Lyle Menendez sull’assassinio di genitori del 1989: “Piango ancora per mia madre”

Lyle Menendez stava guardando in televisione nella sua cella di prigione quando l’episodio inaugurale della miniserie in quattro parti della NBC, “Law & Order True Crime: The Menendez Murders”, è andato in onda martedì sera.

“E ‘stato doloroso da guardare”, ha detto a Megyn Kelly in un’intervista telefonica dal carcere di OGGI giovedì.

Lyle Menendez: la serie “Law and Order” sull’omicidio dei suoi genitori è “dolorosa da guardare”

Sep.28.201705:09

“Penso che sia difficile – senza aver parlato con me – sapere un po ‘come stavo in quel momento, ma è abbastanza sorprendentemente accurato in tutto”, ha detto.

Lo spettacolo, che andrà in onda ogni martedì fino al 17 ottobre, descrive l’omicidio del 1989 dei genitori di Menendez e le prove sensazionalistiche che alla fine hanno portato a Lyle, 49 anni, e suo fratello, Erik, 46 anni, condannato all’ergastolo senza omicidi.

Lyle Menendez è stato in grado di vedere la prima puntata su un televisore nella sua cella al carcere statale di Mule Creek a Ione, in California. Erik Menendez è incarcerato a San Diego e non è chiaro se abbia visto lo spettacolo.

Lyle Menendez sull’omicidio dei suoi genitori: lui ed Erik erano “accecati dall’emozione”

Sep.27.201706:05

I pubblici ministeri hanno sostenuto che i fratelli hanno assassinato i loro genitori, Jose e Kitty, con un fucile nella loro casa di Beverly Hills per ottenere il controllo della proprietà da 14 milioni di dollari della coppia.

Lyle Menendez ha parlato del perché i fratelli hanno ucciso la loro madre, nonostante la sua affermazione che lei non sapeva di presunti abusi sessuali da parte del padre. I loro avvocati difensori sostenevano che l’abuso fosse la causa degli omicidi.

“Questo era l’opposto di un omicidio a sangue freddo”, ha detto Menendez. “Penso che la scena del crimine non mostrasse che era a sangue freddo, ha dimostrato che era molto caldo, molto emotivo. L’indignazione, la rabbia, il tradimento, la sensazione che lei sapeva da sempre. “

Lyle Menendez parla come nuove anteprime della serie “Law and Order”

Sep.27.201705:39

Dice che ha ancora sentimenti contrastanti su Kitty Menendez.

“Amo mia madre e piango ancora mia madre e non la perdono”, ha detto. “La sua vita è finita e la nostra vita è essenzialmente finita per via di questa decisione fatidica. Dovevano esserci una serie di decisioni che aveva preso per non dire cosa stava succedendo. Che tipo di madre lascia che accada? “

Durante il primo processo nel 1993, Menendez ha testimoniato che ha detto a sua madre dell’abuso. Ma ha detto a Kelly in un’intervista telefonica iniziale dal carcere all’inizio di questa settimana che non ha mai parlato con sua madre di eventuali abusi da parte di suo padre, e che invece aveva un cugino adulto. Kelly seguì un’altra chiamata in cui lei gli chiese dell’evidente contraddizione.

“Non è una discrepanza”, ha detto, “non ho mai sentito di aver detto a mia madre dell’abuso. Stavano succedendo alcune cose di cui stavo piangendo e dispiaciuto e mi sono lamentato con mia madre in modo vago. Mio padre ci avrebbe spogliati per batterci con questa cintura, e lui mi avrebbe spogliato per fare questi massaggi sportivi, e lei stava pensando che era quello a cui mi riferivo. “

Anche se Menendez ha testimoniato che sua madre sapeva del presunto abuso di suo padre, si sta allontanando da quella dichiarazione 28 anni dopo gli omicidi.

“Per me non sarebbe giusto per me dire che mia madre a quel punto lo sapeva”, ha detto a Kelly.

Segui lo scrittore di TODAY.com Scott Stump su Twitter.