Cos’è la “media”? La taglia 16 è la nuova normalità per le donne americane

Queste curve sono reali e sono spettacolari.

Questo è il messaggio che le donne che lottano con le loro scelte di moda inviano da anni – e un nuovo studio offre nuove munizioni in guerra per più scelte.

Alle donne americane è stato detto a lungo che la dimensione media è di 14 anni. Sbagliato! In realtà è una taglia 16, rivela uno studio sull’International Journal of Fashion Design, Technology and Education che getta una luce importante su come i rivenditori vedono il termine “media”. “

Donne wearing jeans
Susan Dunn, una co-autrice del rapporto, ha detto a OGGI che la motivazione per lo studio è venuta dal voler sradicare lo stigma delle taglie più grandi come argomento controverso.Shutterstock

Mentre il fenomeno del “dimensionamento delle vanità” da negozio a negozio ha reso difficile per la maggior parte delle donne individuare la loro dimensione reale in articoli di abbigliamento più ingombranti come jeans e costumi da bagno, non è un segreto che ciò che troviamo sugli scaffali sta diventando sempre più piccolo dal stagione – lasciandoci con opzioni irrealistiche, piccolissime, su cui non possiamo entrare.

La rivista, una pubblicazione del Textile Institute, ha lanciato un ampio studio sulle misurazioni del corpo reale delle donne, riporta l’Revelist.

CORRELATO: Non sei tu – le taglie di abbigliamento femminile non hanno senso

Dopo aver analizzato le misurazioni di oltre 5.500 donne negli Stati Uniti, lo studio ha rivelato che negli ultimi due decenni la vita media della donna è aumentata di 2,6 pollici, da 34,9 pollici a 37,5 pollici, con “distinzioni ancora più grandi quando si considera la razza e l’etnia “.

Come questa donna ha perso 350 sterline in 4 anni

Aug.16.201601:25

“Speriamo che queste informazioni possano uscire e essere utilizzate dall’industria e dai consumatori, solo sapere dove è la media può aiutare molte donne con la loro immagine di sé”, ha detto a TODAY uno degli esperti principali dello studio, Susan Dunn . “E speriamo che l’industria dell’abbigliamento possa vedere i numeri e sapere che queste donne non se ne stanno andando, che non spariranno e meritano di avere vestiti”.

“Il fatto che gli abiti si adattino bene, sia nello stile che nelle misure, ed è disponibile altrove rispetto agli angoli posteriori o esclusivamente online è ancora un argomento controverso”, ha aggiunto. “Perché?”

CORRELATO: ecco perché le donne di tutto il mondo stanno condividendo le loro taglie di abbigliamento

Dunn e la coautrice Deborah Christel – entrambe docenti nel reparto di merchandising, design e tessile dell’abbigliamento presso la Washington State University – hanno scoperto che la taglia media della donna americana ora oscilla tra un 16 e un 18, l’estremità inferiore di taglie forti.

Le scoperte arrivano quando celebrità positive al corpo come Melissa McCarthy lanciano le loro linee di abbigliamento per rendere la moda più divertente e accessibile per i consumatori che indossano più di una taglia 12. La linea di McCarthy, Seven7, offre una vasta gamma di opzioni, dalla 4 alla taglia 28.

“Le persone non si fermano alla taglia 12”, l’attrice “Bridesmaids” ha detto a More Magazine a maggio.

CORRELATO: Teen chiama American Eagle per le taglie femminili inconsistenti

Il rapporto ha il potenziale non solo di ridefinire la percezione dell’America della parola “media”, ma anche del modo in cui i dettaglianti di donne progettano, commercializzano e vendono i loro vestiti ai consumatori – il che potrebbe portare a un’esperienza di ping completamente nuova con meno stress e una migliore vestizione nel futuro.

Iscriviti!