Target accusato di prendere in giro l’OCD con il maglione ‘Obsessive Christmas Disorder’

Barzellette, colpi e una generale mancanza di comprensione intorno al Disturbo Ossessivo Compulsivo hanno un costo per le persone che soffrono veramente di disturbo ossessivo compulsivo, motivo per cui alcuni dicono che una nuova linea di maglioni Target è così sconvolgente.

Il gigante del retail ha recentemente presentato una nuova linea di maglioni natalizi che definiscono l’OCD come “disturbo ossessivo del Natale”.

Le persone hanno preso Twitter per far sapere a Target che questo tipo di pensiero – e marketing – non è OK, in quanto banalizza la malattia mentale.

CORRELATI: Moschino prende calore per $ 130 ‘massacranti’ top di allenamento

Alcuni clienti promettono addirittura di eliminare Target dal loro elenco ping a causa del misfire di marketing.

È un periodo particolarmente brutto dell’anno per Target guidare il potenziale lontano.

In previsione di negozi pieni e di lunghe code, la catena sta assumendo altri 70.000 dipendenti per gestire la corsa alle vacanze.

L’indignazione può colpire alcuni come una reazione sensibile a una sciocca vacanza maglione.

Inoltre, lo slogan non è stato inventato da Target – la frase “Disturbo ossessivo di Natale” compare nel dizionario urbano online e su altri capi dopistici venduti sul web.

I bersagli sono arrabbiati con i maglioni ‘Obsessive Christmas Disorder’ che usavano l’OCD come gioco di parole

Nov.10.201500:39

Ma per molti americani, l’OCD è un problema troppo serio per essere trattato come uno scherzo.

Antoinette D’Orazio, una psicoterapeuta specializzata nel trattamento della malattia, ha riferito a TODAY.com che il disturbo ossessivo compulsivo colpisce circa 2,2 milioni di adulti americani e quasi il 27 percento di pazienti tenta di suicidarsi.

CORRELATO: ‘OCD uscire da me’: la famiglia aiuta il ragazzo a far fronte al disordine perfezionista

Quando consideri queste statistiche, un brutto maglione diventa molto meno divertente.

“[Quando] comprendendo la gravità del disturbo ossessivo compulsivo come malattia mentale, si potrebbe capire meglio l’avversione che sofferenze e altri significativi nella propria vita potrebbero avere per questo particolare maglione”, ha detto D’Orazio.

Target insiste sul fatto che non significa alcun danno per il maglione, e nonostante il contraccolpo, è in attesa del suo prodotto.

“Non vogliamo mai deludere nessuno dei nostri ospiti e ci scusiamo per qualsiasi disagio. Al momento non abbiamo intenzione di rimuovere questo articolo dal nostro assortimento”, ha detto la società in un comunicato a TODAY.com.