Malato di una casella di posta piena di volantini e offerte di carte di credito?

Volantini, buste dall’aspetto importante, cataloghi, opuscoli lucidi, tutti abbiamo dovuto scavare tra di loro pile. Alcuni la chiamano “pubblicità” ma molte persone chiamano semplicemente la posta indesiderata. Quindi c’è un modo per fermare tutto? Nella prima parte di una speciale serie di tre parti OGGI chiamata “Scam-Proof Your Life with Sid Kirchheimer”, l’autore che scrive la colonna Scam-Alert per il Bollettino A-A-R-P ha alcuni suggerimenti e trucchi per creare spazio nella tua casella di posta.

Arresta posta indesiderata

Minore è l’accesso che fornisci al tuo nome e indirizzo, più sicuro sarai. Ogni anno, più di tre milioni di americani scoprono che sono stati aperti conti falsi di credito nel loro nome. Di questi, almeno 400.000 possono essere attribuiti al furto della posta in arrivo. Per ridurre il rischio che la tua identità venga dirottata in questo modo e per alleviare il mal di schiena del tuo leale colosso postale, prova questi suggerimenti per trasformare un’ondata di posta indesiderata in un rivolo.

* Offerte di carte di credito e assicurazioni preapprovate: chiama il numero 888-567-8688 (888-5-OPT-OUT) dal tuo casa telefono; sarà controllato su un database di indirizzi. O visitare www.optoutprescreen.com/. Fare questo semplice passo dovrebbe fermare ciò che alcuni esperti ritengono sia il tipo più pericoloso di posta indesiderata: offerte di credito pre-approvate. Perché pericoloso? Perché possono essere facilmente rubati dalla tua casella di posta e, con la stessa facilità con cui si possono correggere, aprire nuovi account a tuo nome. Per rinunciare a queste offerte, ti verrà chiesto il tuo nome, indirizzo, data di nascita e numero di previdenza sociale. Non preoccuparti; la fonte di questi invii non richiesti sono elenchi venduti a questi operatori dai quattro uffici di segnalazione dei crediti: Equifax, Experian, TransUnion e Innovis. Puoi rinunciare per cinque anni o in modo permanente, ma devi seguire la procedura di opt-out per ogni membro adulto della tua famiglia.

Se un bambino di età inferiore ai 13 anni riceve queste offerte, potrebbe essere un segno che si è verificato un furto di identità, quindi è necessario contattare immediatamente gli uffici di segnalazione dei crediti elencati di seguito.

  • Equifax, P.O. Box 740256, Atlanta, Georgia 30374
  • Experian, P.O. Box 9532, Allen, Texas 75013
  • Innovis Consumer Assistance, P.O. Box 725, Columbus, Ohio 43216-0725
  • TransUnion, P.O. Box 6790, Fullerton, California 92834

Experian Consumer Services rimuoverà anche il tuo nome da offerte non di credito – coupon, volantini e cataloghi – che risultano dai suoi elenchi. Chiama il 402-458-5247 per disattivare queste offerte di posta e telemarketing.

* List Broker: le informazioni di pooling raccolte senza sforzo da rubriche telefoniche, documenti pubblici, incluse transazioni immobiliari, file fiscali e certificati di nascita, e altre fonti, queste aziende preparano e vendono mailing list a tutti i tipi di attività commerciali. Scrivi a ciascuno di seguito elencato, richiedendo che il tuo nome venga rimosso da tutti i loro elenchi di mailing e telemarketing. Etichette postali prestampate per facilitare il compito sono disponibili su http://www.fightidentitytheft.com/junkmail_labels.html

Metromail Corporation

Elenco di manutenzione

901 West Bond

Lincoln, Nebraska 68521

R.L. Polk & Co. / Nome File di cancellazione

Elenca lo sviluppo della compilazione

26955 Northwestern Highway

Southfield, Michigan 48034-4716

Database America

Dipartimento di compilazione

470 Chestnut Ridge Road

Woodcliff, New Jersey 07677

Acxiom U.S. 

Per richiedere un modulo di opt-out, vi preghiamo di chiamare l’877-774-2094 o di completare la richiesta sul sito web di Acxiom U.S. Dovrai quindi compilare un altro modulo e inviarlo per posta.

* Direct Marketing Association: le 5.200 aziende associate di questo gruppo commerciale utilizzano il telefono, la posta e Internet per inviare i propri prodotti direttamente ai consumatori, evitando tali intermediari come tradizionali punti vendita al dettaglio. Il DMA aggiorna regolarmente il suo elenco, ma le aziende che notifica di rimuovere potrebbero non essere altrettanto pronte. Quindi possono passare sei mesi prima che le richieste di tutti i membri del DMA vengano interrotte.

* Per smettere di ricevere mail dai membri di DMA, vai su www.dmaconsumers.org/cgi/offmailing. Si prega di notare, “i consumatori” è plurale nell’indirizzo. In alternativa, puoi accedere al loro Mail Preference Service tramite www.the-dma.org e fare clic sulla casella arancione che dice “rimuovi il mio nome dalle mailing list”. La disattivazione cancellerà il tuo nome dagli elenchi di quelle società con le quali fai non già fare affari con. È possibile scegliere di uscire online o per posta; c’è un addebito di $ 1 per verificare l’identità della carta di credito o del libretto degli assegni.

Invia la tua richiesta direttamente a:

Servizio di preferenze postali

Associazione di marketing diretto

P.O. Riquadro 643

Carmel, New York 10512

In alternativa, se desideri interrompere solo gli invii di una determinata azienda, contatta direttamente tali società. Se lo fai e continui a ricevere posta da quei membri DMA, completa il modulo di reclamo su www.dmaconsumers.org/consumers/complaintform.doc e spedisci a:

Associazione di marketing diretto

c / o Rimuovi il mio nome

1615 L St. NW, Suite 1100

Washington, DC 20036      

 

* Per ridurre le sollecitazioni via e-mail dai membri DMA fino a tre indirizzi e-mail, visitare www.the-dma.org/consumers/optoutform_emps.shtml. Il servizio è gratuito, ma è necessario confermare entro 30 giorni. giorni dalla ricezione di un avviso inviato a ciascun indirizzo e-mail che invii.

* Per rimuovere i nomi dei propri cari defunti dalle liste di marketing commerciali, visitare www.ims-dm.com/cgi/ddnc.php e compilare il modulo. C’è un addebito di $ 1.

*Cataloghi: se vieni sommerso da cataloghi, inclusi quelli di aziende che non hai mai frequentato, è probabile che sia perché alcuni tempo che hai fatto alcuni acquisto da alcuni catalogo … o forse semplicemente richiesto. Quando si verifica una di queste azioni, il tuo nome e indirizzo sono molto probabilmente consegnati ad Abacus, un’alleanza di cataloghi e case editrici. I membri di Abacus scambiano regolarmente informazioni sui clienti. Per impedire ai singoli cataloghi di raggiungere la tua casa, contatta l’azienda specifica in questione. Per interrompere gli invii in massa, invia un’e-mail a [email protected] o scrivi a:

Abacus, Inc.

P.O. Riquadro 1478

Broomfield, Colorado 80038

* Mailing “Resident” e “Occupant”: per respingere i volantini che offrono vari beni e servizi, contattare: ADVO, Inc. Puoi rimuovere il tuo nome e indirizzo da:

  • Chiama: 888-241-6760
  • Compilare il modulo all’indirizzo: www.advo.com/consumersupport.html
  • Scrivere a: ADVO, Inc. Assistenza clienti P.O. Casella 249 Windsor, Connecticut 06095

* Val-Pak: i pacchetti che arrivano in una busta blu possono essere fermati tramite una rapida visita a www.coxtarget.com/mailsuppression/s/DisplayMailSuppressionForm. Altre richieste possono essere indirizzate all’indirizzo del mittente stampato sulla busta che si riceve. PennySaver e mailing simili possono essere fermati più o meno allo stesso modo inviando la tua richiesta all’indirizzo di ritorno che elencano.

* Premi e lotterie:

Hai recentemente “vinto” una lotteria straniera o un concorso che non hai inserito? Elimina la notifica della notizia: non è altro che un’offerta per farti rispondere. In uno scenario di danno minimo, la tua risposta a un tale approccio ti atterrerà su una lista “ventosa” ampiamente diffusa. Nel peggiore dei casi, può creare una truffa. Né Publishers Clearinghouse né Readers Digest Sweepstakes noleggiano la sua lista; entrambi, tuttavia, offrono di rimuovere il tuo nome dai loro file su richiesta. Per fare ciò, contattare:

Editori Clearinghouse

  • Chiama: 800-645-9242
  • Scrivi:Consumer & Privacy Affairs Editori Clearinghouse 382 Channel Drive Port Washington, New York 11050
  • E-mail: mailto: [email protected]

Lettori Digest lotterie

  • Chiama: 800-310-6261 (800-735-4327 per non udenti)
  • Scrivi: Reader’s Digest P.O. Box 50005 Prescott, Arizona 86301-5005

* Beneficienza: se lo hai donato a uno, probabilmente riceverai posta da altri. Non solo le organizzazioni non profit spesso condividono le loro liste, ma non c’è un opt-out centrale per le sollecitazioni di beneficenza. Un modo per ridurre questo tipo di posta: chiedi a qualsiasi organizzazione che supporti di non vendere o affittare il tuo nome e indirizzo. Cerca caselle di opt-out sui moduli di donazione.

* Materiale a orientamento sessuale: per interrompere materiale sessualmente esplicito, richiedi il modulo 1500 presso l’ufficio postale o stampalo e compila il seguente modulo: www.usps.com/forms/_pdf/ps1500.pdf

Ci sono aziende che faranno servizi di opt-out a pagamento. Includono: 41pounds.org: http://www.41pounds.org/ e Private Citizen: www.private-citizen.com./

Cos’altro puoi fare?

  • Rinuncia a questa scheda di garanzia. Quando acquisti un nuovo tostapane, è facile bruciarsi molto tempo prima che il pane salta fuori. La fonte del tsuris è la scheda di garanzia inclusa nella confezione. “Le carte di garanzia sono principalmente utilizzate dal produttore del prodotto per delineare il profilo dell’utente”, spiega l’avvocato di furto d’identità della California Mari Frank. “Quindi venderanno queste informazioni ad altri, che a loro volta ti invieranno mailing per i loro prodotti e servizi. Ecco perché spesso le carte di garanzia ti chiedono il reddito familiare, quanti figli hai, quali sono i tuoi hobby e interessi. Ma dovresti sapere che dipendenti senza scrupoli possono facilmente mettere le mani sui dati della tua carta di garanzia, quindi usarli per rubare la tua identità. ”
  • La tua protezione: A condizione di conservare la ricevuta, un prodotto rimane in garanzia per il periodo designato se si restituisce la scheda di garanzia o no. Se si decide di “registrare” in modo improprio il proprio acquisto presso il produttore, inviare la scheda di garanzia contenente nient’altro che il proprio nome, indirizzo e data di acquisto. (Se richiesto, allegare una copia della ricevuta). Nello stesso indirizzo, specificare che le informazioni personali non devono essere distribuite ad altri. Non è necessario rispondere ad altre domande.
  • Non snobbare quegli stuffers.I contatti di opt-out sopra riportati riguardano principalmente la posta indesiderata e le telefonate di società con le quali non hai nulla a che fare. Ma per quanto riguarda l’interruzione della diffusione delle informazioni personali da parte delle aziende con le quali già si fa affari?
  • La tua protezione: Una volta all’anno, le istituzioni finanziarie sono tenute a informare i loro clienti su come utilizzano le loro informazioni personali e su quali diritti di opt-out hanno i loro clienti. “Il trucco è che questi avvisi vengono spesso in buste imbottite con altra corrispondenza”, osserva l’esperto di privacy Eric Gertler. “Per questo motivo molte persone inconsapevolmente le scartano.”

Questi avvisi a volte forniscono un indirizzo postale (o, più raramente, un numero di telefono o un indirizzo di un sito Web) che consente ai clienti di impedire alle proprie istituzioni finanziarie di condividere le proprie informazioni personali con terze parti non affiliate. Questa è una rara offerta che dovresti davvero non rifiutare: prenderli su di esso può fermare indesiderati che provengono da fonti totalmente insospettate. Anche se non esegui questo passaggio, puoi sempre interrompere la diffusione delle tue informazioni personali in un modo vecchio stile: contatta la tua banca, l’emittente della carta di credito o l’assicuratore e informa che stai optando per la condivisione. La disattivazione impedisce a un’azienda di fornire le informazioni personali a società terze, ma tale società può andare direttamente a fornire i dati alle sue filiali o affiliate. Gertler, l’ex amministratore delegato di Privista, una società di protezione dei furti di identità e di gestione del credito, cita l’esempio ipotetico di un cliente che banceggia con Citibank: “Anche se si disattiva, le informazioni potrebbero essere passate a una delle società affiliate di Citibank, come la sua divisione di carte di credito o la sua componente di mutuo. ”

Cosa non funziona

Il servizio postale degli Stati Uniti offre, ma non aspettarti che ti trasporti dalle montagne di posta indesiderata che ti scarichi a portata di mano. Gli invii di direct marketing, che sono aumentati di circa cinque miliardi di pezzi da quando il registro nazionale non chiama entrati in vigore nell’ottobre 2003, generano miliardi di dollari di entrate per l’USPS.

Forse è per questo che alcuni passaggi apparentemente ovvi per rifiutare questi mailing non funzionano davvero. Per esempio: 

  • Scrivere “Ritorna al mittente” o “Rifiutato” sulle buste delle lettere non richieste e inserirle nella posta in uscita non ti rimuoverà dalla lista di distribuzione del mittente. L’USPS non inoltra posta collettiva di terza classe; i regolamenti postali richiedono che vengano scartati.
  • L’invio di posta non richiesta in una busta di ritorno con spese di spedizione è un altro tentativo futile di bloccare le spedizioni future. Con ogni probabilità, il servizio postale degli Stati Uniti ti restituirà semplicemente la busta per la spedizione corretta. Se ometti il ​​tuo indirizzo di ritorno e l’ufficio postale non è in grado di restituirlo al mittente, la busta andrà al centro di recupero della posta di USPS.

Tratto da “Scam-Proof Your Life” di Sid Kirchheimer. Copyright © 2006 Sid Kirchheimer. Adattato su autorizzazione di AARP Books /Sterlina. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo estratto può essere riprodotta o ristampata senza autorizzazione scritta dall’editore.