A 42 anni, questa donna ha avuto 86 interventi chirurgici sul cancro della pelle

Quando Lisa Pace era un’adolescente, odiava guardare la sua pelle pallida e lentigginosa. Oggi, quando guarda il suo corpo di 42 anni, è ricoperta da cicatrici da 86 interventi chirurgici di cancro della pelle – e non ama guardarli né.

“Se potessi tornare indietro e parlare con il mio io di diciassette anni, direi a lei che il cancro della pelle è evitabile”, ha sottolineato Pace. “(Direi) non entrare in quel lettino abbronzante, indossare la protezione solare, indossare indumenti protettivi, le persone ti ameranno per quello che sembri dentro e non all’esterno”.

Sopravvissuto al melanoma condivide la sua storia dopo innumerevoli interventi chirurgici sul cancro della pelle

May.01.201803:28

Pace iniziò ad abbronzarsi al liceo – un amico aveva un lettino abbronzante nella sua casa. È passata una manciata di volte, ma la sua “dipendenza” dall’abbronzatura è iniziata quando è andata al college. Pace giocò a pallacanestro per la Eastern Kentucky University di Richmond e fu spesso filmato o fotografato mentre era in campo.

“Sono sempre stato impacciato di avere la pelle chiara di lentiggini e capelli rossi”, ha spiegato, spiegando che vedere le immagini di se stessa nei media non ha aiutato la sua autostima. Una cosa che ha aiutato? Una carnagione più scura. Pace comprò un pacco al salone di abbronzatura locale e andò regolarmente.

“Ho iniziato ad abbronzarmi ogni giorno, o ogni altro giorno”, ricordava l’attuale residente del Tennessee. “Era avvincente: la gente diceva: ‘sembri così bella, sembri abbronzata’, e mi ha semplicemente incoraggiato.”

Primo intervento chirurgico

Pace è stata diagnosticata con il suo primo cancro della pelle nel 2000. Aveva circa 20 anni e lavorava come allenatrice di basket presso la Southeast Missouri State University. Poiché era il suo primo lavoro a tempo pieno con l’assicurazione sanitaria, sua madre la incoraggiò a visitare tutti i suoi medici per ottenere una linea di base della sua salute.

Durante un appuntamento al dermatologo, il dottore le ha biopsiato un paio di punti sulla gamba. Quando la richiamarono alcuni giorni dopo dicendole che era il melanoma e che aveva bisogno di tornare in ufficio il prima possibile, spazzò via le loro preoccupazioni.

“L’ho soffiato via per settimane”, ha ammesso Pace. “Continuavano a chiamarmi e alla fine, hanno detto: ‘Devi entrare qui adesso.'”

Durante il primo intervento chirurgico, i medici hanno rimosso i melanomi dalla parte superiore e inferiore della gamba. Ha lasciato l’ospedale con le stampelle perché non poteva camminare. Mentre all’inizio la spaventava, mesi dopo, era di nuovo nei lettini abbronzanti.

Lisa Pace, skin cancer
Lisa Pace si riprende sul divano dopo la sua prima operazione di cancro alla pelle.Lisa Pace

Secondo l’American Cancer Society, il cancro della pelle è il tumore più comunemente diagnosticato negli Stati Uniti e le percentuali sono aumentate negli ultimi 30 anni. Esistono tre tipi di cancro della pelle: il melanoma (il più letale), la cellula squamosa e la cellula basale. Il melanoma è attualmente il secondo tumore più comune tra le donne di età compresa tra 15 e 29 anni.

Secondo una recente ricerca dell’American Academy of Dermatology, l’utilizzo di un lettino abbronzante indoor prima dei 35 anni aumenta il rischio di melanoma del 59 percento (e il rischio aumenta con l’uso più frequente). Anche solo una visita a una brutta abbronzatura può aumentare il rischio di sviluppare un cancro della pelle. Mentre l’uso del lettino abbronzante interno è in declino, quasi 10 milioni di adulti continuano ad abbronzarsi ogni anno, secondo i Centers for Disease Control and Prevention.

I dispositivi abbronzanti forniscono raggi UVA che sono da cinque a 15 volte più alti di quelli consegnati dal sole estivo a metà giornata. Qualsiasi dermatologo ti dirà che non esiste un’abbronzatura sicura o salubre – qualsiasi cambiamento nel colore della pelle rappresenta un danno ed è la risposta del corpo alle radiazioni UV dannose.

Quante scottature ci vuole per ottenere il cancro della pelle?

Apr.25.201600:54

Il punto di svolta

Entro un anno dal suo primo intervento chirurgico, Pace dovette rimuovere un altro tumore alla pelle. Questa volta, era dalla sua faccia.

“Era tutto straziante e straziante, per tutto il tempo ero preoccupato di come guardavo, e ora ho una grossa cicatrice sul mio viso”, ha detto Pace. “Era un grosso pezzo fuori dalla mia faccia.”

Lisa Pace, skin cancer
Pace recupera dopo l’ennesimo intervento chirurgico al cancro della pelle.Lisa Pace

Fu allora che finalmente si rese conto che aveva bisogno di smettere di abbronzarsi e prendersi più cura della sua pelle. Sfortunatamente, non ha rimediato al danno che aveva già fatto. Quando aveva circa trentacinque anni, aveva 50 interventi chirurgici su tutto il corpo.

A un certo punto, stava subendo un intervento chirurgico al cancro della pelle ogni tre mesi

“A questo punto, ho iniziato a trovare i punti io stesso … Ho avuto un alto tasso di successo di individuarli, lo farei bene circa otto volte su 10”, ha raccontato Pace. “Erano su tutte le mie braccia, gambe, schiena, petto, viso e il mio naso.”

Fu durante questo periodo che Pace subì altri 25 interventi chirurgici, portando il totale a 76.

“È stato difficile trovare il tempo per andare dal dottore, per ottenere le biopsie e gli interventi chirurgici.E ‘stato stressante … Stavo andando (dal dottore) quasi ogni giorno”, ha detto Pace.

“Non ho mai visto nessuno senza alcun disturbo genetico, che aveva il numero di tumori della pelle che Lisa aveva alla sua età”, ha notato il suo dottore in quel momento, la dottoressa Arielle Kauvar, fondatrice del New York Laser & Skin Care in New York City. “La cosa più importante della storia di Lisa è che nel suo caso, questo è stato probabilmente il risultato della concia al coperto.”

Lisa Pace, skin cancer
Pace sarà il primo a dire che questa abbronzatura non ne valeva la pena.Lisa Pace

Oggi, Pace ha avuto un totale di 86 interventi chirurgici, probabilmente con altri in arrivo. Dovrà presto un appuntamento per il dermatologo.

Pace ora è vigile quando si tratta di prendersi cura della sua pelle: “La protezione solare fa parte della mia routine quotidiana, non uscirò senza di essa”, ha detto. Lo applica appena esce dalla doccia, su tutto il corpo, e riapplica per tutto il giorno. Pace ha sempre una bottiglia di crema solare su di lei, nella sua borsa o nella sua auto.

“Tutti hanno un rischio di cancro della pelle”, ha sottolineato Kauvar. “Tutto ciò di cui hai bisogno è un melanoma per ucciderti.”

Se Pace sarà fuori, indosserà magliette a maniche lunghe e un cappello, e cercherà di limitare il tempo trascorso all’aperto.

Mentre sta lavorando per imparare ad amare la pelle in cui si trova, si rende conto che oggi è pallido salutare.

“Preferirei molto essere pallido, bianco, coperto di lentiggini che avere tutte le cicatrici che ho.”

Vuole ragazze più giovani che pensano di aver bisogno di essere abbronzate per apparire belle per sapere questo: “Sei bello per quelli che contano di più senza abbronzatura”, ha detto.