Schiuma o sapone liquido – che è meglio? Gli scienziati testano i batteri della mano

I saponi in schiuma stanno sostituendo sempre più i saponi liquidi tradizionali negli ospedali, nelle case di cura, nelle scuole, nell’industria alimentare e in altri spazi pubblici, ma la tendenza potrebbe comportare dei rischi, suggerisce un piccolo studio.

Saponi di schiuma potrebbero non essere efficaci come saponi liquidi nell’eliminazione di batteri che possono portare a infezioni, dicono gli autori.

“In questo studio pilota, quando sono state utilizzate tecniche di lavaggio a mano standard – lavando le mani bagnate con una pompa di sapone per 6 secondi e asciugando con un tovagliolo di carta per quattro secondi – il sapone schiumogeno non era efficace quanto il sapone liquido nell’eliminare il carica batterica a mano “, ha detto a Reuters Health il dott. Ozlem Equils alla School of Medicine della UCLA e la Miora Educational Foundation a Encino, in California,.

Equils e colleghi hanno testato due marchi comuni di schiuma e saponi liquidi detergenti disponibili nei negozi di alimentari del quartiere.

CORRELATO: stai facendo la doccia troppo spesso?

Perché la schiuma è meno efficace

Quando i volontari si lavavano con il sapone schiumogeno, il numero medio di colonie batteriche su ciascuna mano passava da 3,6 a 2,6, su una scala da 1 a 4: una differenza che avrebbe potuto essere una coincidenza. Con il sapone liquido, il conteggio delle colonie è passato da 3,8 a 1,2 – un calo statisticamente significativo, secondo un rapporto dell’American Journal of Infection Control.

Scienziati sentendosi schiumoso sul sapone perfetto

Nov.10.201601:38

Ogni gruppo aveva cinque soggetti di test sani. Altre due serie di esperimenti sono state condotte con altri volontari e hanno prodotto risultati simili.

Il gruppo di ricerca suggerisce che il sapone schiumogeno può essere meno efficace del sapone liquido perché esce dalla pompa come una schiuma, mentre la schiuma di sapone liquido si accumula nel processo di lavaggio delle mani. Inoltre, la quantità di sapone nella schiuma è nettamente inferiore in una singola pompa di quella che si trova nella sua controparte liquida.

Il dottor Guenter Kampf, un esperto in igiene delle mani dell’Università di Ernst in Germania, ha detto a Reuters Health che, poiché lo studio era piccolo ei metodi non erano rigorosi, è necessaria una ricerca più solida per confermare i risultati.

CORRELATO: Quante volte dovresti pulire la doccia?

Nel frattempo, ha detto, “Per uso domestico non può fare la differenza se si utilizza una schiuma o un sapone liquido perché la pulizia delle mani è lo scopo principale del loro lavaggio”.

Se you use foam soap or regular liquid, what's important is that you wash your hands!
Sia che tu usi il sapone schiumoso o il liquido normale, ciò che è importante è che ti lavi le mani!Africa Studio / Shutterstock

La statunitense Food and Drug Administration “ha recentemente vietato la commercializzazione di prodotti antisettici per il lavaggio da banco che contengono sostanze chimiche antibatteriche a causa della preoccupazione per la resistenza antimicrobica emergente”, ha osservato Equils..

La FDA ha affermato che non è chiaro che i saponi antibatterici disponibili per i consumatori siano più efficaci nel prevenire la malattia rispetto al normale sapone e acqua. I due marchi di saponi in questo studio non hanno affermato di essere antimicrobici.

Per quanto riguarda le alternative ai saponi in schiuma potenzialmente inefficaci, Kampf ha dichiarato: “Le formulazioni più efficaci sono strofinate o gel a base di alcol. Questo è il motivo per cui vengono utilizzati nell’assistenza sanitaria. “

Il secondo tipo di prodotto più efficace saranno i saponi antimicrobici seguiti da vicino da semplici saponi, ha detto. “Ma si dovrebbe sempre tenere presente che l’efficacia dipende dalla sostanza antimicrobica, dalla sua concentrazione, dal volume del prodotto utilizzato e dal tempo di applicazione. Ecco perché una valutazione generale ha dei limiti. “

La genesi dello studio è stata la collaborazione tra Nicolette Dixon, una laurea biochimica alla Washington State University di Pullman e autrice principale del saggio, e la Miora Educational Foundation, che collega studenti delle scuole superiori a mentori nel settore sanitario e nei campi STEM.