Joyce Mitchell dice a Matt Lauer nella sua prima intervista in assoluto: “Ho appena preso il sopravvento”

In un’intervista esclusiva, Joyce Mitchell, la sarta del carcere di New York che si è dichiarata colpevole di aiutare i detenuti Richard Matt e David Sweat a fuggire dal Clinton Correctional Facility, dice a Matt Lauer di TODAY: “Ho appena superato la mia testa”.

Joyce Mitchell si siede con Matt Lauer per la sua prima intervista

Sep.11.201500:25

“Stavo attraversando un punto nella mia vita: molte persone attraversano la depressione, molte persone lo attraversano e io mi sono appena messo in testa e non potevo uscire e non potevo dire non potrei dirlo a mio marito, non potrei dirlo alla mia famiglia, non potrei dirlo ai miei colleghi, non potrei dirlo a nessuno, non c’è nessuno che tu possa dire “spiegò Mitchell.

Mitchell, 51 anni, si è seduto con Lauer nel carcere della contea di Clinton, dove è in attesa di condanna.

Joyce Mitchell and Matt Lauer
OGGI

Alla domanda se Richard Matt avesse il “controllo completo” su di lei, Mitchell rispose affermativamente: “Sì. Era bravo in quello”.

Mitchell si è dichiarato colpevole di aver portato il contrabbando nel Clinton Correctional Facility a Dannemora, un crimine, e alla facilitazione criminale, un reato minore. Potrà arrivare fino a sette anni quando sarà condannata.

La confessione di Joyce Mitchell descrive in dettaglio cosa ha fatto, cosa non avrebbe fatto

Jul.29.201502:40

Dopo tre settimane di fuga vicino al confine con il Canada, Matt è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco il 26 giugno, mentre Sweat è stato colpito e catturato il 28 giugno.

CORRELATO: Leggi le dichiarazioni di Joyce Mitchell alla polizia

L’intervista andrà in onda in due parti su OGGI, lunedì e venerdì, 14 e 18 settembre e come Dateline speciale di due ore venerdì 18 settembre alle 21:00. ET.

L’agente di frontiera parla dell’uccisione del detenuto sfuggito Richard Matt

Aug.27.201502:28