Al Roker condivide la lotta del figlio con ritardi di sviluppo, richieste di accettazione

Il mondo conosce Al Roker di OGGI per il suo eterno ottimismo di fronte alle cattive notizie e al maltempo, ma gli spettatori vedono raramente la sua personale positività quando si tratta di questioni familiari.

Roker e la sua moglie giornalista Deborah Roberts hanno parlato pubblicamente giovedì sera al premio ADAPT Leadership Awards 2018 sulle sfide dello sviluppo del loro figlio di 15 anni.

Quando aveva solo 3 anni, il figlio di Roker, Nick, ha lottato per parlare, camminare e muoversi. Ora è una cintura nera nel Taekwondo.

“Quando sei genitori e c’è qualcosa che non va con tuo figlio, a volte puoi quasi congelare, perché è così travolgente”, ha detto Roker della sua esperienza.alroker / Instagram

Roker apprezza ogni pietra miliare che suo figlio adolescente raggiunge. Giovedì sera, ha invitato la folla a crescere con Nick e ad essere “più aperta e accettando le persone con queste sfide”.

“Quando ci viene offerta l’opportunità, l’incoraggiamento e il sostegno, molti di noi possono solo superare i nostri sogni più selvaggi”, ha detto Roberts alla rivista People in un’intervista esclusiva.

Secondo i devoti genitori, vivere con speranza e accettazione fa meraviglie non solo per immaginare il presente ma anche per superare le avversità.

Presidente Obama Hosts Nordic Leaders For State Dinner
Roker e sua moglie sperano che Nick continui a crescere in un mondo più accettabile.Alex Wong / Getty Images

Roker e Roberts hanno sempre creduto nel potenziale di Nick nonostante i suoi ostacoli. Ora supera ogni loro ambizione.

“Non eravamo sicuri di quale fosse il suo mondo e quale sarebbe il nostro futuro”, ha detto Roberts. Ma grazie alla forza d’animo del figlio, alla sua famiglia dedita e ad una “manna dal cielo” di un terapeuta, Nick ha conquistato ogni ostacolo.

Ora la famiglia punta ad affrontare un’altra barriera: lo stigma associato ai ritardi dello sviluppo.

“Speriamo che più persone saranno aperte ad esprimere e forse condividere che molti di noi hanno a che fare con sfide nella vita”, ha affermato Roberts. “C’è stato uno stigma nel corso degli anni, specialmente se non è una sfida ovvia che le persone conoscono, e penso di essere in grado di condividere e ispirare e di dare ad altre persone l’incoraggiamento, penso che la vita possa essere arricchita e possa essere migliore “.

Pay It Forward: Al Roker onora il terapeuta di suo figlio

Dec.17.201505:36