Il movimento #WearTheSwimsuit di Jennifer Weiner ispira le donne

Dovremmo sapere tutti ormai che qualsiasi corpo è un corpo da spiaggia – porta il tuo corpo in spiaggia, ta-da! – ma ci sono ancora molte donne che rabbrividiscono al pensiero di indossare un costume da bagno.

L’autore Jennifer Weiner è in prima linea in un movimento ispiratore che mira a cambiarlo. Lo scrittore di 46 anni ha pubblicato un invito per le donne a condividere i loro selfie con i costumi da bagno sui social media, usando l’hashtag #weartheswimsuit, nella speranza che vedere le varie forme e dimensioni del corpo in bikini e monopezzo aiuterà le ragazze a capire che non esiste davvero qualcosa come un corpo perfetto.

“So che stiamo andando lentamente – lentamente! – verso l’idea che non è necessario avere una dimensione zero, o un adolescente per avere un bell’aspetto / essere ammessi in spiaggia”, ha scritto Weiner su Facebook. “So anche che, anche nell’era del bikini plus-size e della mamma con le smagliature, troppi di noi preferirebbero essere scorticati vivi piuttosto che indossare un costume da bagno … e che troppi di noi si stanno perdendo tutto il divertimento dell’estate. “

CORRELATI: dopo aver detto di ‘ripensare’ indossando pantaloncini, questa mamma non si tirerà indietro

Weiner, che ha due figlie, ha anche condiviso il proprio selfie con il costume da bagno nel post.

“La scienza ci mostra che più corpi non super modellati vediamo, meno è probabile che siamo noi a battere su noi stessi”, ha scritto. “Questo è vero per le donne e per le ragazze, molte delle quali iniziano a preoccuparsi troppo presto di come appaiono e di ciò che è necessario aggiustare”.

CORRELATO: il modello Denise Bidot mira a potenziare le donne con una nuova missione

Il suo post ha ottenuto un sacco di supporto, con molte donne che condividono i loro selfie con i costumi da bagno e storie su come hanno imparato ad accettarsi.

Ora i mangimi di Weiner sono inondati di foto di donne che sfruttano al massimo la loro estate – sdraiati in spiaggia, giocando in piscina, persino parasailing e stand-up paddleboarding.

“Mi rifiuto di lasciare che la visione della società sulla dimensione e la bellezza mi impediscano di nuotare con i miei figli !!!” una mamma ha scritto.

CORRELATI: ecco perché potresti non vedere mai più un altro annuncio Photoped

“Stare bene nella mia pelle mi fa sentire molto meglio che vergognarmi del mio corpo”, ha commentato un’altra donna.

Con l’estate in pieno svolgimento, Weiner non è l’unico a ricordare alle donne di amare il proprio corpo.

Altri hashtag, come #EveryBodyIsBeautiful e #ThereIsNoWrongWayToBeAWoman incoraggiano anche la positività del corpo.

E modelli plus-size e attivisti come Tess Holliday, che è tornata a condividere le foto dei bikini su Instagram due settimane dopo il parto, stanno costantemente dimostrando che la bellezza arriva in tutte le forme e dimensioni.

Stili da bagno: le tendenze più lusinghiere della stagione

Jun.27.201605:25