Barbie: 50 anni e ancora una musa della moda

Devi essere in cima al tuo gioco per essere un modello di un unico nome: c’è Iman, Naomi, Gisele – Barbie.

La bambola di plastica da 11,5 pollici è ancora in vetta come musa dell’alta moda mentre si avvicina al suo cinquantesimo compleanno e farà il suo debutto in passerella della settimana della moda di New York sabato in 50 abiti dei migliori stilisti del paese.

Le sostegni a grandezza naturale di Barbie si pavoneggiano in un abito da red carpet di Marchesa, un vestito a fascia rosa caldo di Diane von Furstenberg e un vestito da festa verde stravagante di Betsey Johnson.

Il fatto che Barbie sia solo timida del suo cinquantesimo compleanno – ufficialmente segnata il 9 marzo – non sembra avere importanza in un’industria della moda che adora i giovani. (Essendo fatto di plastica, può anche evitare le umiliazioni di Botox.)

“C’è stata un’epica dimostrazione di unità attorno a Barbie come una musa”, afferma Richard Dickson, direttore generale del marchio Barbie presso Mattel. “Barbie ha 50 anni. Qual è il prossimo capitolo?”

Hello Kitty sta anche organizzando la sua festa della settimana della moda, ma non c’è dubbio su chi è la migliore bambola. Barbie ha persino abbattuto le ragazze Bratz l’anno scorso, con il risultato di una decisione legale che in sostanza finirà le vendite delle bambole spigolose.

“La maggior parte dei designer ha avuto qualche incontro con Barbie”, afferma Carmen Marc Valvo. “È un’icona americana, e deve esserci un’associazione interessante tra gioco e Barbie, creatività e moda.”

Valvo insiste che non ha mai avuto la sua Barbie, ma è stato circondato dalle sue sorelle da bambino, e il suo primissimo disegno era un vestito da Barbie – un abito rinascimentale per un progetto scolastico. È presentato con orgoglio nel suo ufficio, anche se il vestito manca di giromanica ben tagliati, un’abilità che non aveva ancora.

Il nuovo abito Barbie a grandezza naturale di Valvo è un vestito da cocktail senza spalline nero con pieghe che gli ricorda il primo guardaroba di Barbie. Questo sarà indossato con scarpe Christian Louboutin rosa caldo: “Sembra un Bon Bon”.

L’abito a trapezio a scacchiera di Nicole Miller e il cappotto swing sono il terzo vestito che ha fatto per Barbie, riempiendo un vuoto d’infanzia da un tempo in cui la madre francese non le permetteva di avere una delle bambole.

“Ho sempre immaginato Barbie in quel modo degli anni ’60 – l’ho fatta a metà degli anni ’60,” ha detto Miller. È la versione di un vestito che Miller ha messo nella sua prima sfilata, indossata da Linda Evangelista. “Era la stagione in cui era bionda, ho pensato subito a quel vestito.”

Tommy Hilfiger, che metterà Barbie in un miniabito bianco con perline a mano, vede la sua Barbie come un’icona della cultura pop americana che si traduce in altre culture e paesi. Ci sono state innumerevoli Barbie prodotte nell’abito tradizionale di terre lontane, tra cui una sposa coreana in un hanbok e una bambola keniota con collane di perline di legno.

La Barbie dalla carnagione scura ha anche rafforzato l’autostima di una giovane Rachel Roy, una designer con un misto di eredità olandese e indiana. “Mi ha aiutato a capire che il marrone era bello”, dice.

Molti degli stili di Barbie sono diretti direttamente al flagship store di Bloomingdale, ma saranno esposti e non in vendita.