Le molte possibili cause del dolore ‘laggiù’

D: Soffro di dolore nella mia area pelvica. È “solo crampi” o qualcosa di peggio?

UN: Potrebbe essere crampi, ma potrebbe essere molte altre cose. Il terzo inferiore dell’addome – il bacino – contiene diversi organi e il dolore può iniziare in ognuno di essi. Ecco alcuni modi per aiutare te e il tuo medico a identificare la fonte e procedere al trattamento adeguato.

Dolore cramping prima e durante il periodo (dismenorrea) è molto probabilmente dovuto alla produzione di prostaglandine uterine. Queste sostanze rendono la muscolatura liscia del contratto dell’utero, aiutando a regolare il sanguinamento mestruale.

Alcune donne sono molto sensibili a queste prostaglandine o producono quantità eccessive, il che porta alla contrazione di altri muscoli lisci, come quelli delle pareti intestinali. Questo produce diarrea, nausea, vomito e sintomi simil-influenzali.

Un farmaco antinfiammatorio da banco, come l’ibuprofene o il naprossene, può aiutare a controllare il dolore. Il medico può anche prescrivere pillole anticoncezionali, che riducono la produzione di prostaglandine durante il periodo.

Se questo non funziona e il dolore continua, potresti avere l’endometriosi, una condizione che si trova in almeno il 10% delle donne. In questo caso, le cellule endometriali nel rivestimento dell’utero crescono in luoghi aberranti, come la superficie esterna dell’utero, le tube di Falloppio, le ovaie e persino l’intestino. Non è chiaro come queste cellule arrivino nel posto sbagliato, ma potrebbe essere attraverso linfa e vasi sanguigni, o attraverso le mestruazioni retrograde, dove il sangue sale verso l’alto.

Nella maggior parte dei casi queste cellule vengono espunte dal sistema immunitario. Ma se non lo sono, gli ormoni che accompagnano l’ovulazione possono farli crescere, sanguinare e cicatrizzare gli organi pelvici. L’endometriosi dell’intestino può causare diarrea o stitichezza durante le mestruazioni.

In molti casi, l’unico modo per fare una diagnosi definitiva è con laparoscopia. Il trattamento varia. La prima linea di terapia è l’uso continuo di pillole anticoncezionali per sopprimere l’attività ovarica e prevenire la stimolazione delle cellule endometriali.

Un’opzione più aggressiva è quella di interrompere completamente la funzione ovarica inducendo la menopausa temporanea con farmaci come i colpi di Lupron o Synarel (uno spray nasale). Questi farmaci “silenziano” la ghiandola pituitaria in modo che non possa più causare la produzione ovarica di estrogeni e progesterone.

Altre terapie includono Danazolo, un ormone di tipo maschile che sopprime l’ovulazione, o Depo-Provera, un progestinico ad azione prolungata iniettato che deruba le cellule della loro offerta di estrogeni fluttuanti.

Infezioni pelviche passate può anche causare cicatrici e dolore pelvico. Durante l’ovulazione si formano minuscole cisti nell’ovaia. Mentre si espandono, tirano il perineo, che è carico di nervi sensoriali. Le pillole anticoncezionali aiutano, così come la rimozione chirurgica del tessuto cicatriziale.

Non tutti i dolori pelvici, tuttavia, sono associati a organi riproduttivi. Hai anche una vescica, ureteri, un intestino crasso e intestino tenue che condividono lo spazio nel bacino. Il dolore può derivare da un’infiammazione o da una funzione impropria di uno di questi.

Se improvvisamente si sviluppa un forte dolore vicino all’ombelico che si irradia sul lato destro e si ha anche nausea, vomito o febbre, si può avere appendicite. Questa è un’emergenza e richiede un intervento immediato, per evitare che l’infezione si diffonda in tutto l’addome.

Dolore intermittente e gonfiore – che peggiora dopo aver mangiato o prima di un movimento intestinale – insieme a stitichezza e diarrea, potrebbe segnalare sindrome dell’intestino irritabile (IBS).

Per alleviare i sintomi, consumare pasti piccoli e frequenti, mangiare lentamente e masticare a fondo, aumentare l’assunzione di fibre, bere molta acqua, limitare l’alcol e la caffeina, non masticare gomme o succhiare caramelle, che stimolano l’attività gastrica.

Se queste modifiche non aiutano, il medico può verificare la presenza di infezioni e prescrivere farmaci per sintomi specifici.

Il dolore durante la minzione, o la frequenza e l’urgenza della minzione, di solito segnala a infezione alla vescica. Questo dovrebbe essere trattato con antibiotici.

Non vedo l’ora di vedere cosa succede. Un’infezione urinaria può diffondersi verso l’alto ai reni (pielonefrite) causando febbre alta e dolore intenso, che normalmente si irradia dal bacino al lato e alla schiena. Questo deve essere trattato rapidamente, spesso con antibiotici per via endovenosa, per prevenire danni ai reni.

Se il tuo dolore è grave, spasmodico e irradiato su un lato della schiena, accompagnato da sangue nelle urine, potresti avere calcoli renali (Nefrolitiasi). Le donne che hanno conosciuto il dolore dei calcoli renali dicono che è più grave del dolore del travaglio!

In questo caso, vai in un pronto soccorso; hai bisogno di farmaci per il dolore forti e immediati. I medici spesso adottano un approccio attendista nel caso in cui tu passi la pietra. Le opzioni di trattamento comprendono una procedura in cui la pietra viene recuperata da un catetere speciale o un metodo che rompe la pietra bombardandola con onde sonore (litotripsia).

Se soffri di dolori pelvici costanti con riacutizzazioni periodiche di intenso disagio e hai anche dolore e affaticamento generalizzati, potresti avere fibromialgia. Questo è spesso associato a periodi dolorosi, insonnia, vescica irritabile e dolore vaginale.

La fibromialgia è difficile e frustrante da diagnosticare, dal momento che i test standard e i raggi X sono normali. Il medico potrebbe dover escludere altre possibilità. Il trattamento include farmaci per il sonno, i cambiamenti dello stile di vita e l’uso giudizioso di antidolorifici, rilassanti muscolari e antidepressivi.

Ci sono altre ragioni per il dolore pelvico che non ho incluso in questo sommario già dolorosamente lungo. Ma questo dovrebbe aiutarti ad azzerare i sintomi in modo che il tuo medico possa determinare quale organo è responsabile per il tuo dolore e iniziare un trattamento adeguato.

Bottom Line di Dr. Reichman: Il dolore pelvico può derivare da molte condizioni, quindi è spesso necessario un lavoro investigativo per capire la causa.

La dottoressa Judith Reichman, collaboratrice medica dello show “Today” sulla salute delle donne, ha praticato ostetricia e ginecologia da oltre 20 anni. Troverai molte risposte alle tue domande nel suo ultimo libro “Rallenta il tuo orologio: la guida completa per un tuo giovane sano”, pubblicato da William Morrow, una divisione di HarperCollins.

NOTA: le informazioni contenute in questa colonna non devono essere interpretate nel senso di fornire una consulenza medica specifica, ma piuttosto di offrire ai lettori informazioni per comprendere meglio la loro vita e salute. Non è destinato a fornire un’alternativa al trattamento professionale o per sostituire i servizi di un medico.