Cobie Smulders: Posare in topless mi ha ispirato ad aprire la mia battaglia sul cancro

Cobie Smulders dice che posare in topless l’ha aiutata ad aprire la sua battaglia contro il cancro ovarico.

La star di 34 anni, “How I Met Your Mother”, ha scritto un saggio di Lenny Letter, rivelando che le sue riprese di maggio 2015 per la rivista Women’s Health l’hanno ispirata a pensare a ciò che il suo corpo aveva sopportato solo pochi anni prima.

“Ero in piedi davanti a una fotocamera che mi teneva il seno, cercando di apparire non sexy ma fiducioso, non civettuolo ma incredibilmente positivo”, scrisse Smulders, a cui fu diagnosticato un cancro ovarico a 25 anni, durante la terza stagione di “HIMYM” “.

Cobie Smulders
L’attrice Cobie Smulders parteciperà alla premiere di “Jack Reacher: Never Go Back” di Berlino il 21 ottobre 2016.Getty Images

“Tutto mi ha fatto iniziare a pensare a questo corpo in cui mi trovavo. E a quello che è passato. E improvvisamente questo bizzarro invito è diventato un’opportunità per condividere alcune intuizioni sulla mia esperienza di essere diagnosticato, ricevere cure per e alla fine apprendere per curare il mio cancro. “

Smulders, che interpreta il supereroe della Marvel Comics Maria Hill nei film “Avengers”, posato per la foto appena sei settimane dopo aver dato alla luce la sua seconda figlia.

Cobie Smulders on cover of Women's Health
Cobie Smulders sulla copertina di Women’s Health nel 2015La salute delle donne

Anche se l’attrice, sposata con l’ex star di “Saturday Night Live” Taran Killam, stava facendo il pubblico televisivo a ridere ogni settimana, dietro le quinte il cancro aveva preso “tutto il suo fisico, mentale ed emotivo”..

CORRELATI: Shannen Doherty parla del cancro: “Ti fa piangere e ti costruisce”

“Proprio quando le ovaie dovevano essere piene di follicoli giovanili, le cellule cancerose hanno superato il mio, minacciando di porre fine alla mia fertilità e potenzialmente alla mia vita”, ha scritto.

Ha provato freneticamente la meditazione, l’agopuntura, lo yoga e qualsiasi altra cosa che potrebbe aiutare a guarire il suo corpo. Dopo due terrificanti anni e “numerosi interventi chirurgici”, Smulders ottenne un buono stato di salute.

“Per fortuna, con gratitudine, il cancro non ha ottenuto il meglio di me”, ha scritto Smulders. “Il meglio di me ora vive nelle mie due piccole donne, bambine che ho avuto la fortuna di poter fare con il mio stesso corpo”.

Ma quella fatidica serie di riprese ha fatto capire all’attrice che è suo “dovere” parlare con altre donne del cancro alle ovaie.

“(I) t si sente così abilitante ad aprire questo dialogo e imparare gli uni dagli altri”, ha scritto.

Leggi il saggio completo di Smulders a Lenny Letter.