Come il succo di lime può causare gravi ustioni e cosa fare al riguardo

Quando la vita ti massaggia, non spremili all’aperto.

Il frutto verde altrimenti innocuo può portare a ustioni chimiche quando il suo succo reagisce con la luce solare sulla pelle, una condizione chiamata phytophotodermatitis. Il colpevole più comune è il lime, ma può anche essere causato da carote, pastinache, prezzemolo, sedano, fichi, aneto selvatico, limoni e arance di bergamotto.

“I pazienti sono piuttosto preoccupati quando hanno un’eruzione cutanea come questa”, ha spiegato il dottor Joshua Zeichner, direttore della ricerca cosmetica e clinica presso il Mount Sinai Hospital. “Solleva molto panico.”

I sintomi non compaiono fino a pochi giorni dopo l’esposizione, rendendo la phytophotodermatitis un rovinoso estirpatore estivo. Esse vanno da lievi arrossamenti a vesciche e ustioni di secondo grado, a seconda di quanto tempo sei al sole e quanta parte del succo arriva sulla pelle.

Tuttavia, i dermatologi vedono più spesso i pazienti una volta che l’infiammazione ha iniziato a svanire, lasciando “una caratteristica macchia marrone sulla pelle”, ha detto Zeichner..

https://www.instagram.com/p/5TGXjYs0VI

Anche se le macchie marroni possono essere pruriginose, scompariranno da sole in poche settimane o mesi. Nel frattempo, possono essere alleggeriti con idrochinone, ha detto il dottor Carolyn Jacob, direttore di Chicago Cosmetic Surgery and Dermatology.

Eppure, se l’idea di ustioni chimiche ti porta via per sempre il margarita sulla spiaggia, non ti preoccupare: il consumo di calcare può essere evitato lavandando immediatamente i residui con acqua e sapone o con salviettine detergenti.

CORRELATO: notte Taco! Siri e Carson condividono ricette per semplici tacos e margarita di bistecca

La condizione era chiamata “dermatite berloque” perché le donne lo sviluppavano dall’uso del profumo sul collo, ha spiegato Jacob. In questi giorni, è più spesso osservato tra coloro che tornano dalle vacanze.

“Questo succede più per le vacanze di primavera per noi”, ha detto Jacob della sua pratica.

Altre condizioni cutanee estive da evitare includono PMLE (eruzione leggera polimorfa), nota come “avvelenamento da sole” e dermatite da buccia di mango, che causa un’eruzione aviaria simile ad edera.

RELATED: Qual è la migliore protezione solare? Rapporti per i consumatori rivelano scelte migliori

E qualunque sia la tua vacanza, Jacob consiglia di indossare un sacco di crema solare.

Home rimedi per le irritazioni estive della pelle: dai morsi alle bruciature

Jul.22.201504:13