Bruciata da bambina, la donna incontra finalmente un’infermiera che si è presa cura di lei

Per 38 anni, alcune fotografie in bianco e nero di un’infermiera che cullava un bambino fornivano conforto a una donna che aveva sofferto terribili ustioni e sopportato anni di provocazioni nei parchi giochi e interventi dolorosi in seguito. Per tutto quel tempo, fino a martedì, lei sognò di incontrarla di nuovo.

Infermiera si riunisce con il bambino bruciato che ha aiutato a decadere

Sep.30.201501:47

Le foto mostrano Amanda Scarpinati a soli 3 mesi, con la testa avvolta in una garza, che riposa tranquillamente tra le braccia della balia. Girato per il rapporto annuale del 1977 del Centro medico di Albany, le immagini hanno una qualità beatifica, “Madonna col bambino”.

Amanda Scarpinati, Susan Berger
L’infermiera Susan Berger, a sinistra, e Amanda Scarpinati posano con una copia di un rapporto annuale del 1977 del Centro medico di Albany durante una conferenza stampa il 29 settembre.AP

Da bambina, era rotolata giù da un divano su un vaporizzatore a vapore bollente. Unguento fuso e mentolato scottava la sua pelle. Le ustioni richiederebbero molti interventi ricostruttivi nel corso degli anni. Le foto hanno aiutato.

“Crescendo da bambino, sfigurato dalle ustioni, sono stato vittima di bullismo e ho continuato a tormentarmi”, ha detto. “Guardavo quelle foto e le parlavo, anche se non sapevo chi fosse lei, ho trovato conforto guardando questa donna che sembrava così sincera, che si prendeva cura di me.” Scarpinati ora vive ad Atene, a 25 miglia a sud di Albany, e lavora come responsabile delle risorse umane.

Amanda Scarpinati, Susan Berger
Amanda Scarpinati ha finalmente avuto la fortuna di ringraziare l’infermiera dell’ospedale che l’ha accudita, grazie a un post sui social media che ha rivelato l’identità dell’infermiera nelle foto di 38 anni.AP

Dagli stetoscopi alle lacrime: 7 cose che gli infermieri vogliono che tu sappia del loro lavoro

Per tutta la vita, voleva ringraziare l’infermiera che le aveva mostrato tanta cura amorevole, ma non sapeva nemmeno il suo nome. Ha provato a scoprirlo 20 anni fa, senza successo.

Le foto sono state scattate dal fotografo Carl Howard, ma i suoi soggetti non sono stati identificati.

Amanda Scarpinati, Susan Berger
L’infermiera Susan Berger, a sinistra, e Amanda Scarpinati si abbracciano durante una conferenza stampa presso l’Albany Medical Center, martedì 29 settembre 2015, ad Albany, New York.AP

Su sollecitazione di un amico, ha provato di nuovo questo mese, pubblicando le foto su Facebook e chiedendo aiuto. “Entro 12 ore, era diventato virale con 5.000 azioni in tutto il paese”, ha detto Scarpinati.

Aveva la sua risposta in un giorno: la giovane infermiera dai capelli lunghi e ondulati era Susan Berger, allora 21. Angela Leary, una collega infermiera del centro medico allora, la riconobbe e mandò a Scarpinati un messaggio, dicendo Berger ” era dolce e premuroso come lei guarda in questa foto. “

Preservati dalle foto, i loro incontri nella stanza di recupero pediatrica hanno avuto un impatto duraturo su entrambe le loro vite. “La ricordo”, ha detto Berger prima di incontrarsi faccia a faccia martedì. “Era molto tranquilla, di solito quando i bambini escono dall’intervento, dormono o piangono, era così calma e fiduciosa.

Amanda Scarpinati, Susan Berger
Amanda Scarpinati detiene vecchie fotografie di se stessa detenuta da un’infermiera 38 anni fa.AP

Berger era appena uscito dal college e la piccola Amanda fu una delle sue prime pazienti. Ora si sta avvicinando alla fine della sua carriera, supervisionando il centro di salute del Cazenovia College nella regione dei Finger Lakes di New York.

Entrambe le donne erano elettrizzate di rivedersi martedì, singhiozzando e abbracciando mentre le telecamere si muovevano intorno a loro in una sala conferenze del centro medico.

“Oh mio Dio, sei reale! Grazie!” Disse Scarpinati. “Grazie!” Berger rispose. Se rimangono cicatrici, Scarpinati non le mostra, dai lunghi capelli scuri al tatuaggio a farfalla appena sopra la sua caviglia. Berger sembra anche giovane e ottimista, con i capelli biondi lunghi fino alle spalle, leggermente più corti di come li ha indossati nel 1977. “Sono al settimo cielo per incontrare Sue … Non avrei mai pensato che questo giorno sarebbe arrivato”, ha detto Scarpinati..

Berger ha detto che si sente ancora più fortunata.

Amanda Scarpinati,Susan Berger
L’infermiera Susan Berger, a sinistra, e Amanda Scarpinati si riuniscono.AP

“Non so quante infermiere sarebbero abbastanza fortunate da far succedere una cosa come questa, che qualcuno si ricordi di te per tutto quel tempo”, ha detto Berger. “Mi sento privilegiato a rappresentare tutte le infermiere che si sono prese cura di lei nel corso degli anni.”

Qualcuno ha chiesto se la loro riunione potrebbe essere l’inizio di un’amicizia per tutta la vita. Scarpinati ha avuto una rapida risposta a questo: “È già stata un’amicizia per tutta la vita, ma non lo sapeva”.

–Mary Esch, The Associated Press