Muppet per essere solo un’altra caricatura”, hanno detto. “Julia aveva tutto ciò che ero stato condizionato a pensare che l’autismo fosse … [Ma] l’autismo non è un monolite”.

Dopo aver assistito all’esperienza di Julian con la ragazza della piscina, Everman si rese conto che le loro impressioni erano sbagliate.

“È facile … dimenticare esattamente cosa significhi questa rappresentazione per un bambino, da bambino. I bambini di quattro anni non capiscono la sfumatura della rappresentazione “, hanno detto. “Il modo migliore per spiegare una cosa è incontrarli dove sono, e questo è ciò che ‘Sesame Street’ ha fatto con Julia.”

Everman si sente sbalordito dalla risposta e spera che ciò incoraggi una conversazione sulla rappresentazione delle persone con disabilità.

“I personaggi disabili sembrano apparire solo quando i personaggi abili – oi consumatori – hanno bisogno di sentirsi meglio con se stessi”, hanno detto. “Non siamo dispositivi di trama e non siamo qui per ispirarti. Siamo qui. “