‘Devastato’: il comico Rob Delaney rivela la morte di suo figlio di 2 anni

Rob Delaney ha rivelato che suo figlio di 2 anni, Henry, è morto per un tumore al cervello a gennaio.

La star di “Catastrophe” ha condiviso le notizie strazianti in un post emozionale di Facebook venerdì.

“A Henry è stato diagnosticato un tumore al cervello nel 2016, poco dopo il suo primo compleanno, in seguito a vomito persistente e perdita di peso. Ha subito un intervento chirurgico per rimuovere il tumore e ulteriori trattamenti nella prima parte del 2017”, scrisse lo scrittore 41enne , attore e comico hanno scritto.

Il cancro è tornato lo scorso autunno e Henry ha perso la sua battaglia poco dopo, ha spiegato Delaney, che è sposata e ha altri due figli.

“Mia moglie ed i fratelli maggiori di Henry e io siamo devastati, ovviamente.Erah era una gioia.Era intelligente, divertente e malizioso e abbiamo avuto tante meravigliose avventure insieme, in particolare dopo che si era trasferito a casa dopo aver trascorso quindici mesi negli ospedali, ” ha scritto.

La malattia di Henry e l’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto lo hanno lasciato con disabilità fisiche, ha scritto Delaney, ma il suo risoluto figlio ha imparato il linguaggio dei segni e “ha sviluppato il suo metodo per andare da A a B mescolarsi sul suo bel culetto”.

“La sua spinta a vivere e ad amare ea connettersi è stata profonda”, si meravigliò.

rapinare Delaney
L’attore e comico Rob Delaney posa al Virgin TV BAFTA Television Awards a Londra nel maggio 2017.Jeff Spicer / Getty Images

La star londinese, che spesso fa riferimento alle sue lotte per depressione clinica e dipendenza nella sua commedia, ha aggiunto di essere “stupita” dall’amore che la mamma di Henry e dei suoi due fratelli condividevano con lui e tra di loro.

“Sono il motivo per cui cercherò di non arrabbiarmi con il dolore, non voglio perdere le loro bellissime vite, sono avido di maggiori esperienze con loro”, ha scritto.

L’attore ha anche condiviso la sua gratitudine con i medici professionisti del National Health Service inglese, che, ha scritto, “saranno i miei eroi fino al giorno in cui morirò”.

“Sono disperatamente triste in questo momento, ma posso dire con autorità che c’è del buono in questo mondo”, ha concluso Delaney, prima di incoraggiare i fan ad aiutare altri bambini malati e le loro famiglie nel Regno Unito donando a Rainbow Trust e l’Arca di Noè in Il nome di Henry o di una persona cara.

“Grazie, bellissimo Henry, per aver passato tanto tempo con noi come hai fatto tu”, scrisse Delaney al suo defunto figlio. “Ci manchi tanto.”