9 rimedi naturali per l’artrite reumatoide

Perché andare naturali?
L’artrite reumatoide (RA) si verifica quando il sistema immunitario attacca erroneamente le membrane che rivestono le articolazioni e causa l’infiammazione. Non esiste una cura per questa condizione cronica, e i farmaci usati per controllare i sintomi – dolore grave, gonfiore e persino perdita di tessuto osseo – possono avere effetti collaterali che vanno dalla nausea all’anemia fino al danno al fegato. Quindi cosa possono fare i trattamenti alternativi? Mentre i rimedi naturali di solito non possono prendere il posto dei farmaci convenzionali, possono aiutarti a ridurre il dosaggio o la frequenza di questi farmaci al punto in cui gli effetti collaterali non sono un problema, dice David Leopold, MD, del Centro per l’integrazione di Scripps Medicina, a La Jolla, in California. Ecco i modi più efficaci e meglio studiati per alleviare i sintomi dell’AR, naturalmente.

acidi grassi omega-3
Esistono molti antinfiammatori naturali, ma i migliori studiati finora sono gli acidi grassi omega-3. Questi grassi che stimolano il cervello e che stimolano il cervello sono particolarmente diffusi nei frutti di mare, in particolare nel pesce grasso come salmone, sardine e tonno. Gli studi hanno scoperto che l’aggiunta di omega-3 alla dieta può ridurre il dolore alle articolazioni e la rigidità mattutina nelle persone affette da AR, afferma Chaim Putterman, M.D., capo di reumatologia presso il Montefiore Medical Center e Albert Einstein College of Medicine di New York City. Non sei un fan dei pesci? Le capsule di olio di pesce possono darti gli stessi benefici. Ma attenzione: alte concentrazioni di omega-3 possono fluidificare il sangue, quindi consulti il ​​medico per la dose giusta.

Gamma acido linolenico
L’acido gamma-linolenico (GLA) è un altro acido grasso con proprietà anti-infiammatorie, dice Robert Zurier, M.D., che ha studiato gli effetti del GLA in pazienti con artrite reumatoide presso la University of Massachusetts Medical School. Il GLA si trova per lo più in olii botanici, enotera, semi di ribes nero e soprattutto olio di borragine, la sua fonte più ricca. I pazienti negli studi del Dr. Zurier hanno preso tre capsule da 1.000 millilitri di olio di borragine ogni giorno per sei mesi e hanno riportato meno dolore e rigidità articolare rispetto ai pazienti che hanno assunto capsule placebo e hanno anche ridotto la loro dose di farmaci anti-infiammatori non steroidei.

Spezie
È possibile trovare antinfiammatori naturali in una varietà di spezie, tra cui la curcuma, la curcumina (principio attivo della curcuma) e lo zenzero. “In effetti, queste spezie si comportano come versioni a basso dosaggio di aspirina e ibuprofene”, spiega il Dr. Leopold. Studi sull’estratto di zenzero hanno scoperto che inibisce le sostanze chimiche infiammatorie a gomito fuori dal sistema immunitario. Non hai voglia di cucinare con queste spezie? Puoi prendere degli integratori. Basta ricordare che le capsule contengono concentrazioni più elevate e il sovradosaggio può causare gli stessi effetti collaterali dell’aspirina e dell’ibuprofene, inclusi irritazione dello stomaco, ulcere gastriche e sanguinamento.

Una dieta anti-infiammatoria
“Studio dopo studio dimostra che ciò che le persone mangiano influenza la risposta infiammatoria del corpo”, afferma il dottor Leopold mentre alcuni alimenti, come i cibi trasformati, promuovono l’infiammazione, altri hanno l’effetto opposto. La dieta anti-infiammatoria, resa popolare da Andrew Weil, M.D., è ricca di cereali integrali, frutta e verdura, olio d’oliva, pesce, fagioli, erbe, spezie e tè verde o bianco. È scarsa su carne rossa, zucchero, farina e grassi saturi, senza alcuna raccomandazione per i grassi trans. Un altro aspetto della dieta anti-infiammatoria: “Non mangiare troppo”, dice il dottor Leopold. Le cellule di grasso sfornano una varietà di sostanze chimiche infiammatorie che possono peggiorare i sintomi RA.

Probiotici
Ecco come i tuoi due punti influenzano i sintomi dell’artrite reumatoide: sono i batteri benefici che aiutano a distruggere il cibo, ma anche i batteri nocivi, che possono proliferare quando c’è un cambiamento nell’ambiente intestinale (dall’assunzione di antibiotici, per esempio). I batteri nocivi possono innescare sintomi di peggioramento dell’infiammazione, mentre i probiotici, o microrganismi benefici, possono ridurre l’infiammazione. Quali probiotici possono essere più utili? Bifidobacterium infantis, trovato in integratori come Align e altri, e miscele probiotiche contenenti bifidobatteri e altri organismi come i lattobacilli, trovati in Ortho Biotic e VSL # 3. Parli con il medico prima di iniziare i probiotici: alcuni possono interferire con i farmaci RA.

Integratori a base di erbe
Molti anti-infiammatori naturali sono stati trasformati in integratori, tra cui la bromelina (enzimi trovati nell’ananas), l’EGCG (estratto di tè verde), l’acido oleanolico (dall’olio d’oliva) e le erbe come la boswellia (incenso indiano), l’artiglio del diavolo, il ginkgo e il tuono dio vite. Puoi provare qualcuno di questi, ma sii paziente. “Dico ai pazienti che in genere dovrebbero vedere qualche tipo di beneficio in tre o quattro settimane se hanno intenzione di ottenere qualche beneficio”, dice il Dr. Leopold. Poiché gli integratori sono anche dotati di effetti collaterali, informi il medico di ciò che sta assumendo, soprattutto se si è anche in farmaci da banco o da prescrizione. Per massimizzare la sicurezza, Dr. Leopold consiglia di acquistare solo integratori realizzati negli Stati Uniti.

acqua
Le sorgenti termali e le terme hanno una lunga tradizione di alleviare il dolore dell’artrite reumatoide, dice il dott. Putterman. Ma non devi viaggiare per ottenere gli stessi effetti curativi. Prova a immergerti in un bagno caldo o vasca idromassaggio, o facendo una doccia calda per alleviare le articolazioni doloranti, aiuta a rilassare i muscoli tesi e facilità la rigidità. Scegli una temperatura dell’acqua confortevole, potresti aver bisogno solo di un calore moderato e immergerti per circa 15 minuti. Cos’altro aiuta? Esercitarsi in acqua calda, nuotando o prendendo lezioni di acquagym. D’altra parte, il dolore e il gonfiore in un’articolazione possono essere alleviati dal freddo. Avvolgi un asciugamano intorno a una busta di ghiaccio o verdure surgelate e mantienilo sul giunto doloroso per circa 10 minuti. Se il dolore e il gonfiore in una singola articolazione persiste per più di qualche ora, potrebbe essere un segno di infezione, quindi cerca assistenza medica.

Metterli tutti insieme
Se hai l’artrite reumatoide, ci sono tre cambiamenti nello stile di vita che devi fare:

  • Mangia una dieta sana.
  • Riduce lo stress.
  • Esercizio.

“Tutto il resto è una goccia nel secchio se quei tre pezzi non sono a posto”, dice il dottor Leopold. E mentre l’esercizio fisico può non sembrare così piacevole per qualcuno con articolazioni rigide e dolorose, l’attività fisica regolare può ridurre i tuoi dolori e dolori mentre aumenta la flessibilità. Quali tipi di allenamenti funzionano meglio? Quelli a basso impatto come camminare o nuotare che non barattano o mettono a dura prova le articolazioni. E mentre lo stretching, il rafforzamento e il condizionamento sono importanti, l’allenamento con i pesi dovrebbe essere graduale e controllato.

Una versione di questa storia è stata originariamente pubblicata su iVillage.