La star di ‘Born without limbs’ ispira con coraggio e ‘fiducia in Dio’

Nick Vujicic, nato in Australia, è nato senza braccia e gambe, ma questo non gli ha impedito di condurre una vita piena. Ora, 32 anni e fondatore della non-profit Life Without Limbs con sede a Los Angeles e un oratore motivazionale, dà speranza ai nati con disabilità. Sposato con un figlio di 2 anni, Vujicic è il soggetto di un breve documentario, “Born Without Limbs”, che sarà trasmesso da TLC il 17 giugno. Condivide la sua storia d’ispirazione con Susan Donaldson James della NBC.

Guarda l’anteprima di TLC di “Born Without Limbs”

Jun.17.201502:26

Credo che ci sia una ragione per cui succede qualcosa. Fai del tuo meglio e confida in Dio e non mollare mai. Sono cresciuto con questa mentalità ed ero grato per quello che avevo. Non solo i miei genitori mi hanno allevato in un modo così bello, ma hanno avuto il coraggio di avere più figli.

La mamma era un’ostetrica e sapeva tutto del processo di nascita. Ma aveva la premonizione che qualcosa sarebbe andato storto durante la gravidanza. Aveva tutti gli ultrasuoni, quindi è stato uno shock per tutti quando sono nato senza braccia e gambe.

TLC
Nick Vujicic, nato in Australia, e sua moglie Kanea, che ha incontrato in Texas.TLC di cortesia

La mattina della mia nascita, papà era accanto a lei e poteva vedere la mia spalla non aveva il braccio. Per poco non svenne e vomitò, e l’infermiera dovette portarlo fuori dalla stanza. Ho avuto focemelia, senza arti, e non c’era nessuna spiegazione medica. Non era genetico e non era talidomide. Hanno detto che sarei un vegetale.

Mia madre disse: “Portalo via – non voglio vederlo”. Ma mio padre la confortò e disse: “È bellissimo.” Mi portarono a casa, ma ci vollero tre o quattro mesi perché mia madre venisse a termini con esso.

Ho provato le protesi a 6 anni, ma dopo mesi di tentativi, avevo già imparato a fare molte cose senza di loro e hanno limitato i miei movimenti.

Sono stato il primo disabile integrato nel sistema scolastico australiano. Sono stato vittima di bullismo a scuola. I miei genitori hanno detto di ignorarli, ma non volevo essere speciale. Volevo solo braccia e gambe per essere come tutti gli altri.

Ognuno sta cercando qualcosa per renderli felici – denaro droga alcolici. Volevo sapere che non ero solo uno storno. Ogni volta che un bambino rideva di me o mi escludeva da una partita, quella paura tornava. I miei genitori mi hanno detto che non si sarebbero mai arresi. La mia casa era il mio rifugio.

Quando avevo 10 anni volevo suicidarmi. Sentivo di non avere alcun valore e pensavo di essere sempre un peso per i miei genitori e non sposarmi mai. È stato fino a quando ho visto un ragazzo senza braccia e gambe come me, e sapevo che potevo aiutarlo.

TLC
“Vado a nuotare e pescare e faccio molte cose ora come lo snowboard e il surf”, dice Nick.TLC

Da adolescente, volevo essere il più indipendente possibile. I miei genitori mi hanno detto: “Non sai cosa puoi ottenere fino a quando non lo provi”. Vado a nuotare e pescare e faccio molte cose come lo snowboard e il surf. Posso lavarmi i denti e lavarmi i capelli. In ogni situazione, faccio il meglio che posso. Non è quello che hai, ma quello che fai con esso. Non ho paura di provare e fallire.

Ho iniziato a parlare motivazionale in Australia quando avevo 19 anni e poi ho viaggiato per il mondo per cinque anni. Ho avuto parenti in California e mi hanno incoraggiato a venire: “Nick, puoi realizzare i tuoi sogni e raggiungere il mondo.” Ho iniziato Life Without Limbs e abbiamo appena festeggiato il nostro decimo anniversario.

Ho viaggiato in 58 paesi e 3 milioni di miglia – non è un’esagerazione. Siamo grati di parlare con i leader mondiali, ma anche con gli orfani e gli svantaggiati e dimenticati. Ho un badante per viaggiare con me.

TLC
Nick impara a giocare a golf. “Non ho paura di provare a fallire”, è il suo approccio alla vita.TLC

Parlare con i giovani è così divertente. Stanno formando una direzione concreta nella vita, i loro valori e scopi. Dico che vivere in una casa distrutta è peggio che non avere arti.

Voglio che non abbiano paura. Non si tratta di fuori. Chi sei più importante Mio padre ha detto: “Sei un dono, solo confezionato in modo diverso”.

Mi sono sposato. Mia moglie Kanae è giapponese-americana e l’ho incontrata in Texas. Fu amore a prima vista. Eravamo così grati che ci siamo incontrati. Era lento, ma non potevamo negare la chimica.

Tre mesi dopo la nostra relazione nel 2011, ho attraversato una crisi personale. Volevo avviare un paio di attività e hanno fallito. Poi qualcuno mi ha rubato dei soldi. Ho chiesto soldi ai miei genitori e non mi sono reso conto che a 28 anni, attingevo alla mia depressione e temevo di essere un peso per il resto della mia vita. L’ho perso e piangevo tutto il tempo.

Non pensavo che Kanae sarebbe rimasta. Ha detto, “Va bene, non vado da nessuna parte. Prenderò un lavoro infermieristico. “In quel momento sapevo che sarebbe stata mia moglie.

Nove mesi dopo le ho regalato un anello di fidanzamento. Un anno dopo la nostra nascita, Kiyoshi è nato. Adesso è all’altezza delle mie spalle e diamo il cinque e il massimo baci e abbracci ogni giorno.

Ora, devo imparare ad essere di nuovo indipendente perché mia moglie ha ovviamente una manciata con nostro figlio, Kiyoshi. Provo il meglio che posso per aiutare la mia famiglia.

TLC
Nick, Kanea e Kiyoshi di 2 anni.TLC

Il mio parlare in pubblico è un messaggio non confessionale, basato sulla mia fede in Gesù Cristo. Andiamo alle impostazioni aziendali e ai programmi di prevenzione del suicidio e anti-bullismo.

Dico alla gente di non arrendersi. A volte aspettiamo che un miracolo avvenga nella vita – ma il miracolo non arriva mai. Vorrei che molte cose fossero diverse nella mia vita. Ma sapere che posso essere un miracolo per qualcun altro rende la mia vita degna di essere vissuta.

Abbiamo tutti delle preoccupazioni. Io non sono un supereroe. Ma abbraccio la vita e mi concentro su ciò che è più importante.