Rachael Leigh Cook ricorda le scene più memorabili di “She’s All That”

Sono passati quasi due decenni da quando “She’s All That” ci ha regalato un epico makeover, un’indimenticabile esibizione da sacco di hacker e alcuni dei più acuti zingers mai lanciati nelle sale di una scuola superiore.

E quando la star Rachael Leigh Cook ha recentemente visitato TODAY, le abbiamo chiesto di ricordare il classico adolescenziale del 1999, in cui interpretava adorabilmente nerd Laney Boggs.

Flashback! Rachael Leigh Cook ricorda di ‘She’s All That’

Aug.21.201705:51

Cook, ora 37enne, ha avuto parole calde per il protagonista del film, Freddie Prinze Jr., il cui personaggio scommette su un amico (Paul Walker) che può trasformare l’occhialuto Laney in una regina del ballo dopo essere stato scaricato dalla sua fidanzata, l’ape regina Taylor Vaughan.

“Il mio ricordo preferito di Freddie delle riprese è la scena in cui il mio personaggio dice” Sono una scommessa? Sono una scommessa fottuta? “” Ha detto. “Vedi il suo personaggio prendere la gravità di quello che ha fatto. E Freddie era così sconvolto al riguardo, come se fosse davvero un po ’emozionato in quel momento perché lui avevo davvero preso in considerazione ciò che una persona che aveva fatto avrebbe potuto provare: mi ricordo che era un po ‘strozzato e quella era sicuramente la cosa più carina che avessi mai visto. “

LEI'S ALL THAT, Rachael Leigh Cook, Freddie Prinze Jr., 1999
(C) Miramax / Courtesy Everett Colle

Cook ha anche avuto bei ricordi delle riprese con Walker, lodando il lavoro del defunto attore.

“Penso che sia ben noto che persona filantropica e gentile fosse”, ha detto. “Ma Paul era anche un attore davvero dannatamente bravo. E non mi sembra che questo venga detto abbastanza. È diventato così sinonimo del franchise ‘Fast and Furious’ e ha realizzato molti film più piccoli in cui lavora in modo assolutamente bellissimo. “

Ha continuato, “Ricordo che stavamo girando questa scena in ‘She’s All That’ dove, visto che il suo personaggio è incredibilmente duplicato, ma viene a casa mia e sta cercando di rendersi amante di me ed è molto, molto convincente a riguardo. E ricordo che il take è finito e ho sentito il tizio della telecamera andare, ‘Gli credo.’ Questo è quello che vogliamo sempre come attori, è qualcuno del reparto camera per essere davvero piacevolmente colpito da quello che stai facendo. “

LEI'S ALL THAT, Paul Walker, Freddie Prinze Jr., 1999
(C) Miramax / Courtesy Everett Colle

In effetti, la prematura morte di Walker all’età di 40 anni ha indotto Cook a riunirsi con Prinze l’anno scorso.

“Ricordo nel 2013, subito dopo che Paul è morto all’improvviso, pensando a me stesso, wow. La vita è incredibilmente breve e dovrei raggiungere “, ha detto. “È qualcuno a cui tengo, qualcuno che voglio rivedere. Era passato un milione di anni e in qualche modo mi ci sono voluti altri tre anni per arrivare finalmente a dire “Ehi, so che non siamo amici giorno per giorno, ma sarebbe bello vederti”. Così abbiamo preso l’anno scorso per un caffè epico e una selezione di pasticceria e sta andando alla grande “.

Prinze non è l’unico membro del cast che Cook ha visto.

“In realtà sono rimasto in contatto con Tamara Mello, che faceva parte dell’equipe di ragazzi popolari di Taylor Vaughan”, ha detto Cook, aggiungendo che si è imbattuta anche in Jodi Lyn O’Keefe (che interpretava Taylor) in una recente audizione. “Ho iniziato un thread di gruppo in cui ho inserito entrambi e Jodi non ha risposto e ho scritto a Tamara sul lato e ho detto: ‘C’è un momento tra le sei ore da cui si rende conto che deve scriverci perché altrimenti l’intera faccenda è troppo metafora. “Quindi penso che usciremo un giorno?”

Cook, che ha iniziato a recitare nei film da adolescente, dice che ha trattato “She’s All That” come la sua esperienza di scuola superiore. “Non ho potuto andare al ballo”, ha detto. “Ricordo quando stavamo girando le scene del ballo pensando: ‘Questo è abbastanza buono. Prendo questo.'”

Ovviamente, la maggior parte dei balli della vita reale non presentano sequenze di danza elaborate coreografate.

“Ricordo di essere stato detto che ci sarebbe stata una sequenza di danza elaborata nel film al ballo e pensare che questo non sia realmente menzionato nella sceneggiatura; sarà interessante “, ha ricordato. “Particolarmente interessante per la persona che deve insegnarmi come fare questo ballo. Non così abile con la coreografia qui. Sono stato in grado di giustificare che il mio personaggio non conoscesse necessariamente questa danza che tutti gli altri sembrano conoscere e penso che mi hanno semplicemente spazzato di lato quando si sono resi conto che non ero il miglior ballerino “.

LEI'S ALL THAT, Rachel Leigh Cook, 1999
(C) Miramax / Courtesy Everett Colle

Cook ha scherzato sul fatto che fosse “totalmente naturale” quando si trattava delle maldestre mosse di Laney – inclusa una memorabile caduta verso l’inizio del film.

“Potrei cadere tutto il giorno, sono davvero bravo in questo”, ha detto. “Qualcuno mi ha ricordato, e penso che questo sia vero: non penso che il viaggio alla fine delle scale fosse in realtà un copione. Almeno la prima volta che è successo, non so se è quello che è nel film, ma penso che sia successo. “

Un’altra scena che l’attrice ricorda bene? Il primo bacio tanto atteso del suo personaggio con Prinze.

“Stavamo finendo il tempo. La giornata stava finendo “, ha ricordato.” Avevo iniziato a prendere e potevo dire che non mi piaceva molto quello che stavo facendo, ma ero tipo, ‘Non useranno questo se blaterò molto. ‘ Si Loro fecero. Sì, sì, lo hanno fatto. Ero come, ‘Sicuramente, otterrò un altro crack. Farò del mio meglio, ma sarò solo come un blink-blinkerson e poi come potranno mai usarlo? ” Ed è nel film e non lo farò mai più. Ops.”

È difficile immaginare “She’s All That” senza la sua infettiva sigla, e Cook dice che lo sente ancora spesso.

“Mi sento come Sixpence. Nessuno dei Richer” Kiss Me “mi sta seguendo”, ha detto. “Sarò al CVS, al Rite Aid, a prescindere, raccoglierò tutto, e verrà solo e mi sento come se fossi su ‘Candid Camera’ ogni volta. Forse lo sono.”