‘Ho scelto di abbracciarlo’: Brittany Snow sul perché ama la sua cicatrice visibile

Probabilmente riconoscerai Brittany Snow, 32 anni, da protagonista in film come la serie “Pitch Perfect”, “John Tucker Must Die” e “Hairspray”, ma hai mai notato la cicatrice sulla fronte? Una volta gli esperti del settore le dissero che non sarebbe mai arrivata a Hollywood con quel tipo di imperfezione.

Snow ha parlato con TODAY Style per abbracciare “i difetti”, trovare confidenza e non uscire mai completamente da uno stadio imbarazzante per promuovere il suo lavoro con il progetto Vitafusion Fruit Tree, che è dedicato alla piantumazione di alberi da frutto in comunità poco servite.

Ho avuto la mia cicatrice quando avevo 3 anni da cadere su un mattone. Mia sorella mi stava facendo da babysitter e ha dimenticato che mi stava facendo da babysitter e poi sono caduto e ho inciampato e mi sono spaccato la testa.

Ho scelto di non sottopormi a interventi di chirurgia plastica. Ho scelto di abbracciarlo. Ora, penso che aggiunga carattere. mi piace.

Brittany Snow sul perché ama la sua cicatrice visibile sulla fronte: aggiunge carattere

Jun.14.201802:52

Mia madre mi ha fatto entrare nel mondo dello spettacolo quando avevo 3 anni – subito dopo la cicatrice, probabilmente – quindi sono stato in questo business da molto tempo. Quando ero piccolo, c’era una donna che mi ha detto che non l’avrei mai fatto perché la cicatrice era proprio nel mezzo della mia fronte.

Penso di avere circa 8 anni quando la persona ha fatto quel commento. Mi ha detto che avevo bisogno di un intervento di chirurgia plastica sulla mia faccia perché mi distraeva. Mia madre mi ha addirittura portato in un ufficio di un chirurgo plastico per rimuoverlo e sono andato fuori di testa nel parcheggio. Non entrerei. Penso che istintivamente il mio sé di 8 anni sapeva che dovevo tenerlo.

Non mi accorgo nemmeno che ho più la cicatrice. Ho dimenticato e poi a volte lo vedo nelle immagini.

Mi piace quando le persone hanno cicatrici. Mi piace quando le persone hanno strani denti. Mi piace quando le persone hanno qualcosa di strano sulla loro faccia. Forse è solo perché sono cresciuto con una cicatrice.

Quando guardo vecchie foto di me stesso, vorrei poter tornare indietro e dirle che sarà OK e darle un abbraccio e dire “Sei così innocente e carino e non essere così duro con te stesso. Non essere cattivo con te stesso, non dire che sei brutto o grasso o una di quelle cose negative “.

Per me, un’immagine del corpo sana significa amare te stesso dall’interno verso l’esterno – per quanto malizioso – constatando che tutti hanno imperfezioni e nessuno è perfetto. La bellezza non è specifica per una taglia o per una forma. Non ci sono regole stabilite su come devi guardare. Ti piacerebbe davvero chi sei. Nessuno ricorderà di che taglia sei, ricorderanno come li hai fatti sentire.

Mi sento come se fossi ancora nel mio imbarazzante palcoscenico. Per tutto il tempo sono costantemente come, “Sono nei miei 30 anni ora.Quando ho intenzione di ottenere classe e non imbarazzante?” Ma non sta ancora succedendo. Non sono ancora a quel punto in cui sento di essere eloquente in tutto ciò che faccio. Ma in quarta elementare avevo le parentesi graffe e io mi arricciavo i capelli e poi ci mettevo il gel e poi lo raddrizzavo, cosa che non so perché sia ​​successo. Ma quello era qualcosa che ho fatto. È stato terribile.

Sto ancora trovando la mia fiducia ogni giorno. Penso che invecchiando, sto ancora imparando che la mia intelligenza e il mio umorismo e cose del genere contano più di quello che ho pensato per tutta la mia vita, cioè che dovevo lavorare su come guardavo o come mi presentavo o quanto mi importava di quello che pensava la gente. Penso che mentre cresciuto mi rendo conto che (aspetto fisico) è così fugace e non importa. Ho solo bisogno di essere orgoglioso di chi sono e delle persone che tocco nella mia vita.

Come detto a Emily Sher di oggi. Questa intervista è stata modificata e condensata per chiarezza.

Perché amo le mie cicatrici da ustioni di terzo grado

Oct.23.201701:51