I video di “Tide pod challenge” attirano gli avvertimenti contro il consumo di detersivo per il bucato

Prima c’era la sfida alla cannella, poi c’era la sfida del sale e del ghiaccio. Ora, c’è una nuova sfida video virale che sta travolgendo la nazione tra gli adolescenti, con conseguenze potenzialmente fatali.

Ragazzi stanno mangiando i baccelli del detersivo per il bucato nella sfida pericolosa di internet

Jan.13.201802:25

I funzionari mettono in guardia il pubblico sulla pericolosa tendenza tra i giovani che mettono in bocca i detersivi per il bucato per una risata sui social media, soprannominata la “sfida Tide pod”.

Attraverso Internet, i memi e le sfide video dello stunt pericoloso sono decollati. Lo scherzo è evidente: dai più piccoli agli adulti con i più golosi, i baccelli sembrano proprio delle caramelle.

La sfida di solito coinvolge un giovane adulto che si prepara a mangiare il baccello, quindi lo infila nella bocca e reagisce ad esso. Gli adolescenti, che all’inizio sembravano coinvolti nello scherzo, sono visti scuotere, mescolare, persino cucinare pacchetti di detersivo per il bucato, in parte provocati da immagini di memi ridicole che reclamizzano i pacchetti accattivanti e color caramello come “frutto proibito”.

Secondo la US Consumer Product Safety Commission (CPSC), che ha recentemente rinnovato gli sforzi per mettere in guardia contro l’esposizione nociva ai baccelli, 10 persone sono effettivamente morte dal mangiarle.

Inoltre, l’anno scorso, i centri antiveleni hanno ricevuto segnalazioni di oltre 10.500 chiamate di bambini di 5 anni o più giovani che erano esposte in modo inappropriato ai baccelli della lavanderia.

Gravi effetti collaterali, secondo la collaboratrice medica della NBC News, la dottoressa Natalie Azar, e il dottor Gary Smith, che ha coautore un rapporto del 2016 per la rivista Pediatrics, includono:

  • vomito
  • tosse
  • perdita di conoscenza
  • arresto respiratorio
  • coma
  • fluido nei polmoni
  • arresto cardiaco

Per gli adulti affetti da demenza, anche l’ingestione della sostanza può essere fatale.

La proporzione di ustioni chimiche agli occhi causata dai piccoli pacchetti di gel arcobaleno è salita di 32 volte tra il 2012 e il 2015 tra i bambini in età prescolare, secondo un rapporto del 2017 in JAMA Ophthalmology.

Quando i piccoli bastoncini di detersivo brillanti e multicolori sono diventati disponibili, sono stati presto seguiti da avvertenze del produttore e chiamate da parte dei gruppi di difesa dei consumatori per proteggere meglio i bambini dall’esposizione.

In un’intervista del 2016 con TODAY, il Dott. Smith ha osservato che le chiamate ai centri di controllo dei veleni sui bambini esposti ai detersivi sono aumentate del 20% in soli due anni, “specialmente tra le esposizioni ai pacchetti di detersivi per il bucato”.

Ha detto che è particolarmente pericoloso per i bambini che stanno “esplorando con la bocca”. Nel suo studio di due anni, più di 17.800 bambini di età inferiore ai 6 anni hanno avuto problemi con i pod, con l’80% che li ha completamente ingeriti.

“In effetti, un bambino è segnalato a un centro antiveleni circa ogni 45 minuti in questo paese”, ha detto.

I gruppi di protezione dei consumatori sono particolarmente preoccupati per i bambini piccoli che imitano il comportamento pericoloso.

“È iniziato come uno scherzo e uno scherzo su Internet, ed è andato troppo lontano”, ha detto a tutti oggi la presidente della CPSC Ann Marie Buerkle.

“Gli adolescenti che stanno facendo questo devono capire che questo è avventato”, ha aggiunto. “Questa è una sostanza velenosa che stanno mettendo nei loro corpi”.

In risposta alle preoccupazioni passate, alcune aziende hanno reso le loro attività di confezionamento di cialde più a prova di bambino, compreso il confezionamento individuale di alcune cialde. Altri hanno lanciato campagne pubblicitarie sui rischi.

Proctor and Gamble, la società proprietaria di Tide, ha lanciato una campagna video online con Rob Gronkowski, bandito dal New England Patriots, per mettere in guardia gli adolescenti in particolare sul pericolo.

Proctor and Gamble ha rilasciato una dichiarazione a NBC News in risposta alla tendenza: “I pacchetti di biancheria sono fatti per pulire i vestiti, non dovrebbero essere giocati, qualunque sia la circostanza, anche se intesi come uno scherzo”.