Gasp! Le prime nuove regole di Scrabble dal 1948?

Puoi scrivere O-U-T-R-A-G-E?

Questa è la sensazione che ha attanagliato i fabbri e gli amanti delle lingue ovunque, quando le notizie hanno iniziato a diffondersi sull’amato gioco Scrabble che si faceva un lifting per la prima volta dal 1948.

Martedì, la società di giocattoli e giochi Mattel ha annunciato l’intenzione di rilasciare una nuova versione del popolare gioco di parole in Gran Bretagna. Quella versione, che verrà svelata nei prossimi mesi, consentirà ai nomi delle celebrità e ad altri nomi propri di raccogliere punti.

Altre modifiche pianificate potrebbero colpire i fan irriducibili del gioco come ancora più radicali: i giocatori di Scrabble saranno in grado di scrivere parole all’indietro e persino di pronunciare parole non collegate a nessun’altra parola sulla lavagna.

Ma i puristi di Scrabble negli Stati Uniti e in Canada non hanno nulla da temere. Hasbro, proprietaria del gioco Scrabble in Nord America, ha detto che la nuova edizione del gioco non si esaurirà su queste spiagge.

“Le regole di Scrabble come te e io e 50 milioni di altri americani le conosciamo non cambieranno, e questo gioco non sarà disponibile negli Stati Uniti o in Canada”, ha detto John D. Williams Jr., direttore esecutivo del National Scrabble Associazione e portavoce ufficiale per il gioco in Nord America.

“La cosa con Scrabble … è che il gioco è così straordinariamente semplice così com’è”, ha continuato Williams. “Non sappiamo nemmeno se questo funzionerà. … Potresti semplicemente comprare una normale partita di Scrabble e [cambiare le regole]. Capisco perfettamente perché lo stanno provando, ma davvero, chissà se decollerà? “

Reazioni intense ai cambiamenti delle regole
In Gran Bretagna, molti amanti di Scrabble presero le loro tastiere di computer per denigrare le modifiche alle regole che stavano arrivando.

“Questo è un oltraggio”, ha scritto un poster sulla bacheca sul sito Web del quotidiano britannico The Times. “Voterò volentieri a qualsiasi partito politico che abbia la bontà di bandire questa sporcizia malata.”

“Ora può anche vendere allo stupido”, ha scritto un altro poster di Times. “Mercato enorme lì.”

Ma anche nel Regno Unito, i tradizionalisti di Scrabble non hanno bisogno di ottenere le mutande in una torsione. Mattel, proprietario e distributore del gioco Scrabble in Gran Bretagna, ha sottolineato che le nuove regole si applicano solo ad un’edizione speciale del gioco, e il gioco originale Scrabble – con le sue regole Scrabble originali – rimarrà completamente intatto.

“I produttori di Scrabble hanno confermato che stanno facendo piani per cambiare le regole per la prima volta per introdurre nuove sfide al gioco per un’edizione speciale”, ha detto Mattel in una nota. “I dettagli finali di questa nuova versione del classico saranno annunciati entro la fine dell’anno.”

La rivelazione che i nomi di celebrità potevano essere utilizzati per guadagnare punti nella nuova edizione ha scatenato accese discussioni online sul fatto che moniker come “TomKat”, “Bennifer”, “Brangelina” o “Speidi” contassero come “nomi propri”.

Centinaia di persone hanno parlato dei possibili cambiamenti su Twitter – e generalmente li hanno descritti come “spericolati”, “stupidi” e “sbagliati sbagliati” – anche se non tutti erano contrari.

“Adoro questo”, ha twittato un uomo. “Jennifer quasi sempre mi batte a Scrabble. Non più!”

Una ricca storia
Williams, il portavoce del gioco in Nord America, ha dichiarato di non essere affatto sorpreso dalla passione – e dal vetriolo – scatenati dalla nozione di cambiare Scrabble. Anche la rimozione di parole offensive ed epiteti etnici dal dizionario Scrabble negli anni ’90 ha suscitato la sua parte di controversie in quel periodo, Williams ha ricordato.

Creato durante la Grande Depressione degli anni ’30 da un architetto mite di nome Alfred Mosher Butts, Scrabble è rimasto invariato da quando è stato ufficialmente registrato nel 1948.

Come previsto da Butts, il gioco offre ai giocatori l’opportunità di utilizzare al meglio sette tessere singole su un tabellone. A ogni tessera viene assegnato un valore in punti basato sulla frequenza di quella lettera nella lingua inglese. Per determinare le frequenze delle lettere, Butts ha perlustrato accuratamente la prima pagina del New York Times e contato, contato e contato.

Per anni, Butts ha cercato senza successo di ottenere il gioco brevettato e raccolto dai principali produttori di giochi. Finalmente ha trovato il supporto di un fan del gioco, James Brunot, che ha accettato di produrlo e regalare a Butts una royalty ogni volta che una copia del gioco viene venduta.

Hanno ottenuto il gioco protetto da copyright e marchio commerciale e sono decollati. Oggi più di 150 milioni di copie sono state vendute in tutto il mondo.

Butts ha continuato a giocare la sua versione originale del gioco con la famiglia e gli amici fino alla sua morte nel 1993 all’età di 93 anni.

“Lo conoscevo”, ha detto Williams. “Ho giocato a Scarabeo contro di lui. Sai cosa mi ha detto? Ha detto: “Non sono un ottimo speller”.