Sinead O’Connor si apre sulla lotta per la malattia mentale nel video emozionale

La leggenda del pop irlandese Sinead O’Connor è preoccupata per i fan dopo aver condiviso un lacrimoso video su Facebook rivelando la sua lotta con la malattia mentale il 3 agosto.

Nel video, che ha hashtag #OneOfMillions, il cantante di “Nothing Compares 2 U” piange mentre si apre su di avere pensieri suicidi e rivela di essere stata in un motel del New Jersey perché i suoi familiari l’hanno abbandonata.

“Perché siamo soli?” il cantante cinquantenne chiese. “Le persone che soffrono di malattie mentali sono le persone più vulnerabili sulla Terra. Devi prendersi cura di noi, non siamo come tutti”.

“All’improvviso, tutte le persone che dovrebbero amarti o prendersi cura di te ti trattano come se …” disse. “Se fossi stato io, me ne andrei subito da mia madre.”

Sinead O'Connor In Concert
Jason Kempin / Getty Images

O’Connor, che è diventato famoso negli anni ’80 con il suo album di debutto acclamato dalla critica “The Lion and the Cobra”, parla direttamente alla telecamera nel video di 12 minuti, spesso abbattendo mentre dettaglia la sua disperazione.

La cantante ha detto che sperava che il suo candore “sia in qualche modo utile.”

“So che sono solo uno dei milioni e milioni di persone nel mondo che soffrono come me che non hanno necessariamente le risorse che ho”, ha detto.

Ha anche invitato le famiglie a prendersi cura dei loro cari che stanno lottando.

“Se hai un familiare che soffre di malattie mentali, prenditi cura di loro, la tenerezza, l’amore, prenditi cura di loro, visitali in ospedale, non buttarli in ospedale e fottiti”, ha detto..

Non è la prima volta che il vincitore del Grammy, che ha rivelato di essere stato diagnosticato con disturbo bipolare nel 2007, ha preoccupato i suoi fan. Nel 2015, ha condiviso quello che sembrava essere un suicidio sulla sua pagina di Facebook, rivelando che aveva overdoppiato dopo una battaglia per la custodia che coinvolge il suo figlio più giovane e suo padre, il musicista irlandese Donal Lunny. (La polizia irlandese in seguito ha comunicato ai fan che avevano individuato O’Connor e che era “sana e salva”).

L’anno seguente il suo figlio maggiore, Jake Reynolds, ha riferito di aver perso la cantante, ma in seguito è stata trovata in una stanza d’albergo.

Un post successivo sulla pagina Facebook di O’Connor all’inizio di martedì mattina fa sapere ai fan della cantante che è “al sicuro e che non è suicida”.

“È circondata dall’amore e riceve le migliori cure”, leggeva il post. “Ha chiesto che questo fosse pubblicato sapendo che sei preoccupato per lei.”