Non tagliare subito il cordone ombelicale del neonato, suggerisce lo studio

Spesso i medici stringono il cordone ombelicale subito dopo la nascita di un bambino. Ma un nuovo studio suggerisce che potrebbero esserci molti benefici e pochi rischi, se i medici resistono per almeno un minuto per consentire al sangue di fluire più dalla placenta al bambino.

Dopo una revisione della letteratura disponibile sull’argomento, i ricercatori hanno scoperto che i bambini la cui corda era bloccata in seguito avevano livelli di ferro più alti e avevano meno probabilità di diventare anemici rispetto a quelli che venivano bloccati immediatamente. L’unico lato negativo era un lieve aumento del rischio di ittero nei bambini le cui corde venivano bloccate in un secondo momento. Questa condizione viene trattata con la terapia della luce.

Uno dei motivi per cui i medici hanno scelto di bloccare la corda in anticipo è la paura dell’emorragia nelle madri. Ma dopo aver esaminato i dati, gli autori del nuovo studio dicono che questo non è un problema. “Questa revisione di 15 studi randomizzati che coinvolgono un totale di 3.911 donne e coppie di bambini non ha mostrato differenze nei tassi di emorragia postpartum quando sono stati confrontati il ​​clamp di cordicella precoce e tardiva (generalmente tra uno e tre minuti)”, hanno riferito i ricercatori, guidati da Susan McDonald, professore di ostetricia all’Università La Trobe di Melbourne / Mercy Hospital for Women. La recensione è stata pubblicata su The Cochrane Library.

I bambini le cui corde ombelicali erano state bloccate in anticipo avevano il doppio delle probabilità di essere carenti di ferro da tre a sei mesi dopo essere nati rispetto a quelli le cui corde erano state bloccate in seguito, lo studio ha rilevato. C’è stato, tuttavia, un aumento del 2% nell’itterizia nei bambini le cui corde sono state bloccate in seguito.

La dottoressa Joanne Stone, professore di ostetricia, ginecologia e scienza della riproduzione e direttore della medicina fetale materna presso il Mount Sinai Medical Center, ha dichiarato che lo studio “mostra un beneficio nel periodo immediatamente successivo alla nascita di un bambino in termini di magazzini di ferro e peso alla nascita. Cosa si traduce in cinque anni che non conosciamo ancora. Speriamo che gli studi a lungo termine rispondano a questa domanda “.

Il blocco ritardato non è giusto per ogni madre e bambino, tuttavia, ha detto Stone.

“Ci sono situazioni in cui sarebbe appropriato e quelle in cui non lo sono”, ha spiegato. “In un paziente a basso rischio che sta somministrando vaginalmente nell’ospedale dove i livelli di bilirubina del bambino possono essere monitorati, ha molto senso.”

Non ci sono informazioni sulle consegne nella sezione C nella nuova ricerca. Nelle sezioni C, vuoi essere in grado di chiudere l’incisione addominale il più rapidamente possibile per proteggere la salute della madre, ha detto Stone.