Il ragazzo che è allergico a (quasi) ogni cibo

Tylor Savage, dodici anni, non deve chiedere cosa c’è per cena. È pollo o tonno con carote e patate e forse un po ‘di uva o una mela – gli unici alimenti a cui non è allergico.

“Sono un po ‘annoiato dello stesso cibo”, ha detto Tylor al co-presentatore di TODAY Matt Lauer durante una visita a New York giovedì con suo padre e sua sorella.

Ma il ragazzo inglese non si lamenta. Quando Lauer gli ha chiesto se voleva che potesse mangiare tutte le cose meravigliose che vedeva gli altri bambini divorare, ha detto, “Non proprio, perché so che mi farà star male.”

“Ill” è un mite descrittivo di ciò che Tylor ha attraversato per la maggior parte della sua vita. Aveva 4 anni la prima volta che si ammalò violentemente dopo aver mangiato. All’età di 6 anni, la diarrea e il vomito stavano peggiorando, ma i suoi medici non riuscivano a trovare nulla di sbagliato in lui, mettendo i suoi problemi digestivi giù ai virus dello stomaco.

“E ‘stato orribile”, ha detto la sorella di 15 anni, Elycia.

“Mi ha spezzato il cuore”, ha aggiunto suo padre, David Savage, che ha fatto il viaggio a New York con Tylor ed Elycia. La madre di Tylor, Lynne, rimase a casa in Inghilterra con il terzo figlio della famiglia.

Quando aveva 10 anni, la situazione di Tylor era disperata. Stava svenendo, andando in convulsioni e passando sangue da entrambe le estremità del suo apparato digerente. Il suo peso era inferiore a 50 libbre, la sua crescita stentata, il suo corpo poco più di pelle e ossa.

I suoi disorientati dottori estrapolarono la sua appendice, pensando che potesse essere il problema, ma non mostrò alcun miglioramento.

Lo scorso settembre, gli specialisti del Great Ormond Street Hospital di Londra, dove era stato sottoposto a test dall’aprile 2006, si sono resi conto che ciò che Tylor non era un virus dello stomaco ma una condizione estremamente rara chiamata eeropofia eosinofila.

Il disturbo fa sì che il suo intestino produca troppi globuli bianchi che agiscono come un sistema immunitario e attaccano il cibo che passa attraverso l’intestino.

I medici hanno scoperto che era allergico a quasi tutto ciò che mangiava, compresi grano, glutine, latticini, uova e prodotti a base di soia.

In via di guarigione

Gli hanno tolto tutto il cibo, gli hanno somministrato una formula liquida attraverso un tubo gastrico inserito nel naso. Poi lo presentarono a un alimento alla volta, assicurandosi che potesse tollerarlo prima di aggiungerne un altro. Recentemente, il tonno si è unito al pollo come fonte proteica.

Anche se Tylor potrebbe mangiare di nuovo, ha ancora bisogno di nutrirsi di vitamine e minerali in forma liquida. Il tubo attraverso il naso stava causando piaghe dolorose dove si sfregava contro il suo naso, così in maggio fu sostituito da una porta nello stomaco. Ogni notte, Tylor inserisce nel suo stomaco un tubo collegato a un sacchetto di formula.

Da quando prende lo stomaco e trova cibi solidi che può mangiare senza ammalarsi, Tylor è florido. L’anno scorso era così malato che ha frequentato solo 10 giorni di scuola. Quest’anno, ha perso solo un giorno.

“Ho più energia adesso”, ha detto a Lauer. Gioca a calcio e bocce e può ruzzolare con altri bambini. “Non è come un tempo.”

Sua sorella, nel frattempo, ha organizzato eventi – ha fatto il salto con l’elastico all’inizio di quest’anno – per raccogliere fondi per aiutare gli altri con le condizioni di Tylor.

Ha detto che la sua dieta si espanderà. “Ci sono molte cose che sono permesso ma non sono ancora state introdotte”, ha detto.

Il volo in aereo per New York, ha detto, era troppo lungo, ma ha detto che si sta godendo la città. Lauer ha chiesto se c’era qualcosa in particolare che voleva fare.

“Voglio andare a un evento Nintendo”, ha detto. “Ho alcuni giochi che devo giocare”.